Guerra in Ucraina

Mosca fuori dall’economia "Così isoleremo la Russia"

Usa e G7: via da Wto, Fmi e Banca mondiale. Biden: Putin ha perso. Trieste, Gdf blocca yacht da 530 mln

Mosca fuori dall’economia "Così isoleremo la Russia"

Niente vodka, siamo americani. Washington ha ieri ufficializzato le misure economiche annunciate poche ore prima dal presidente Joe Biden. Nella black list commerciale finiscono l'importazione di pesce e preparati del pesce come il caviale, gli alcolici, i diamanti non industriali, l'esportazione e la vendita, diretta e indiretta, di beni di lusso a cittadini russi e gli investimenti in qualsiasi settore della Federazione Russa, oltre che l'esportazione o la vendita di banconote in dollari. Sono infine vietate operazioni, finanziamenti e garanzie da parte di cittadini americani nei confronti di entità o persone della Federazione Russa. Il presidente americano ha voluto riferire la novità di persona al presidente dell'Ucraina Volodymyr Zelensky nel corso di una telefonata in cui, come riferisce la Casa Bianca, ha sottolineato «il suo sostegno al popolo ucraino mentre continua a difendere il proprio paese dall'attacco immotivato e ingiustificato della Russia». Zelensky da parte sua ha messo al corrente Biden del «quadro della situazione sul campo. L'ho informato sui crimini della Russia contro i civili».


Le misure, che andranno approvate dal congresso, sono a loro modo storiche. «Poniamo fine - scandisce Biden - alle normali relazioni commerciali con la Russia, per la quale sarà più difficile proseguire il business con gli Stati Uniti. E prendere questa misura insieme con gli altri Paesi che rappresentano la metà dell'economia globale significa che per la Russia sarà un altro colpo durissimo alla sua economia, che già soffre molto per le sanzioni che abbiamo varato». Poi un'ulteriore minaccia: «Non parlerò di questioni d'intelligence, ma la Russia pagherà un caro prezzo se userà sostanze chimiche». Nel pomeriggio arriva un'altra botta anche da parte del G7: «Prenderemo misure per togliere alla Russia lo status di nazione più favorita, revocando importanti benefici dalla sua appartenenza al Wto. Stiamo lavorando collettivamente per prevenire che la Russia ottenga finanziamenti dalle principali istituzioni multilaterali, incluso il Fmi, la Banca mondiale e la Banca europea per la ricostruzione e lo sviluppo»


Biden conduce la guerra economica a Mosca con grande determinazione, ma non ci pensa nemmeno a farsi coinvolgere sul piano prettamente militare. «L'idea che mandiamo mezzi di offensivi, tank, aerei con piloti americani, bisogna capire, non prendiamoci in giro, che significherebbe Terza Guerra Mondiale», ha detto il commander in chief parlando alla conferenza dei democratici che premono in molti casi per istituire una no fly zone in Ucraina, idea che Biden vede come il fumo negli occhi, perché porterebbe dritto a un allargamento del conflitto. Del resto secondo lui, «Putin ha già perso».
Intanto, a Trieste il nucleo di polizia valutaria della Guardia di Finanza ha disposto il sequestro dello yacht più grande del mondo, «SY A» del magnate russo Andrey Igorevich Melnichenko, incluso giovedì scorso nella black list della Commissione Ue. L'imbarcazione, del valore di 530 milioni di euro, era all'Arsenale di Trieste e Fincantieri si occupava della manutenzione. Costruito nel 2017, il panfilo (che naviga sotto bandiera del Regno Unito) è lungo 142 metri, ha un albero maestro di 90 metri e la parte emersa è alta come un palazzo di 8 piani.

Commenti