Pensioni, Fornero fa la vittima: "Io una pippa? Patetico"

L'ex ministro: "Italiani abituati alla ricerca del capro espiatorio, se poi è anche donna, subentra una vigliaccheria diffusa"

Pensioni, Fornero fa la vittima: "Io una pippa? Patetico"

"Nei governi tecnici c’era una discreta quantità di pippe". Qualche giorno fa, incontrando i giovani democratici alla Factory Roma, Matteo Orfini, presidente del Pd, non aveva usato mezzi termini per definire l’esperienza dell'esecutivo Monti.

"Beh, stavo facendo un ragionamento sulla stagione dei tecnici e ho semplicemente detto che scopriamo, ex post, che alcune cose che dicevamo allora erano giuste. E che alcuni dei famosi tecnici infallibili erano pippe, per dirla con un linguaggio giovanile. Parlavo della premiata coppia Fornero-Monti. E mi riferivo alle vicende degli esodati e a quella delle pensioni, sulla quale è intervenuta la Consulta", aveva spiegato al Corriere della Sera.

La risposta del diretto interessato non si era fatta attendere: "C'erano pippe nel mio governo? Opinione ponderata del presidente del Pd che ha anche usato un termine tecnico", disse Mario Monti. E oggi a rispondere a Orfini ci ha pensato anche Elsa Fornero. Ospite su La7 a "L'aria che tira", l'ex ministro prima risponde alle accuse definendole patetiche e prive di argomenti e poi incalza facendo la vittima rimproverando gli italiani di maschilismo: "Italiani abituati alla ricerca del capro espiatorio, se poi è anche donna, subentra una vigliaccheria diffusa".

Commenti