Elezioni Regionali 2015

In Puglia vince Emiliano

L'ex sindaco di Bari conquista il 47,3% dei voti, anche grazie agli scontri interni a Forza Italia

In Puglia vince Emiliano

Come ci si aspettava, in Puglia stravince Michele Emiliano con il 47,2% dei voti (quando le sezioni scrutinate sono 2782 su 4016). Dietro testa a testa tra la grillina Antonella Laricchia e il candidato fittiano Francesco Schittulli (entrambi intorno al 18%), poi Adriana Poli Bortone (Forza Italia) al 14,47%. Il centrodestra paga gli scontri delle scorse settimane e le divisioni interne.

"La buona notizia è che entra nel consiglio regionale della Puglia una forza politica onesta, piena di tante proposte e non vediamo l’ora", ha commentato Antonella Laricchia, (M5S), "Con Grillo non mi sono sentita per telefono nella notte, non ho con lui un contatto così diretto, lo incontrerò tra poco. Noi porteremo in Consiglio regionale tanta trasparenza e tanto risparmio perché rinunciamo a metà del nostro stipendio. Noi porteremo in consiglio regionale le proposte dei cittadini. E il M5S, ripeto, non parteciperà alla spartizione delle poltrone".

Intanto il neo governatore in pectore, Michele Emiliano, inizia la vera sfida. Tre i temi all'ordine del giono: la xylella (il batterio killer che sta decimando gli ulivi in Salento), l’Ilva e il confronto con gli altri candidati per "concordare con loro disegni di legge condivisi". Emiliano è pronto ad offrire alla Laricchia la poltrona dell'Assessorato all’Ambiente: "Ha avuto una affermazione che era prevista e in qualche modo auspicata e il Pd e il M5S hanno in comune gli interessi per la salvaguardia dell’Ambiente", ha detto, non facendosi scoraggiare nemmeno quando la grillina declina la proposta, "Ho la testa dura, insisterò". Poi sul risultato dice: "È una vittoria sfolgorante, mai il centrosinistra aveva vinto con tanto distacco sul centrodestra in Puglia. Vinciamo per la sesta volta consecutiva, in grandi elezioni locali. Dal 2004 ad oggi abbiamo vinto tre volte consecutive al Comune di Bari e tre volte consecutive alla Regione, e questa era una volta definita l’Emilia Nera".

Commenti