"FdI ha cavalcato xenofobia e fascismo", Meloni querela Vauro

Giorgia Meloni ora minaccia azioni legali contro Vauro per le parole del vignettista da Paolo Del Debbio contro Fratelli d'Italia

"FdI ha cavalcato xenofobia e fascismo", Meloni querela Vauro

Le offese a Giorgia Meloni da parte di Giovanni Gozzini stanno lasciando una lunga coda di polemiche. La politica compatta ha espresso la sua solidarietà alla leader di Fratelli d'Italia e solo poche voci stonate fuori dal coro si sono sentite di dissentire dalla presa di posizione contro il professore che ha apostrofato il capo dell'opposizione con epiteti rivoltanti. Una delle prime è stata Selvaggia Lucarelli, la giornalista femminista a piacimento, che si spende per le donne quasi esclusivamente quando queste sono di sinistra o non sono in alcun modo riconducibili ad ambienti di destra. L'ultimo in ordine tempo, tra i nomi noti, è stato Vauro Senesi, il vignettista de Il Fatto Quotidiano, che ospite di Paolo Del Debbio a Quinta Colonna ha affondato il colpo su Giorgia Meloni, che in mattinata ha replicato.

In studio si è aperto il dibattito e la maggioranza delle posizioni era in favore del leader di Fratelli d'Italia, anche alla luce della forte presa di posizione di Sergio Mattarella, che prima di tutti ha telefonato alla Meloni per esprimerle solidarietà. A lui ha fatto seguito anche Mario Draghi e poi i esponenti di tutti gli altri partiti. Vauro no, lui deve necessariamente andare rinnegare il buon senso di un'attestato di solidarietà e attaccare a sua volta Giorgia Meloni: "Sono colpito in negativo dalle espressioni utilizzate dal professore. La Meloni è stata ingiustamente offesa, ma quando Liliana Segre è andata in Senato a istituire la commissione contro l’odio, tutta l’aula si è alzata in piedi, tranne i senatori di Fratelli d’Italia e Lega. La Meloni è leader di un partito che ha cavalcato la xenofobia e il fascismo e io non do alcuna solidarietà".

Il conduttore ha dissentito dalle affermazioni del vignettista ma nel frattempo in studio era già esplosa la polemica. Presenti in studio anche Giorgia Fusani e Giuseppe Cruciani, i cui animi si sono incendiati nella discussione. Impossibile a quel punto per Paolo Del Debbio cambiare argomento, tanto che ha dovuto far ricorso alla chiusura dei microfoni in studio per poter continuare la trasmissione. "Non vi sente più nessuno, rompete i coglioni a me e non si viene in trasmissione a rompere i coglioni", ha esclamato Del Debbio. Poi, rivolgendosi a Vauro, ha sbottato: "Te l’ho già detto un’altra volta […] potrebbe essere l’ultima". Un ultimatum al quale Vauro non ha dato seguito e la sua risposta, nonostante il microfono chiuso, si è percepita chiaramente anche a casa: "Campo lo stesso". Immediata la replica di Del Debbio: "Quello di sicuro, anzi camperai meglio non vedendomi e anche io".

In mattinata, Giorgia Meloni ha ripreso uno stralcio delle dichiarazioni di ieri di Vauro e ha commentato: "Non ho alcun interesse alla solidarietà di un personaggio come Vauro, ma per le sue dichiarazioni diffamanti rivolte verso FDI in TV ne risponderà legalmente. Non sono più disposta a tollerare questo tipo di diffamazione nei confronti miei e del partito di cui sono Presidente".

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento