Il peggio della settimana? Giuseppi Conte

Palazzo Chigi? Non è la casa del Grande Fratello. Anche questa settimana i politici non si sono risparmiati. Di Maio lavora dalla mattina alla sera e la manovra dobbiamo farcela noi; Boccia ironizza sulle mascherine e De Luca vuole il lanciafiamme

“Conte non parla”. “Parla sì, ma su facebook”. “Parlerà fra poco.” “Ancora qualche minuto.” E scorrono. Finalmente parla. Ma che dice? Poteva stare anche zitto. Giuseppi Conte e il suo teatrino di ieri notte ha stancato l’Italia e gli italiani. Ieri sera, intorno alle 23.30, è andato in “onda” il peggio della settimana. Un Conte banale, scontato. Più confuso che persuaso. Un mini-discorso alla Nazione in quarantena durato circa sette minuti. “Abbiamo deciso di compiere un altro passo. Chiuderemo tutto ciò che non sia necessario.” Parole al vento che hanno disorientato ancora di più i cittadini. “Chiuderemo tutto…” ma cosa? Bisogna ricordare a Casalino che non siamo al Grande Fratello e non c’è nessuna busta nera da aprire. Tantomeno l’attesa di sapere chi uscirà dalla casa. Insomma, il premier ci ha voluto tenere in suspance. Chigi non è la casa con la porta rossa. Qui si tratta di governare una Nazione. Sui social si è scatenato l’inferno. Tutti ad attaccare Conte, tranne le sue bimbe. Le bimbeminchia. Una fretta di parlare, di andare in video ingiustificata. Per un decreto che andrà in vigore da lunedì. Un discorso da ducetto. Senza giornalisti e domande. Ma come ci siamo ridotti? Più che un governo sembra l’armata Brancaleone. E pensare che il 27 gennaio, ad Otto e Mezzo, il premier alla domanda della giornalista “siete pronti?” rispose: “prontissimi”. Si è visto. Mancano mascherine, disinfettanti e, soprattutto, posti letto. Diamoci una mossa.

LUIGI DI MAIO

Mentre tutti gli altri Stati stanziano miliardi su miliardi per fare fronte all’emergenza Covid-19 noi ne abbiamo appena stanziati 25. Pochissimi. Però, per fortuna, c’è il genio. Chi? Gigi da Pomigliano. Sui social, oltre a farci vedere quotidianamente come si spezza la schiena lavorando, chino su fascicoli, annuncia: “La prima misura economica da seguire è comprare made in Italy.” Ma ci rendiamo conto? Siamo noi, rimasti senza lavoro e quasi senza soldi a dover mandare avanti il Paese. Come? Spendendo e acquistando prodotti italiani. Beh, dovremmo comprare la mozzarella americana? Griderebbe giustizia il palato.

FRANCESCO BOCCIA

Lui ha voglia di scherzare. Si presenta in conferenza stampa con la straccio-mascherina rispedita indietro dalla regione Lombardia. Sghignazza con il capo della protezione civile che, poco prima, aveva elencato il numero dei decessi. Una pessima figura. Boccia voleva fare il simpatico, il galletto, lo sborone. Straccio-mascherina appesa all’orecchio solo per prendere per i fondelli l’assessore Gallera. E con lui tutti i medici che instancabilmente si sforzano di salvare vite umane. Ammalandosi. Proprio perché mancano le mascherine. Quelle vere, serie. Ribadisco: in che mani siamo finiti?

Ma ci pensa il ganzo di Scandicci a metterlo a posto. Sui social scrive: Fare ironia sulle mascherine è assurdo, un atteggiamento indegno delle nostre istituzioni. A maggior ragione dopo ciò che sta accadendo sulle mascherine dalla Lombardia alla Sicilia e dopo le giuste proteste di Fontana e Musumeci.

VINCENZO DE LUCA

Tra tutti i governatori e i sindaci è quello più duro. Una macchietta. Lo sceriffo di Salerno, però, fa ridere. Si può giocare su un argomento tanto serio e drammatico come il coronavirus. De Luca minaccia i suoi: “Sento parlare di feste di laurea… vi mandiamo i carabinieri con il lanciafiamme.” Per non parlare delle “zeppole farcite di crema al coronavirus.” De Luca, un consiglio: parli meno e si riguardi.

I PARLAMENTARI

Loro hanno paura. Chiudono le camere e se ne sbattono del Paese. Mentre gli uomini in divisa, i farmacisti, i camionisti, le cassiere, i banconisti, i giornalisti continuano a lavorare loro stanno a casa. Pagati. Profumatamente. Ma come? Non dovrebbero lavorare per il Paese? Lasciano fare tutto a Giuseppi. La domanda sorge spontanea: servono o non servono i parlamentari? No, perché a questo punto se non servono potremmo pure farne a meno. Risparmieremmo un po’ di quattrini e lasceremmo il Paese in mano a Conte e alle buste colorate. E la democrazia? Difendetela. Tornate a lavoro. Per voi. Per noi.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

cecco61

Dom, 22/03/2020 - 13:16

Qualcuno disse che la dittatura è meglio della democrazia a suffragio universale e con una pletora di inutili rappresentanti. In effetti il dittatore potrebbe anche essere "illuminato" (seppur ahimè non è il caso nostro) ma, il re o il despota di turno, se inadeguato, può sempre essere eliminato velocemente da qualche facinoroso. Eliminare invece centinaia di inutili parlamentari risulta assai più difficile. Teoria bizzarra? Assurda? Inaccettabile? Forse pure incivile ma che i troverebbe conferma dal comportamento dei presunti "onorevoli" italiani.

ilrompiballe

Dom, 22/03/2020 - 13:20

il dramma dell'Italia da sempre: un popolo capace governato da incapaci.

Ritratto di Terenzio-Plauto

Terenzio-Plauto

Dom, 22/03/2020 - 13:21

Come dice Carlo Verdone : De Luca recita meglio di Eduardo...possiede un migliore senso del tempo .Perchè non ha provvisto a fermare per tempo l'esimio sindaco di Napoli che alle sue preziose risorse permette tutto e di più ?

maurizio-macold

Dom, 22/03/2020 - 13:42

Molto serenamente io voglio dare un consiglio a Michel Dessi': recuperi un briciolo di onesta' intellettuale.

mifra77

Dom, 22/03/2020 - 13:42

Quante vittime dobbiamo contare ancora prima di disattivare e silenziare i nostri sgovernanti che continuano a fare di testa loro, salvo poi prendere regolarmente in ritardo le decisioni chieste a gran voce dai governatori e dalla opposizione? Dite poi a Papa Francesco che questo governo spesso parla senza sapere quello che proclama e se avesse voluto il nostro bene, si sarebbe fatto aiutare in tempo utile e non avrebbe frapposto ostacoli ad una regione che sa meglio del governo centrale il cosa fare.

carpa1

Dom, 22/03/2020 - 13:44

Avrei voluto scrivere un poema di improperi; mi limito a un "mi fa pena" in quanto, già in questa espressione, è comunque possibile immaginare il disgusto per i personaggi che abbiamo ai vertici delle istituzioni e per chi ha contribuito a metterceli.

GiacomoP

Dom, 22/03/2020 - 13:49

Se non fosse una situazione così seria, potremmo definirli "una manica di pagliacci". Purtroppo la situazione è serissima. Di conseguenza, la soluzione, è mandarli a casa il prima possibile !! Quì stiamo rischiando, no solo, la catastrofe economica ma la vita stessa.

AjejeBrazow

Dom, 22/03/2020 - 13:53

Conte tacchia.Una nullità miracolata.

dredd

Dom, 22/03/2020 - 14:31

Ha dimenticato i pesci marci, medici senza frontiere, ong varie, tedesche con i capelli vonci e tutti quei maiali che predicano solidarietà e poi scappano nelle loro fogne

frankijournal

Dom, 22/03/2020 - 14:33

Sono un giornalaio,rimango aperto (solo al mattino) per i pochi vicini quasi tutti anziani che comprano il quotidiano non avendo la possibilità di usare internet. Gli incassi praticamente sono nulli. Però devo pagare ogni settimana il distributore che mi porta riviste come al solito, Questa settimana per pagarlo ho dovuto cacciare di tasca mia 500 euro. In un settimana! quanto posso resistere? Il governo dice che la stampa è un bene essenziale, ma come mi aiuta? Con 600 euro a chi prima arriva a richiederli? Ma dove vivono quelli del governo? Perchè almeno non ordinano agli editori di mandare riviste solo in conto deposito, in modo che noi paghiamo solo il venduto effettivo? Ma chiederlo a un governo di cialtroni.....

