La manovra non cambia. Il governo sfida la Ue: "Noi non arretriamo"

Nella lettera di risposta alla Commissione Ue, il governo conferma rapporto deficit/Pil al 2,4% e crescita all'1,5% e va allo scontro con Bruxelles. Ma introduce dismissioni e clausole di salvaguardia

Non cambiano i saldi, come non cambiano le previsioni di crescita del Pil all'1,5%. Nonostante la lettera della Commissione europea e le continue bordate ricevute da Bruxelles, il governo ha deciso di tirare dritto e di non fare alcuna variazione sulla manovra economica. Niente di nuovo, però. Come annunciato fin dall'inizio del braccio di ferro con l'Unione europea, Matteo Salvini e Luigi Di Maio mandano un segnale chiaro: non cederanno di un solo millimetro nell'aspro confronto sui conti pubblici. E, a questo punto, la strada si fa sempre più in salita e sempre più lontana dai parter europei che si preparano a fare la guerra all'Italia.

"Manteniamo come un pacchetto di mischia rugbistico quello che abbiamo messo in manovra". Ieri Salvini lo aveva messo bene in chiaro. E, nel giorno in cui Bruxelles attende la risposta alla richiesta avanzata dalla Commissione europea di correggere il draft budgetary plan, l'esecutivo decide di tracciare una linea molto netta: l'intera impalcatura della legge di Bilancio e l'azione politica non cambieranno di una virgola (guarda il video). "Ci impegniamo a mantenere il 2,4% di deficit - ha annunciato Di Maio - ma reddito di cittadinanza, quota 100 e rimborsi a risparmiatori truffati non cambiano e vanno avanti". La decisione è arrivata al termine del Consiglio dei ministri che si è riunito a tarda sera, dopo il rientro del premier Giuseppe Conte dalla Conferenza sulla Libia di Palermo. Archiviata l'ipotesi di rivedere le stime sulla crescita e anche il deficit, il governo ha messo nero su bianco che il 2,4%, sarà comunque il tetto massimo e che nessun caso verrà sforato. Non solo. Sono stati confermati i controlli automatici sulla spesa e le clausole di salvaguardia per evitare che un aumento della spesa che porti il deficit/Pil oltre l 2,4%. Una mossa, quest'ultima, che serve a rassicurare i partner europei della serietà delle intenzioni italiane e soprattutto della volontà di non superare il tetto indicato.

Qualcosa, in realtà, è stato modificato. Ma non, come ha assicurato lo stesso Salvini, "in base alle richieste di Bruxelles". "Si cambia in base a quello che succede in Italia, ad esempio a causa del maltempo - ha spiegato Salvini - stiamo facendo la conta dei danni e rischiano di essere 5 miliardi di euro". Nella lettera il governo chiede di scomputare dal disavanzo gli interventi, che serviranno a far fronte al dissesto idrogeologico, in quanto "eccezionali". Tra le novità inserite in manovra per contenere l'eccessiva spesa vi è, però, l'introduzione di operazioni di dismissione di immobili dello Stato. Un'operazione che, secondo i calcoli dell'esecutivo, dovrebbe valere l'uno per cento del Pil. Ma Di Maio si è affrettato ad assicurare che non verranno svenduti i "gioielli di famiglia". Salvini sembra soddisfatto del lavoro fatto: "Abbiamo lavorato a una manovra che comprende più posti di lavoro, più diritto alla pensione e meno tasse (non per tutti, ma per tanti italiani)". E, nel giorno in cui il Fondo monetario interazionale ha espresso forti dubbi sull'impianto della manovra, ci tiene a far presente che se all'Europa dovesse andare bene la legge di Biancio, il governo sarà contento. "Se all'Europa non va bene, tiriamo dritti lo stesso".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di pinox

pinox

Mar, 13/11/2018 - 23:25

crescita all'1,5% di conseguenza a 20 miliardi di investimenti in assistenzialismo?.....ma questi sono fuori!!!!

