Di Maio: "Su Ilva delitto perfetto". Calenda attacca Di Maio: "Gara viziata? Annullala"

La cessione dell'Ilva ad ArcelorMittal diventa un caso e fa scoppiare la polemica

Di Maio: "Su Ilva delitto perfetto". Calenda attacca Di Maio: "Gara viziata? Annullala"

La cessione dell'Ilva ad ArcelorMittal diventa un caso e fa scoppiare la polemica. La gara per l'aggiudicazione dell'Ilva "è illegittima ma non si può annullare". Lo ha assicurato il ministro del Lavoro e dello Sviluppo economico, Luigi Di Maio, durante una conferenza stampa spiegando che "non basta che l'atto sia illegittimo per annullare l'atto" ma deve sussistere anche la "tutela dell'interesse pubblico concreto e attuale". E ancora: "Per l’annullamento deve decidere il ministero. Ma l’Avvocatura ci dà delle informazioni, in particolare ci dice che sulla cessione dell’Ilva è stato commesso un delitto perfetto da parte dello Stato, perché c’è pochissimo di regolare in questa gara. Perché la gara possa essere annullata deve esserci illegittimità dell’atto, che per noi c’è per eccesso di potere, perché non sono stati permessi i rilanci; poi deve esserci un interesse pubblico concreto e attuale che riguarda il piano ambientale (e per questo vado dal ministro Costa) e l’accordo tra ArcelorMittal e i sindacati. Il secondo requisito, quindi, si gioca sia sul tavolo che al ministero dell’Ambiente".

Insomma, Di Maio punta il dito contro il precedente governo. Ma l'ex ministro Carlo Calenda non ci sta e ribatte: "Caro Luigi Di Maio, il “delitto (im)perfetto” è il tuo verso la nostra intelligenza. Se la gara è viziata annullala. “Potremmo se ci fosse qualcuno interessato” e le altre fesserie del genere che ci stai propinando da mesi, dimostrano solo confusione e dilettantismo".

"Su Ilva non è più tempo di chiacchiere. Basta conferenze stampa, il ministro Di Maio venga in Parlamento e il governo si assuma le proprie responsabilità", ha dichiarato Graziano Delrio, capogruppo del Partito democratico alla Camera, a proposito della conferenza stampa del ministro Di Maio su Ilva. "Il destino di migliaia di lavoratori e delle loro famiglie non può restare ancora senza risposte. L'esecutivo la smetta con i rinvii, con lo scaricabarile, con l'incapacità di decidere".

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti