Politica

Pisa, immigrato fa campagna per sinistra e insulta l’Italia: "Popolo di mafiosi di m…"

A denunciare l’episodio è la sindaca leghista di Cascina, Susanna Ceccardi

Pisa, immigrato fa campagna per sinistra e insulta l’Italia: "Popolo di mafiosi di m…"

Un immigrato, mentre distribuiva volantini elettorali per la coalizione di centrosinistra, si è messo a insultare alcuni operatori commerciali, i militanti politici del centrodestra e anche il nostro Paese. Il fatto al mercato di Pisa di via Paparelli, dove si fa campagna elettorale in vista del ballottaggio di domenica 24 giugno che eleggerà il nuovo sindaco e che vede contrapposti Andrea Serfogli e Michele Conti.

All’improvviso, lo straniero si è messo a discutere con alcuni passanti, etichettando anche come "mafioso italiano" un ambulante lì presente. A denunciare l’episodio sono, via Facebook, la sindaca di Cascina Susanna Ceccardi e l’onorevole Edoardo Ziello, entrambi della Lega. "È sconcertante che un immigrato si permetta di proferire frasi ingiuriose nei confronti della nostra Nazione, consiglio a questa persona di portare rispetto verso il Paese che lo ospita" ha scritto Ziello su Fb.

Pisa verso il voto

È stato seguito a ruota dal primo cittadino e compagna di partito Ceccardi: "Uno straniero, assoldato dal candidato sindaco del Pd Serfogli per fare volantinaggio, si è messo ad aggredire e offendere i venditori ambulanti che la pensano diversamente. 'Dell'Italia non me ne frega un ca…, siete dei mafiosi di me…"' Questa è l'arroganza di chi vorrebbe ancora una volta governare questa città in barba a chi lavora e agli italiani per bene. Siete alle battute finali. Forza Lega, forza Michele Conti!".

Commenti