Dordolio

Mar, 13/11/2018 - 23:47

Ci facevano sforare fin che volevamo se avessimo accettato di caricarci un po' di migranti. Lo fecero in passato come ha detto pubblicamente la Bonino. Mai smentita. Vedremo poi che faccia faranno quando Salvini - e lo ha già annunciato - gli bloccherà i bilanci votando contro. O facendogli qualche altro dispetto. Certo, il problema non si porrebbe con Tajani o Renzi in plancia, che saprebbero gestire meglio la faccenda stando a novanta gradi, come da loro natura. Ah, che belli e sereni i tempi della schiavitù. Dormivamo tranquilli e protetti, non lo ricordate? Perchè è bello e deresponsabilizzante avere a Bruxelles chi decide per te.

Ritratto di onefirsttwo

onefirsttwo

Mar, 13/11/2018 - 23:54

Onefirsttwo(detto AK47) dice : Signori miei , siate concreti per cortesia ! STOP La scelta giusta è non la Troika ma la Quaika STOP E cioè Troika + Onefirsttwo STOP Ormai è l'unica speranza STOP Avete capito bene(c'è sempre qualcuno che non capisce!) ? STOP Quaika = Troika + Onefirsttwo STOP Yeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh .

ferdinando55

Mar, 13/11/2018 - 23:55

QUESTI DILETTANTI ALLO SBARAGLIO, INCAPACI E IN MALAFEDE, CI PORTERANNO PRESTO IN FONDO ALL'ABISSO!!!

Blueray

Mer, 14/11/2018 - 00:07

Questi si sono persi la puntata andata in onda nel 1936: "noi tireremo dritto" appunto. Poi quanto siamo andati dritti nel prosieguo è sotto gli occhi di tutti.

QuebecAlfa

Mer, 14/11/2018 - 00:57

"Se all'Europa non va bene, tiriamo dritti lo stesso". Il sig. Salvini conferma l'uscita dello stato della repubblica italiana dall'eurosistema e dall'unione europea. Si torna a prima del 7 febbraio 1992.

Antonio Chichierchia

Mer, 14/11/2018 - 06:01

Sulle dismissioni 100% di consenso: cominciamo dai 50 mila appartamenti del Comune di Roma. Si vende la nuda proprietà e finisce il carosello che sta in piedi da 70 anni dove si spende più di quanto si incassa di affitto.

Ritratto di Koerentia

Koerentia

Mer, 14/11/2018 - 06:02

insomma si inizia con la svendita degli immobili che sicuramente entreranno nelle mani di gruppi stranieri. Complimenti!

Ritratto di lucabilly

lucabilly

Mer, 14/11/2018 - 07:43

Non mi sarei augurato niente di meno. Deve essere scontro con questi eurocriminali. Si deve poter tornare a respirare e si deve tornare a un'Europa dei popoli e non dei banchieri e dei burocrati. Ricordiamoci I tempi di Delors, Andreotti e Schmidt. Quella era l'Europa solidale e ricca di futuro. Questa e` solo un gran ministero inefficiente e illegittimo. Avanti cosi.

VittorioMar

Mer, 14/11/2018 - 08:34

..che questa MANOVRA FINANZIARIA venga Bocciata da questa UE ormai congedante,E'UN DATO DI FATTO !!..ma la MERAVIGLIA è che l'INGENUO,il CONTANIENTE,l'INESPERTO Premier Prof.CONTE abbia ricevuto il PLAUSO DALL'ONU per la riunione di PALERMO è anche questo un DATO DI FATTO !!..non esaltato da giornaloni e giornalisti contrari a questo GOVERNO ma GRADITO ALL'ELETTORATO !!..la stretta di mano tra i Rappresentanti LIBICI è molto più importante di quella di Pratica di Mare per i VERI E ORGOGLIOSI ITALIANI !! ...anche se non lo pubblicate, ho detto la mia anche se contraria alla vostra Linea Editoriale..!!!...GRAZIE !!

