Piangi e Fotti

"Chiagni e fotti" in italiano "piangi e fotti" è un'espressione vernacolare napoletana sdoganata dalla volgarità ed entrata nel linguaggio comune per definire chi la butta sulla lacrima per nascondere i suoi errori e i suoi interessi.

«Chiagni e fotti» in italiano «piangi e fotti» è un'espressione vernacolare napoletana sdoganata dalla volgarità ed entrata nel linguaggio comune per definire chi la butta sulla lacrima per nascondere i suoi errori e i suoi interessi. Ed è quindi, dopo le lacrime dell'altra sera in diretta tv della ministra Teresa Bellanova mentre annunciava il decreto salva immigrati un'espressione che ben si addice a questo governo che «piange» per i disgraziati di colore regolarizzati e intanto «fotte» milioni di italiani, lasciati senza soldi e direttive chiare per una riapertura sostenibile economicamente, oltre che dal punto di vista della sicurezza sanitaria.
Chissà perché i ministri piangono solo per provvedimenti sciagurati o comunque portatori di sventure, sia per chi li subisce che per chi li vara, come fu per il precedente di Elsa Fornero (la famigerata legge sulle pensioni che provocò gli esodati) e per l'allora governo Monti.
A fare piangere è la confusione che regna su tutti i fronti. Le cinquecento pagine del decreto economico varato l'altro giorno sono un ginepraio di norme, vincoli e rimandi ad altre leggi da far perdere la testa. E a tre giorni dalla riapertura delle attività commerciali e dei servizi, nessuno sa cosa deve fare per non incappare nelle ire (e nelle multe) dei solerti controllori. Per la stessa situazione, lo Stato, tramite l'Inail, dà un'indicazione e le Regioni un'altra, spesso inconciliabili con la realtà o assurde, come quella che sconsiglia ai bagnini di fare la rianimazione bocca a bocca a un bagnante sul punto di morire annegato.
La verità è che tutte queste norme sono scritte da professoroni a tre stelle che però conoscono i ristoranti solo per averci mangiato, un lido balneare per averci preso il sole, un negozio per averci fatto shopping. Chiedere consigli, o meglio ancora lasciare fare liberamente a chi si occupa di queste cose invece che affidare la pratica al supermanager Colao che in una trattoria non entra da vent'anni - non era forse cosa più intelligente?
Non solo nei fatti il governo non sta aiutando nessuno, ma considera pure i nostri imprenditori un branco di dementi e li costringe a girare nei loro locali con il metro in mano. Questi sono in un delirio di potere, qualcuno deve ricordare loro che siamo in una democrazia liberale, non in uno Stato di polizia permanente.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di adl

adl

Ven, 15/05/2020 - 17:29

Cosa mai ci si poteva aspettare direttore, dal governo del Bisconte Watson, Commander in Chief dell'Impero italico della Burocrazia paralizzante, se non le 500 e passa pagine del decreto Rilancio della Marketta ???!!!! L'arte della sopravvivenza ci insegna a cogliere le opportunità anche nelle situazioni disperate. Nelle 500 pagine del decreto ci sono 3 righe che parlano del FONDO PERDUTO, per le PARTITE Iva e dicono che spetta nel caso in cui il fatturato si sia ridotto almeno del 67%. E se il medesimo criterio lo si applicasse ai Burocrati Bisconte in primis ??? Lo stipendio di costoro spetta solo dopo aver ridotto del 67% gli adempimenti degli utenti. C'è un detto in quel dello stivale d'Italia che dice NON è ORA CHE DEVI PIANGERE, ma quando si ritira tuo padre con i COTOGNI.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 15/05/2020 - 17:40

Tra la volgarità o trivialità cosa si potrebbe preferire in cambio della criminalità di cui è intrisa la società odierna?

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Ven, 15/05/2020 - 17:43

Perlomeno il caos che "conforma" l'Universo è disciplinato da una unica Legge Universale ... o con me o contro di me.

Palumbo

Ven, 15/05/2020 - 17:55

Vorrei sapere dove è andato in vacanza il nostro presidente On. Mattarella

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 15/05/2020 - 18:04

Sono stato a Napoli per 3 anni quando ero ancora un ragazzo, circa 74 anni fa. Allora l’espressione napoletana aveva un più crudo significato.

Ritratto di scimmietta

scimmietta

Ven, 15/05/2020 - 18:08

Povera Italia, poveri noi....

Newfrank

Ven, 15/05/2020 - 18:10

non mi sembra proprio una democrazia liberale..........di democratico non c'è nulla.......e di liberale nemmeno...........c'è solo uno scollamento totale di chi pretende di governare dal paese reale...............seduti fissi sulle loro sedie........le task force pagate decidono tutto............il popolo bue deve soffrire ed ubbidire........................

Giorgio5819

Ven, 15/05/2020 - 18:56

E' l'emblema dei questo governo di approssimati spocchiosi....

Popi46

Ven, 15/05/2020 - 18:57

Dato che non hanno la minima idea su che cosa fare per la “ripartenza”, fanno ammuina....

Ritratto di mortimermouse

mortimermouse

Ven, 15/05/2020 - 19:06

esattamente cosi! sallusti ha descritto bene la situazione paradossale in italia! proprio quello che ci mancava per farci soffrire ancora di piu....grazie babbei comunisti grulli!

nopolcorrect

Ven, 15/05/2020 - 19:24

"vincoli e rimandi ad altre leggi" come, e ridicolmente, nelle famose autocertificazioni.