edo2969

Dom, 22/03/2020 - 15:39

Abbiamo solo abbracci da dare, a tutti tutti, amore e voglia di perdonare anche a chi come me è un peccatore terribilmente serial ma ugnamoci ora , solo forza collettiva e ugnione di tutti i cuori per vincere il corona virus.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Dom, 22/03/2020 - 15:44

@maurizio-macold - la stessa supplica la facciamo noi a te. Ma purtroppo non ci arrivi. Limiti?

ROUTE66

Dom, 22/03/2020 - 15:53

pochissime ore prima del messaggio del"illuminato,un appartenente al suo governo dagli schermi della TV sgridava i governatori del NORD per la fuga in avanti (non concordata) con il governo. BENE POCHE ORE DOPO IL CAPO DEL SUO GOVERNO DICHIARAVA ESATTAMENTE CHE BISOGNAVA FARE CIò CHE CHIEDEVANO I GOVERNATORI. Che dire a mani giunte si prega per questo governo SEMPRE IN RITARDO EPPURE SEMPRE DALLA PARTE GIUSTA(loro ci credono)

gjallahorn

Dom, 22/03/2020 - 16:11

De Luca è allineato con Fontana, ha perfettamente ragione, se non chiude tutto nella Campania sarà una carneficina e sarà un bacino di ritorno del COVID 19 nei prossimi mesi. Gli altri citati da buttare via al più presto.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Dom, 22/03/2020 - 16:18

X cecco61: Se dittatura deve essere, allora è meglio Pinochet di casalino

maurizio-macold

Dom, 22/03/2020 - 16:42

Signor LEONIDA55 (15:44), lei deve avere una grossa stima di se stesso visto che nei post adopera il plurale maiestatis per riferirsi a se stesso. Mi creda se le dico che puo' usare tranquillamente la prima persona singolare, la rende meno ridicolo.

GiovannixGiornale

Dom, 22/03/2020 - 16:44

Dove sono finiti i salvatori del mondo, che soccorrono migranti e protestano cantando a squarciagola Bella Ciao?

mozzafiato

Dom, 22/03/2020 - 16:49

al contrario di quello che predica Mattarella, io credo che l'opposizione dovrebbe smettere di piagnucolare e lamentarsi perchè il governo ed il dormiente stesso, ignorano i loro suggerimenti: QUESTI SONO TUTTI DI SCUOLA SOVIETICA ED IGNORANO IL CONCETTO DI OPPOSIZIONE DEMOCRATICA ! In questo caso bisogna invece fare opposizione dura ed incalzare la banda bassotti, con ogni mezzo legittimo ! OPPOSIZIONE DURA ED INCESSANTE, SENZA PERDONARE IL MINIMO ERRORE AI CAPIBANDA ! Fortunatamente non mancano i mezzi di informazione per "notificare" alla gente le caxxate del governo e le critiche devono piovere SENZA TREGUA ! Altro che collaborazione ! Che vadano al diavolo !I GOVERNATORI DEL CDX procedano come ora ! Critiche al governo per le sue mancanze e andare avanti per la propria strada !

nerinaneri

Dom, 22/03/2020 - 17:07

ROUTE66: zaia 1 marzo: 'aprire tutto'...

jaguar

Dom, 22/03/2020 - 17:29

nerinaneri, Zinga 27 febbraio: Milano non si ferma e giù aperitivi antipanico.

gpl_srl@yahoo.it

Dom, 22/03/2020 - 17:40

grazie al colle ci stiamo avviando allo sfacelo anche economico. non ci dimenticheremo di questo novello napolitano!

carpa1

Dom, 22/03/2020 - 18:02

jaguar0 - 17:29 Non è che ti sei dimenticato di chi era in sua compagnia lungo i navigli di Milano? Già, ma i due sono di un altro pianeta, intendo dire come livello di cultura e, perciò, intoccabili depositari della verità rivelata (da Marx & Co.).