Mes, Conte minaccia nuove tasse. Ma ecco quello che non torna

Conte avverte: "Se prendiamo i soldi del Mes nuove tasse e tagli di spese". Ma FI attacca: "Si arrampica sugli specchi"

Prendere i soldi del Mes potrebbe spingere il governo a intervenire con nuove tasse e mediante tagli delle spese. È questa la "confessione" di Giuseppe Conte, in conferenza stampa a Palazzo Chigi, nella notte in cui il premier ha annunciato in diretta televisiva le nuove misure anti Covid.

Incalzato da una domanda inerente al Fondo salva-Stati, Conte ha spiegato che i soldi provenienti dal Mes sono dei prestiti e che, per questo motivo, "non possono finanziare spese aggiuntive". "Si possono coprire spese già fatte e vanno a incrementare il debito pubblico. Se prendiamo i soldi del Mes dovrò intervenire con nuove tasse e tagli di spese", ha aggiunto il premier.

La mossa di Conte

Non solo: Conte ha sottolineato che il Mes "non è quella panacea che viene rappresentata". Inoltre, a detta del presidente del Consiglio, la situazione economica dell'Italia è "positiva" e dunque il vantaggio in termini di interesse nell'usufruire del Fondo salva-Stati "diventa molto contenuto". "Se avremo fabbisogni di cassa, sicuramente dobbiamo considerare anche il Mes, ma se non accade prendere il Mes non ha senso", ha aggiunto.

A questo punto Conte ha fatto un confronto con gli altri Paesi. "Quando facciamo questi ragionamenti dobbiamo valutare che in ogni caso avremo interessi contenuti rispetto al rischio che gli analisti colgono, si chiama stigma. Decina di Paesi hanno preso il Sure, anche noi. Il Mes nessuno. Ecco perchè io ho detto che non ho nessuna pregiudiziale ideologia sul Mes ma prendere il Mes come risolvere a una disputa nel dibattito pubblico non ha senso", ha concluso.

Ricapitolando, Conte ha dichiarato in un colpo solo che afferrare il salvagente Fondo salva-Stati comporterebbe nuove tasse o tagli di spesa e che accettarlo non sarebbe poi così conveniente. Eppure, all'interno del governo, c'era una buona fetta della maggioranza che non vedeva l'ora di mettere le mani sui fondi provenienti da Bruxelles.

Tra questi il Partito Democratico, con Nicola Zingaretti uno dei primi sponsor del Fondo salva-Stati. Qualche giorno fa il segretario del Pd scriveva sul proprio profilo Facebook un messaggio inequivocabile: "Ascoltiamo i sindaci italiani. Bisogna usare le risorse del Mes per rafforzare la sanità territoriale. Chi è in prima linea, come i tanti amministratori in trincea, sa bene che ora è il momento di rafforzare la rete di prevenzione e cura nei territori, nelle città, nei piccoli comuni, nelle aree interne, specie per gli anziani e per le persone più fragili".

Forza Italia: "Il premier si arrampica sugli specchi"

Conte ha insomma risposto picche alle richieste dei suoi alleati, facendo capire che no, l'Italia non farà ricorso al Fondo salva-Stati. Sconcertata anche Forza Italia, che dall'opposizione ha criticato le affermazioni del premier. "Conte si arrampica sugli specchi pur di non ammettere che le risorse del Mes sono indispensabili per mettere in sicurezza il nostro sistema sanitario che sta mostrando gravi e preoccupanti lacune all'inizio di questa nuova emergenza", ha dichiarato in una nota la presidente dei senatori di FI Anna Maria Bernini.

"Rifiutare quei 37 miliardi per un'impuntatura ideologica significa causare dolosamente un danno al Paese. Il premier non può continuare a nascondersi dietro un fantomatico effetto stigma per i paesi che utilizzano il Mes. Quello del premier è dunque un ritornello sempre meno convincente, come l'abitudine di informare solo all'ultimo momento i leader dell'opposizione di decisioni già prese, senza mai un reale confronto", ha ribadito Bernini.

Anche Renato Brunetta, deputato e responsabile economico di FI, ha risposto a Conte in merito al Fondo salva-Stati, evidenziando tutte le inesattezze contenute nelle parole del premier. Innanzitutto il Mes è conveniente perché "è un prestito ad interesse oggi pari a zero, o addirittura sotto zero, mentre l'emissione di BTP di durata analoga costerebbe certamente molto di più".

Non ha inoltre particolari condizionalità, "se non quella di utilizzare le risorse per spese sanitarie dirette e indirette". Come se non bastasse i "36-37 miliardi erano disponibili già dall'estate per realizzare i relativi investimenti in funzione della seconda ondata della pandemia che purtroppo si sta manifestando (investimenti che non si sono fatti)". Tra gli altri aspetti da considerare, secondo Brunetta, c'è il fatto che il Fondo salva-Stati andrebbe a finanziare il bilancio sanitario delle Regioni e che le risorse così investite rafforzerebbero il SSN.

"Avresti potuto dire che sul Mes il partito di maggioranza relativa della tua maggioranza, il M5s, non è d'accordo, mentre il Partito democratico la pensa in maniera diametralmente opposta e che quindi il tuo Governo non può chiedere il Mes perchè non hai la maggioranza per chiederlo", ha concluso Brunetta, rivolgendosi sempre a Conte.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

Enne58

Lun, 19/10/2020 - 11:05

Aumenta le tasse e incasserà sempre meno, non si rende conto di chi chiude o scappa in posti migliori perché stanco di essere vessati?

ExOccidenteLux

Lun, 19/10/2020 - 11:18

Per una volta Conte l'ha detta giusta. FI sempre più identica al PD.

stefano.f

Lun, 19/10/2020 - 11:41

Comunque vada,questa situazione andrà a finire nel peggiore dei modi.Questione di pochi mesi ma per chi è in rado di leggere la strada è già iniziata.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 19/10/2020 - 11:41

Nuove tasse significa espropriare tutto. Sicuri che non siam oin un regime stalinista?

Rugantino49

Lun, 19/10/2020 - 11:45

Noto che ora Giuseppi I°, dopo aver esautorato il Parlamento, cui affida il mero compito di ratificare le decisioni del Governo, ed aver cancellato le opposizioni, con cui mai ha cercato un confronto sulle misure da prendere, ora ha eliminato dal suo orizzonte anche le forze dimaggioranza, dato che è passato dal parlare al plurale (Noi faremo...) al singolare (Se prendiamo i soldi del Mes dovrò intervenire...) Aspettiamo di sapere se la spesa per la cerimonia di incoronazione e per la relativa corona verranno finanziate col recovery o con una manovra ad hoc! Così risolve anche i problemi relativi alla prevista elezione del prossimo PdR.

Ritratto di Flex

Flex

Lun, 19/10/2020 - 11:53

Il governo che doveva abbassare le tasse e rendere efficiente la Pubblica Amministrazioni si è "incartato" e il MES finirà per essere la nostra più grande disgazia, dopo il governo attuale.

jaguar

Lun, 19/10/2020 - 12:01

È logico che il denaro del Mes va restituito e per restituirlo serve aumentare le tasse. È il PD che lo vuole.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 19/10/2020 - 12:07

@ExOccidenteLux (Lun, 19/10/2020 - 11:18) – Più leggo i suoi commenti e più mi pare di capire che lei e un soldatino del “capitano” Salvini. Anche lui è soprattutto in concorrenza con FI, pur essendo nella stessa coalizione. Se è così, lei sottovaluta il suo capitano. Il leoncavallino fondatore di comunismo padano è molto più identico al PD di FI.

ExOccidenteLux

Lun, 19/10/2020 - 12:15

@etaducsum Tenta ancora, sarai più fortunato. Sono d'accordissimo con la tua analisi di Capitan Citofono. Ma nessuno batte FI in quanto a somiglianza con il PD: hanno governato insieme, votano spesso allo stesso modo, hanno programmi pressoché identici, i transfughi dall'uno all'altro non si contano più.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 19/10/2020 - 12:33

Una tantum sono d’accordo con Conte, che non vuole il Mes, a mio modesto avviso giustamente. Quanto alla sua minaccia di nuove tasse, che fa finta di non volere, dobbiamo solo aspettare, preparandoci al peggio. Non a caso qualcuno vuole rilanciare la tassa sull’unica casa.

ambrogiomau

Lun, 19/10/2020 - 12:46

Il MES è un debito che va restituito come tutto il resto . Il problema è il Debito Pubblico Italiano ed anche degli altri Paesi che continua ad aumentare . Siamo tutti capaci di governare facendo più debito. Ma come finirà ? Non finirà mai...