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Mer, 14/11/2018 - 09:23

Che titolo strano e nello stesso tempo assurdo! Voler poter vivere a modo nostro e avere un governo che fa i nostri interessi nazionali ora significa "sfidare" qualcuno ed ancor di più la vostra UE, che non se n'è mai impipata di tutti noi? Ma fatemi il piacere! Se mai è quest'ultima che ci vuole sfidare a tutti i costi con le sue continue provocazioni. O, forse, per voi del giornale van bene i governi che l'Ue, in combutta con personaggi sedicenti istituzionali ormai squalificati, ci vorrebbe appioppare ex-abrupto ed infischiandosene delle nostre scelte, come han fatto coi passati (s)governi abusivi del nostro passato recentissimo, i "gerarchetti" di questa vostra Europa? Se al vostro Berlusconi e compagni sta bene così, a noi cittadini no.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Mer, 14/11/2018 - 09:33

Propositi più che prevedibili.

FrancoM

Mer, 14/11/2018 - 09:44

Pinox, dato che sono sicuro lei sai una persona seria, ci dica quanti pasti caldi al giorno lei offre ai veri poveri. Come noto quello non è certo asssitenzialismo.

schiacciarayban

Mer, 14/11/2018 - 09:53

Questi idioti ci stanno portando alla rovina! Dove sono le opposizioni?

Ritratto di SAGITT33

SAGITT33

Mer, 14/11/2018 - 10:17

Antonio Chichierchia: BRAVO.

peterpan00

Mer, 14/11/2018 - 10:37

Continuate a parlare di crescita. Ma a chi prendete per il cu.... ???

Ritratto di Nitrogeno

Nitrogeno

Mer, 14/11/2018 - 10:43

"O la va o la spacca"? Sai che goduria se invece il Governo avesse recepito i "suggerimenti" di quel "politicamente cerebroleso" di renzo. O quelli del brunetta, o le "filippiche" della "pupa-bernini". O quelli del "moscon-wc". Governo Italiano ancora in ginocchio ai neuroburocrati. Governo piegato, prostrato all'UE, umiliata di nuovo l'Italia? L'Italia è una grande Nazione e non lo avrebbe meritato. Loro hanno l'arma dello spread? La usino. Non siamo sicuri di quanto gli conviene, a krucchi protervi e fransozzi arroganti. O la va o la spacca. Per tutti i "Filistei" e i collaborazionisti felloni de noantri.

Europ

Mer, 14/11/2018 - 10:51

Salvini ha ragione. Se la Commissione Europea decide una punizione, colpisce non solo il governo ma anche il popolo. OGNI POPOLO HA IL GOVERNO CHE SI MERITA! (Non puoi semplicemente votare per un governo in segno di protesta e poi non assumerti la responsabilità. )

Reip

Mer, 14/11/2018 - 11:06

..Da serie B l’Italia scivolera’ in serie C....

nerinaneri

Mer, 14/11/2018 - 11:07

peterpan00: è scritto male: decrescita...

Gianni11

Mer, 14/11/2018 - 11:21

GRANDI! VIVA L'ITALIA! E l'ue all'inferno.

titina

Mer, 14/11/2018 - 11:23

non arretrano. e a chi lo fanno il dispetto? agli italiani. Dovrebbero firmare che se noi subiremo le conseguenze della manovra a tutti i parlamentari e ministri vanno confiscati tutti i beni.

Divoll

Mer, 14/11/2018 - 11:31

Bene!

cardellino

Mer, 14/11/2018 - 11:40

Un consiglio: quando i nodi arriveranno al pettine, quando questa manovra del cambiamento mostrerà davvero gli effetti che ha prodotto, non incolpate i mercati, l’Europa, i poteri forti, le cavallette, i giornalisti o il Pd del disastro. Incolpate voi stessi che l’avete prima voluta, poi difesa nel principio, che qualunque cosa andava bene purché si disobbedisse alle regole europee, purché si facesse qualcosa di diverso, purché si sperimentasse l’alternativa. No, non siete diversi da chi spera di guarire da un tumore con acqua e limone, o dall’influenza con l’omeopatia. Siete vittime del medesimo pensiero magico, della medesima convinzione, irrazionale e paranoica, che la soluzione sia semplice, che ci si possa salvare senza dolore e senza sacrifici, che le alternative ci siano precluse da chissà quali forze oscure che ci vogliono indebolire per controllarci meglio. Che l’Italia, alla fine, se la caverà sempre e comunque.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Mer, 14/11/2018 - 11:42

