Nervi tesi nel M5S: "Siamo scomparsi, non abbiamo più un'identità"

Nella riunione dei grillini scoppia il caos: "Chi siamo e dove vogliamo andare?". Il Movimento sta per disintegrarsi: "Prendiamo lo statuto del Pd, togliamo il loro simbolo e ci mettiamo il nostro"

Figuracce elettorali, guerre interne, espulsioni e fughe: non c'è tregua per il M5S, che continua a fare i conti con una serie di situazioni imbarazzanti e con dissidi non ancora risolti. Tra i grillini dominano ansia e caos: il primo aspetto è dettato dalla forte preoccupazione di perdere la poltrona in seguito a un'ipotetica caduta del governo; il secondo è la conseguenza naturale della voglia di apparire e di imporre la propria linea da parte di molti pentastellati. Ecco perché si è arrivati a quella che sembra essere la crisi più imponente nella storia del Movimento 5 Stelle. E adesso i rischi sono davvero tanti.

"L’altro giorno mio padre mi ha detto: ma chi siete diventati? Io non capisco più chi siete e dove volete andare". La riflessione di Federico D'Incà rispecchia perfettamente le delusioni che hanno spinto gli ex elettori grillini a votare altrove. La tesi del ministro per i Rapporti con il Parlamento è condivisa da una grande parte del gruppo giallo, che però si è scontrato duramente nella riunione di lunedì in un agriturismo alle porte di Roma. Tra i tanti temi trattati vi è stato anche quello del rilancio del M5S: Riccardo Fraccaro avrebbe proposto di spingere sul referendum propositivo. Tuttavia l'idea avanzata dal sottosegretario alla presidenza del Consiglio non è stata digerita dai presenti. "Se annuncio questo tema ai miei elettori mi vengono a prendere a mazzate", è stato lo sfogo di un grillino. Un dramma politico: ormai pure il via libera al taglio dei parlamentari, utilizzato come àncora di salvataggio, è finito nel dimenticatoio.

"M5S come il Pd"

L'edizione odierna del Corriere della Sera riporta alcuni retroscena del recente incontro: per oltre un'ora si è discusso di rapporto con il territorio e molti l'hanno presa come un'occasione per fare mea culpa. Il lamento che arriva da Stefano Buffagni è chiaro: "Non abbiamo più un’identità, non esistiamo". Lo stesso D'Incà rincara la dose: "Non ci siamo sui territori". Il capo delegazione Alfonso Bonafede cerca di richiamare tutti all'ordine: "Noi non avevamo tre opzioni da discutere?". Effettivamente il malumore di Perilli è comprensibile: "Non ho capito il senso di questa riunione. Perché non potevamo rispondere come gli altri via mail?".

C'è anche chi ha voluto approfittare della situazione per lanciare una proposta: "Perché non prendiamo lo statuto del Pd, togliamo il loro simbolo e ci mettiamo il nostro?". Una provocazione, probabilmente. Intanto Luigi Di Maio vuole accelerare per sanare i processi interni, ma con il passare dei giorni teme che gli Stati generali si protraggano per uno o due mesi. I giallorossi non possono aspettare ancora molto: "Vito, credo che tu debba accelerare. Dobbiamo avere una nuova leadership forte entro 10-15 giorni". Pare infine che Alessandro Di Battista sia stato citato una sola volta, tra l'altro in maniera negativa: "L’unica proposta che ha fatto è il servizio ambientale. Ormai è fuori dal mondo".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

roberto67

Mer, 30/09/2020 - 10:11

E' da mesi che vengono presi per i fondelli su tutti i social, adesso finalmente se ne accorgono. L'unica soluzione per mantenere le poltrone è fondersi con il PD, tanto stanno governando esattamente come il PD, esattamente il contrario di quanto promettevano durante la scorsa legislatura.

leopard73

Mer, 30/09/2020 - 10:36

Per risanare L'ITALIA bisogna mandare a casa questi INCAPACI che sono andati oltre la CASTA!!!

grandeoceano

Mer, 30/09/2020 - 10:41

Siete stati poltronizzati e pidizzati.

IlCazzaroNero

Mer, 30/09/2020 - 11:07

Non hanno ancora capito che l abbraccio col PD è stato mortale e se smantellando i Decreti di Salvini per seguire la politica scellerata della sinistra arriveranno al punto di non ritorno. Non hanno capito che la gente non ne può più di mantenere questi cialtroni mentre gli italiani senza lavoro e prospettive muoiono di fame

ItaliaSvegliati

Mer, 30/09/2020 - 11:31

Sono diventati perfetti KOMUNISTI, il processo di integrazione ha funzionato, manca la bandiera rossa con falce e martello e l'inno di BELLA CIAO alla prossima INTERNAZIONALE KOMUNISTA col 2% dei voti!!!!