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Lun, 19/10/2020 - 12:50

@ExOccidenteLux (Lun, 19/10/2020 - 12:15) – Un punto a suo vantaggio. A per ora non riesco ad individuare la sua appartenenza politica. Visto che è mia abitudine leggere tutti i commenti, prima o poi lo capirò. Non condivido la sua analisi su FI. Essa non è di destra, fa parte del centro moderato. Questo significa che può far parte, a seconda delle situazioni, di governi di CDX come di CSX. Senza tradire i propri ideali e i propri elettori.

ExOccidenteLux

Lun, 19/10/2020 - 13:03

@etaducsum Speriamo allora che FI abbia il coraggio morale di dichiararlo prima delle prossime elezioni: "Possiamo far parte di governi di centrosinistra, come di centrodestra. Votateci!" E credo che gli elettori di FI si siano invece sentiti traditi, il che ne spiega il crollo elettorale. Dalla fusione con AN al governo con il PD il passo è piuttosto lungo.

ambrogiomau

Lun, 19/10/2020 - 14:09

Usare i 37 miliardi del MES . Per fare che cosa? Quale è il progetto da portare a termine con quei 37 milardi? Questa è la risposta che ci vuole per giudicare se è necessario usare i 37 miliardi.

florio

Lun, 19/10/2020 - 15:14

Siamo in balia di incapaci cronici, la scelta del MES riguarda esclusivamente il governo. Quando sento esponenti della maggioranza fare riferimento alla Meloni e Salvini colpevolizzandoli di non essere favorevoli al MES, come se la scelta di prenderlo dipendesse da loro, capisco che la falsa propaganda acceca le menti deboli. Nel caso specifico, ricordo ai sotenitori del PD che al governo ci sono loro con i 5Stelle, per cui la decisione spetta solo ed esclusivamnete a chi governa. Se ancora non vi è chiaro studiate e smettetela di confondere le idee per nascondere le insulse porcate partorite da questo armata Brancaleone.

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 19/10/2020 - 15:17

Al riguardo mi domando, nel sonno del mio cervello, se non sarebbe meglio scartare l’idea di accogliere i finanziamenti provenienti dalla UE, ma che poi si dovranno necessariamente restituire al mittente, pagando il corrispettivo dovuto.

venco

Lun, 19/10/2020 - 15:41

Il Mes piace ai sinistri ma pure a Berlusconi, strano.

CarloLinneo

Lun, 19/10/2020 - 18:56

Per risolvere una volta per tutte l'annoso problema della mancanza di fondi per far ripartire l'azienda Italia, Conte deve assolutamente ascoltare le proposte del centro-destra e principalmente quelle di Salvini. Solo così si riuscirà a receèpire tutti i capitali che servono senza aumentare le tasse, anzi diminuendole drasticamente.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 20/10/2020 - 12:53

Definirsi “centro moderato” implica di per se la possibilità, all’occorrenza, di partecipare a governi di CSX. L’essere “moribondo” :-) avendo superato l’età media dell’aspettativa di vita, ha un vantaggio: conoscere tanti avvenimenti del passato. Il primo governo con la sinistra, dopo le elezioni del ’48, è stato il governo Craxi I – PSI / DC più tutti i partiti non di sinistra, tranne MSI considerato fuori dall’arco costituzionale – È stato il terzo governo più longevo della storia della Repubblica Italiana. Craxi è stato fatto a pezzi soprattutto per questo, dai Compagni rossi.

Ritratto di etaducsum

etaducsum

Mar, 20/10/2020 - 12:55

SEGUE. @ExOccidenteLux (Lun, 19/10/2020 - 13:03) – Quanto al crollo elettorale di FI, penso che abbiano influito molto i 20 anni di persecuzione giudiziaria contro Il Cavaliere. Molto di più, però, hanno fatto i tanti signor nessuno che grazie a B sono apparsi nella scena politica. Non appena hanno avuto un barlume di notorietà si sono messi contro di lui, come nella favola della vipera portata in seno dal contadino. Lei stesso avrà avuto occasione di vedere le accuse di tradimento dei troll del leoncavallino... ma la lista è lunga: va da Alfano a Casini, a Lupi, a Toti...