Ho amici in Grecia,che sono sbalorditi dal fatto che per la prima volta,qualcuno si opponga alla UE,in modo così "schietto",mentre il loro Tsipras(democraticamente votato dalla stragrande maggioranza dei Greci,con il 36% di "non votanti",...e"chi tace acconsente"), invece se n'è tornato,con un PACCO DI CAMBIALI!!

nerinaneri

Mer, 14/11/2018 - 12:12

cardellino: tieni presente che molti non hanno: casa, risparmi, proprietà e magari campano di pensione...

Norberth

Mer, 14/11/2018 - 12:21

Bene il Governo !! Guerra alle plutocrazie !! Riprendiamoci la Sovranità ! E vendiamo cara la pelle.

pier47

Mer, 14/11/2018 - 12:24

buongiorno, i dati di ieri, BREXIT AUMENTO DEI SALARI E DISOCCUPAZIONE AL MINIMO,4%. MA LA GB NON DOVEVA FALLIRE ?????????????????' ITALEXIT !!!!!!!!!!!!! Saluti

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mer, 14/11/2018 - 14:18

Gentile dottor Andrea, nel suo articolo sta scritto: "Il governo sfida la UE"! S'impone prepotente la domanda: "L'Italia è sempre un paese sovrano ed indipendente?". Da nessuna parte mai si lesse qualcosa d'altro! Allora come mai dal suo artico si può evincere questa trista ambizione giornalistica di una Italia colonia dello straniero? L'Italia partecipa ad una Unione non certo ad un "impero"! Già conoscemmo Napoleone e ce ne liberammo, poi conoscemmo il baffetto di Berlino e ce ne liberammo! Quindi? Dottore siam certi si possano vergare concetti più entusiastici dell'indipendenza nazionale italiana! Non trova? Sereno anno ... Libertà o cara

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mer, 14/11/2018 - 14:40

Gentile signor cardellino, si deve condividere la poesia che traspare dal suo fraseggiare! Riportiamo Perugia: volevano prima lo straniero, ma il sindaco non dette mai l'ascolto che non meritavano! Riportiamo di contro Bologna e Ferrara ed altrove dove invece si è operato secondo l'assurdo: Prima lo straniero! Son certo lei vorrà pregare per le martiri Pamela e Desiré e vorrà spendere una parola di consolazione per le vittime innocenti di brutalità da parte dello straniero! Lei non dice che si debba cambiare, malgrado i milioni sottratti ai bimbi dell'UNICEF! Ci dica a parer suo: si deve cambiare? Portiamo solidarietà al nonnetto colpito da tragedia pur di difendere la sua magione? E a quel padre? Ci dica ... grazie

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Mer, 14/11/2018 - 14:41

### Gentile signor cardellino, sbi deve condividere la poesia che traspare dal suo fraseggiare! Riportiamo Perugia: volevano prima lo straniero, ma il sindaco non dette mai l'ascolto che non meritavano! Riportiamo di contro Bologna e Ferrara ed altrove dove invece si è operato secondo l'assurdo: Prima lo straniero! Son certo lei vorrà pregare per le martiri Pamela e Desiré e vorrà spendere una parola di consolazione per le vittime innocenti di brutalità da parte dello straniero! Lei non dice che si debba cambiare, malgrado i milioni sottratti ai bimbi dell'UNICEF! Ci dica a parer suo: si deve cambiare? Portiamo solidarietà al nonnetto colpito da tragedia pur di difendere la sua magione? E a quel padre? Ci dica ... grazie

nerinaneri

Mer, 14/11/2018 - 16:32

libertà o cara: ma cos'è questa fobia dello straniero? io abito in provincia e non ne vedo manco uno...