Pochi tamponi ma 320 malati. E i ricoveri salgono ancora

Pochi tamponi ma 320 malati. E i ricoveri salgono ancora

Calano i nuovi casi di coronavirus ma salgono i ricoveri. Nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati resi noti dal ministero della Sanità, sono stati registrati 320 contagi (domenica erano 479), tra questi nelle varie regioni c'è una buona fetta di casi legati ai viaggi di rientro dai Paesi a rischio (per i quali adesso sono obbligatori i tamponi da effettuare entro 48 ore dall'arrivo in Italia) e ai giovani che hanno trascorso le vacanze in luoghi affollati e senza prestare attenzione alle misure di prevenzioni anti-Covid, prima che il governo intervenisse dopo Ferragosto chiudendo le discoteche e imponendo le mascherine anche nei luoghi aperti dopo le 18. Ci sono anche diversi focolai, per ora sotto controllo.

Il calo dei contagi di ieri è stato però registrato a fronte di un minor numero di tamponi, che sono stati 30.666, seimila in meno rispetto al giorno precedente. Il numero dei nuovi casi porta gli attualmente positivi a quota 14.867. Di questi 13.999 si trovano isolamento domiciliare, mentre 810 sono ricoverati con sintomi. In terapia intensiva rimangono 58 persone. Gli ultimi 4 morti portano il totale delle vittime dall'inizio dell'epidemia a quota 35.400.

I maggiori incrementi di contagi sono nel Lazio con 51 nuovi casi, nel Veneto con 46, in Lombardia con 43 ed in Emilia Romagna con 41. Sono solo due le regioni a zero contagi: Molise e Basilicata. Mentre un solo caso è stato registrato in Valle D'Aosta, Umbria e Trentino. In Lombardia ci sono stati 3 nuovi casi (7 nella provincia) e nessun nuovo decesso, Aumentati i guariti e i dimessi.

Commenti