Calmapiatta

Mer, 30/09/2020 - 11:34

Scomparsi poichè privi di identità. Quelle identità che il movimento, con la benedizione del Guru, ha allegramente svenduto in cambio della poltrona. Abiurando, in cambio del potee, a tutti i prori fondamenti, il M5s è ormai una casa senza tetto e pavimento. Sono finiti (Grazie a Dio)

bernardo47

Mer, 30/09/2020 - 12:37

basta nullafacenza a sbafo pagata dai cittadini per bene. Riconvertire la legge per dare lavoro vero e a chi non vuol lavorare, nisba!FINIAMOLA!

Uoll

Mer, 30/09/2020 - 12:42

In Germania hanno semplicemente abbassato l'IVA quest'anno. Lineare e pulito.

Ritratto di Smax

Smax

Mer, 30/09/2020 - 12:45

Se fossero uomini e non molluschi e nelle loro vene scorresse un po di sangue al posto di acquetta fresca butterebbero giù il governo e si andrebbe ad elezioni. L’unico modo che hanno per salvarsi. Potrebbero prendere delle percentuali decenti. Più stanno con il pd più perderanno consensi fino a sparire.

antoniopochesci

Mer, 30/09/2020 - 13:21

Alla buonora! Si sono accorti, ormai fuori tempo massimo, di aver perso la loro identità ma soprattutto il contatto con la vita reale. Facendo leva sugli istinti primordiali basati su slogan/bandiera, come giustizialismo,egualitarismo, talebanismo, furore iconoclastico contro tutti i valori della democrazia rappresentativa, hanno infinocchiato i loro elettori facendogli credere che, se uno vale uno, le porte del Palazzo si sarebbero aperte per tutti. Invece, una volta sistematitisi nelle auree stanze del Potere, i loro capataz si sono trasformati nella CASTA più ipocrita. E buona notte ar secchio per tutti quelli che, come pecore belanti, si sono accodati ar campanaccio der Vaffa del loro capobranco.

Enne58

Mer, 30/09/2020 - 13:54

Erroneamente in un primo momento ho letto M5S senza indennità, cavolo si che sarebbe stata una grave notizia, il movimento senza soldi!!! La perdita di identità invece poteva essere una notizia 3 anni fa, adesso sicuramente no

maurizio-macold

Mer, 30/09/2020 - 14:03

Sono fermamente convinto che l'Italia vada commissariata e che per almeno una decina di anni non vi siano nuove elezioni. Questo perche' il popolo italiani e' politicamente immaturo, tanto e' vero che e' stato capace di dare recentemente la maggioranza a partiti come Lega (Nord) e M5S, e prima di loro a PD e FI. Infine per il bene degli italiani gli attuali partiti vanno sciolti e va mantenuta la base tecnica dei ministeri, cioe' quei funzionari e tecnici che restano al loro posto indipendentemente da chi governa. Ovviamente la mia e' utopia, ma chissa' ?

Ritratto di mvasconi

mvasconi

Mer, 30/09/2020 - 15:29

Egregio maurizio-macold, la sua non e' un'utopia, e' una proposta di dittatura...

Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Mer, 30/09/2020 - 15:33

@maurizio-macold Ottima idea. Ma chi controllerebbe i corrotti che scelgono i commissari? Meglio il sorteggio dei parlamentari.

Ritratto di PeccatoOriginale

PeccatoOriginale

Mer, 30/09/2020 - 15:35

Quando governavano con Salvini invece andavano bene...Guardate che e` Salvini che e` sceso dal treno in corsa, loro sono rimasti esattamente gli stessi. (Credo che sia un interessante campione statistico per ricerche sulle percezioni di massa, sia in ambito animale che umano).

Ritratto di malatesta

malatesta

Mer, 30/09/2020 - 15:47

Ma avete pur sempre la PIETRA POMICE con cui potete lucidarvi il cervello..se ancora e' rimasto qualcosa!

ilrompiballe

Mer, 30/09/2020 - 17:04

Il Movimento sarebbe morto da subito se non avesse trovato i due "rianimatori" Lega e PD (voglia di potere e mancanza di visione politica). Senza di loro non sarebbe andato da nessuna parte e la crisi di oggi si sarebbe verificata a suo tempo, con grande giovamento per l'Italia.

Iacobellig

Mer, 30/09/2020 - 17:35

Speriamo che spariscano per sempre. Il primo a sparire dovrà essere di maio che da ignorante non ha mai visto tanti stipendi intascati fino ad oggi immeritatamente e a seguire tutti gli altri : castelli Perilli di Stefano buffagni ecc ecc.

Ritratto di mark_mark

mark_mark

Lun, 05/10/2020 - 18:39

onestà, onestà ahahahahah danè, danè ahahahahah