Prodi: "Trump cavalca la paura. ​È un populista nuovo"

Prodi: "Avanza un populismo nuovo, non più solo di destra ma globale, alimentato dagli stessi nutrimenti in Usa e in Europa"

"Oggi il mondo è dominato dalla paura. E guardi che le dico, se a candidarsi per i democratici ci fosse stato JFK in persona, forse non ce l'avrebbe fatta nemmeno lui". Romano Prodi, in una intervista al Mattino, dice la sua sul risultato delle elezioni presidenziali. "Questa vittoria inaspettata è certo una lezione che conferma quanto vado dicendo da tempo: avanza un populismo nuovo, non più solo di destra ma globale, alimentato dagli stessi nutrimenti in Usa e in Europa. Ad incrementarlo contribuisce un'involuzione delle nostre società su questioni come la distribuzione del reddito, l'insicurezza di fronte alle immigrazioni non gestite in modo appropriato, i salari e il lavoro precari o inesistenti, il terrorismo, la finanziarizzazione dell'economia, la globalizzazione affrettata. Tutto ciò rende i sistemi democratici più fragili e vulnerabili di fronte a populismi alla Trump".

Secondo l'ex premier quello degli americani è stato un voto "contro le élite, con Sanders non sarebbe accaduto, Sanders adombrava una rottura di sistema, non con il populismo ma con un suo programma, e certo sarebbe stato in ciò un competitor più costruttivo. Non saprei però quanto sarebbe stato capace di attrarre il voto del centro degli Stati Uniti". E sul fatto che i listini hanno preso ad accelerare commenta: "Già si stanno preparando perché i mercati finanziari sono maestri nell'annusare le politiche che saranno adottate. Ho già visto i distinguo spuntati nei diversi settori: i farmaceutici che si riposizionano sul prezzo dei farmaci, gli energetici che si aspettano più politiche filo-petrolio, poco aperte ai settori ambientalisti. Le interpretazioni si frammentano ma sarà come per la Brexit: le vere conseguenze, anche su questo piano, si vedranno dopo. Del resto, ha sentito il discorso di Trump a commento della vittoria, no? Molto più rassicurante, pacato e, in campo economico, assolutamente keynesiano. Il che suggerisce: attenzione a trarre conclusioni affrettate, per ora possiamo solo ribadire che hanno vinto la paura e l'insicurezza. E un sistema politico democratico dovrebbe essere sempre in grado di fornire risposte in grado di assicurare sicurezza e coraggio, altrimenti si perde". E conclude: "Trump è un populista dello stesso stampo degli altri europei, quindi è chiaro che quelli come lui gioiscano facendo a gara a mandargli le felicitazioni. E Marine Le Pen è stata la prima con il suo tweet. Così si preparano anche loro a fare tesoro delle paure sia di destra che di sinistra, raccogliendole tutte come ha fatto il tycoon senza escluderne nessuna".

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di 02121940

02121940

Gio, 10/11/2016 - 10:22

Nella vita ognuno cavalca qualcosa. Secondo Prodi Trump cavalca la paura. Quanto a lui, Prodi, a suo tempo ha cavalcato le nostre tasse, di cui noi abbiamo ancora "paura", in specie l'IRAP (Imposta Regionale sulle attività produttive, la goccia che fece traboccare il vaso, spingendo le grandi imprese a fuggire all’estero). Poi ci ha anche regalato l'ingresso nell'Euro, in cui ci ha fatto entrare senza avere le carte a posto (il debito pubblico oltre il 100%, invece che sotto il 60%), così consentendo a Ghermania e Francia di annientarci sul mercato interno e internazionale. Grazie Prodi di questa sua nuova lezione, di cui però non avevamo alcun bisogno.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Gio, 10/11/2016 - 10:46

Chi ha creato la paura? Stiamo affrontando in Italia un referendum dove i promotori del SI, leggasi Governo Renzi, è da mesi che fanno terrorismo psicologico sugli effetti della vittoria del NO. Anche con la Brexit doveva succedere un cataclisma e invece non ha nemmeno piovuto! La gente non ha paura, la gente è stufa di voi, rassegnatevi.

