Il piano di Berlusconi per il rilancio del Meridione

L'ex premier: sgravi fiscali a chi investe e uno stop alla politica assistenziale di questo governo

Milano Anche il voto di domenica prossima può essere il viatico per mettere nell'agenda Italia la questione meridionale. Ne è sicuro Silvio Berlusconi che ieri è tornato a parlare del voto amministrativo in Calabria, dove Jole Santelli, parlamentare e già coordinatrice regionale di Forza Italia è chiamata alla sfida elettorale contro l'imprenditore Pippo Callipo, chiamato a rappresentare il centro-sinistra. «Il divario tra Sud e Nord, anziché diminuire, ha ripreso ad aumentare - ha commentato il leader di Forza Italia -. I governi che si sono succeduti non hanno creduto veramente nelle possibilità di sviluppo del Mezzogiorno, ma hanno messo in campo soltanto delle semplici misure assistenziali e temporanee come il reddito di cittadinanza». «Il nostro successo in Calabria - ha spiegato Berlusconi in un video pubblicato su Instagram - servirà a invertire la rotta: vogliamo investimenti per la crescita, non che si buttino i soldi a fondo perduto».

Il leader azzurro si è poi detto sicuro della vittoria anche in Puglia e in Campania. «Già governiamo in Sicilia - ha spiegato - e potremmo in un prossimo futuro studiare con i nostri governatori misure adatte per far ripartire l'economia del Mezzogiorno. Come a esempio sgravi fiscali per chi assume o per chi investe in queste regioni. Per esempio sgravi fiscali per chi assume o per chi viene ad investire al Sud, per creare posti di lavori per i giovani. E poi infrastrutture, visto che al riguardo il nostro Paese è ancora drammaticamente indietro rispetto agli altri Paesi europei».

A nulla serve, ha ricordato poi Anna Maria Bernini, capogruppo al Senato per Forza Italia, tutta la «propaganda che il governo sta mettendo in moto adesso annunciando il taglio del cuneo fiscale».

«Sono misure che si vedranno solo tra sei mesi - dice la senatrice che oggi sarà in Calabria a fianco di Jole Santelli per partecipare a un evento elettorale a Rossano (Cosenza) organizzato dalla senatrice Fulvia Caligiuri -. Non solo: le risorse stanziate sono nettamente inferiori a quanto sarebbe necessario per una riduzione davvero efficace, ma il governo si ostina a non toccare una spesa improduttiva come il reddito di cittadinanza»

Commenti
Ritratto di Quintus_Sertorius

Quintus_Sertorius

Lun, 20/01/2020 - 09:21

Quindi meno tasse al 10% più ricco e ponte sullo Stretto. Questa l'ho già sentita.

Gattagrigia

Lun, 20/01/2020 - 09:57

Il piano di Berlusconi mi sembra già sentito, per non dire trito e ritrito, e non ha finora portato a niente se non a peggiorare la situazione. Non sono un politico, però penso che il Sud abbia bisogno di infrastrutture per far emergere tutto il suo potenziale di bellezze naturali e di accoglienza, che grazie ad un clima mite può richiamare per tutto l’anno milioni di turisti dal Nord d’Europa

Ritratto di dlux

dlux

Lun, 20/01/2020 - 10:01

Nelle mie innumerevoli lettere, inviate anche attraverso queste pagine all'indomani dell'appoggio al governo Monti, oltre alle ovvie e veementi proteste, esprimevo le fosche previsioni per il futuro di FI, per il fatto che ne avrebbe pagato le conseguenze. Cosa che si è puntualmente verificata. Non solo non è stato fatto tesoro di quanto da me espresso, ma, al contrario, non è stata mai fatta una sana disamina degli errori commessi ed una onesta presa di coscienza. Quando sento Berlusconi esprimere le sue ottime intenzioni automaticamente mi vengono in mente le mie parole dette e ridette otto anni fa...

alberto_his

Lun, 20/01/2020 - 10:07

Mai fatto nulla quando era al governo e ora lancia promesse elettorali.

DRAGONI

Lun, 20/01/2020 - 10:10

UN CAVALIERE SEMPRE PROPONENTE E CON I PIEDI PER TERRA.GO, GO, GOOO! BERLUSCONI.