Ritratto di mauriziogiuntoli

mauriziogiuntoli

Ven, 15/05/2020 - 19:54

iamo in una repubblica parlamentare e molto poco liberale. Un vero liberale, Raffaele Costa, diceva che per ogni legge ne vanno abolite dieci, che occorre farla leggere in una classe di quinta elementare e promulgata solo se i ragazzi l'han compresa.

adal46

Sab, 16/05/2020 - 10:43

Non fa una piega: ma allora l'evidenza dei fatti come si presentano avalla la prospettiva del vero obiettivo, quello di creare caos con un'influenza POMPATAn per rovinare il(i) paese(i). E qui lavoriamo alla grande con dei lacchè pienamente integrati.

Giorgio1952

Sab, 16/05/2020 - 10:45

"Chiedere consigli, o meglio ancora lasciare fare" a chi è del mestiere come camerieri o bagnini, "invece che affidare la pratica al supermanager Colao che in una trattoria non entra da vent'anni non era forse cosa più intelligente?" Certo che le giravolte di Sallusti & co sono incredibili, un mese fa facendo gli auguri a Colao ne tesseva le lodi “uno che è uscito a pieni voti prima dalla Bocconi e poi da Harvard, che ha scalato posizioni dentro giganti della finanza tipo Morgan Stanley e McKinsey e che ha diretto il traffico di Vodafone in Europa”.

Ritratto di Menono Incariola

Menono Incariola

Sab, 16/05/2020 - 11:34

E' l'ottica di partenza, che mi sento di contestare. Nell'editoriale, il succo e' l'incompetenza di chi ci governa. Non e' cosi', non sono usciti dal Cottolengo, sono ben consci di quanto fanno, e lo fanno per ESEGUIRE DEGLI ORDINI. Non sara' quindi con una oggi malintesa solidarieta' nazionale che si potra' migliorare il loro operato, ma con una durissima oppposizione che li cacci a pedate dalle poltrone che INDEGNAMENTE E SURRETTIZIAMENTE OCCUPANO.

Mborsa

Sab, 16/05/2020 - 11:53

Non credo che occorra una task force speciale per stabilire che dare norme vincolanti nel fine settimana prima della apertura e prendere la "scusa" della raccolta agricola per norme che produrranno effetti ad agosto sia demenziale. Non è che questi lo facciamo apposta, sono proprio incapaci!

acam

Sab, 16/05/2020 - 13:10

pure tu sei romano e noantri dicevamo piagni er morto e fraga er vivo meno volgare e più significativa..e

Altoviti

Sab, 16/05/2020 - 14:12

Caro direttore, siamo ostaggi noi da gente neanche eletta che ci governa, da partiti che pure in monoranza si accozzano e si mascherano per sedurre gli elettori mentre sono di una stessa matrice: i vari PD, 5 Stelle, Italia Viva, Leu, Più Europa, tutti marchi di una stessa multinazionale della sinsitra del male, quella solita che ha sempre odiato il popolo italiano.

Italianocattolico2

Sab, 16/05/2020 - 16:11

Un decreto scritto da un avvocato azzeccagarbugli, sponsorizzato ed accreditato dal socio in affari, non poteva essere che di almeno 500 pagine. L'unica preoccupazione dell'incapace amministratore di condominio (bravo però nel difendere lo suocero che si era fottuto i soldi della tassa di soggiorno) è stata quella di garantire alla burocrazia tutte le strade possibili per vessare il cittadino e per rimanere intoccabile, sia lui che i suoi soci in affari e in panzane raccontate a piena bocca, magnificando quanto solo lui crede di aver fatto e che non porterà mai un centesimo ai cittadini ma solo ai dipendenti pubblici ed alle banche.

Ritratto di dlux

dlux

Sab, 16/05/2020 - 16:44

Il suo titolo oggi mi piace. Lei lo attribuisce al povero (nel senso che è un apprendista) Conte ma in realtà in esso è condensata la filosofia politica di uno dei maggiori partiti politici italiani. Il PD. Lei, come me, ricorderà quanti strepiti quando c'era da lottizzare i canali RAI e si vede, infatti, il risultato della filosofia: da uno ora ne ha tre. Così come strepita quando ci sono le nomine...di cosa? di tutto. Ed infatti dappertutto ci sono i suoi "ometti". Vuole che le faccia qualche esempio o può bastare cosi?

mediarad

Dom, 17/05/2020 - 11:32

Io credo che la classe politica abbia un problema serio: non fa uso del buon senso per anticipare le conseguenze delle leggi che emanano. Il caso più sorprendente riguarda la policy sul distanziamento in spiaggia. Per spronare i politici a usare il buon senso farei la seguente provocazione: applicare la stessa policy alle sedi delle istituzioni parlamentari nazionali e regionali (Palazzo Madama e Montecitorio). In queste sedi operano comunità di politici che in numero e tempi di presenza non sono dissimili dai turisti che occupano le spiagge. Immagino che tutte, queste sedi subirebbero una drastica riduzione delle 'sedie' su cui sedersi e non riuscirebbero a ospitare tutti gli onorevoli e/o gli assessori che oggi godono del privilegio di potersi sedere. Stabilirei che coloro che, seduta per seduta, non trovano posto perdano la retribuzione giornaliera, così come succederà ai proprietari dei bagni, che a seguito della policy emanata, subiranno tagli esagerati dei loro ricavi.

acam

Dom, 17/05/2020 - 13:27

hanno scritto 500 pagine governo e consulenti sono quai cinquecento quindi in tre mesi una pagina a testa a mattarà e tu che ne dici?