Ritratto di settimiosevero

settimiosevero

Gio, 10/11/2016 - 11:08

veramente a me spaventi tu.

Duka

Gio, 10/11/2016 - 12:25

MA CHE PENSIERO PROFONDO!!!!!!!!

gian paolo cardelli

Gio, 10/11/2016 - 12:28

"come faceva a sapere che la prigione di Moro stava a Via Gradoli?" "me l'ha detto uno spirito" "ah, molto bene: vada pure"

ennio78

Gio, 10/11/2016 - 13:20

Paura? e se invece fosse disgusto? Tutti spiegano i nuovi fenomeni sociali con la "paura", o "fobia". In questo modo si sposta sempre il problema all'individuo e non alle cause che lo hanno creato. Perche'ci si sente in colpa a sentirsi paurosi. In realta' si tratta di una reazione di disgusto profondo e quindi colpa di chi lo causa e non di chi lo subisce.

Keplero17

Gio, 10/11/2016 - 13:33

Purtroppo la paura è già materializzata, la guerra con la Russia, l'immigrazione fuori controllo, l'impoverimento della popolazione, sono fattori reali. Le persone rifiutano l'indottrinamento dei valori e preferiscono utilizzare la propria coscienza ce la propria ragione e all'istinto di conservazione della propria vita. Il grande fratello ha fallito.

lamde28

Gio, 10/11/2016 - 14:14

QUANDO COMPARE PRODI ATTENZIONE DISASTRO IN VISTA IN CASA SI BLOCCA TUTTO TV LAVATRICE ENEL ECC. IL CANE SCAPPA URLANDO ANCHE LUI NON LO SOPPORTA.

Ritratto di libertà o cara

libertà o cara

Gio, 10/11/2016 - 15:44

X Ennio78 gentile Ennio consideri che per lor signori l'essenza del dire deve essere: "la sovranità popolare è negata nei fatti" "figurarsi rispettarla quella sovranità" "il popolo é sempre in errore" "o sei della casta loro o sei un errore vivente e vai punito ipso facto" loro sono alla obbedienza e debbono scondinzolare felici dinnanzi al padrone, sempre pronti alle sue voglie lubriche! Sempre pronti a giustificare i suoi delitti e le sue malefatte! Libertà o cara

cicocichetti

Gio, 10/11/2016 - 16:41

gian paolo cardelli SEI IL NUMERO UNO !!!! AH AH AH

Anonimo (non verificato)

geronimo1

Gio, 10/11/2016 - 18:35

Ma parla ancora Mortadella?????? ma basta guardarlo nella foto che scappa da ridere..!!!! Anzi scappa da piangere...!!!!! Fai proprio pieta' Mortadella...!!!!!!

manente

Gio, 10/11/2016 - 18:36

Con la sottile perfidia che gli è propria, questo cialtrone vorrebbe nascondere il fatto che J.F. Kennedy e suo fratello Bob sono stati assassinati da quegli stessi poteri ora sostengono la "democratica" Clinton e che hanno combattuto Trump con ogni mezzo, arrivando perfino a "ventilare" attentati contro di lui ! Quanto alle "cavalcate", Prodi fa finta di non essersi accorto che Trump non ha cavalcato la paura, ma ha "cavalcato" alla grande proprio lui e quelli come lui !

un_infiltrato

Gio, 10/11/2016 - 18:54

Zitto tu, che non capisci niente. Taci. Fatelo tacere.

dot-benito

Gio, 10/11/2016 - 20:46

caro prodi spero che continuerete a masticare amaro (magari veleno) ancora a lungo ma purtroppo in italia ci sono molti testoni che vi credono ad occhi chiusi svegliatevi

alby118

Gio, 10/11/2016 - 22:00

Ultimamente anche noi Italiani cavalchiamo, ma in groppa a dei somari rossi di razza.

brunog

Ven, 11/11/2016 - 00:02

Il Mortadella invece cavalca l'ignoranza e l'incompetenza.

incomprensibile

Ven, 11/11/2016 - 06:57

Prodi, non ti vergogni, hai rovinato l'Italia con Ciampi e Napolitano, Tu e Napolitano prima sparite dalla faccia della terra gli Italiani non si arrabbieranno meno.