Quanto è "vomitevole" Macron: al confine respinge pure i minorenni

Gli ispettori del Viminale a Claviere scoprono il tentativo di Parigi di rimandare in Italia dei minori, contro le regole di Dublino

Il buonissimo Macron, quello a capo del partito che ci ha definito "vomitevoli" per la chiusura dei porti, respinge alla frontiera pure i minorenni. Amnesty International, dopo le polemiche sullo sconfinamento a Claviere, lo aveva già denunciato in un report dettagliato sui metodi "illegali" utilizzati dalla gendarmeria al confine col Belpaese. Ma stavolta i fatti sono stati "scoperti" dagli esperti inviati dal Viminale alla frontiera. E se tre indizi fanno una prova, allora stavolta il presidente francese difficilmente potrà parlare di "deplorevoli errori".

La vicenda risale al 18 ottobre scorso. Secondo fonti del Viminale, erano le 22,30 quando i Transalpini hanno tentato di rispedire nel Belpaese dei migranti minori prima che le autorità italiane bloccassero la procedura. Solo un inciampo? Non pare. Perché solo pochi giorni prima, era il 12 e 13 ottobre, i volontari di Amnesty si erano recati al confine per verificare la situazione e si erano trovati di fronte alle stesse identiche irregolarità: "Ci sono stati 26 respingimenti dalla stazione di polizia frontaliera di Montgenèvre verso Clavière, il primo paese italiano, senza alcun esame individuale della loro situazione e impedendogli di fare richiesta d'asilo - si legge nel dossier - Ma soprattutto non si sono preoccupati del fatto che 8 di loro erano minorenni e non potevano essere rimandati indietro in quel modo".

Il sospetto del governo italiano, confermano le fonti del Viminale, è che le autorità francesi abbiano riportato dei cittadini stranieri in Italia in modo sbrigativo anche per eludere le procedure previste dal trattato di Dublino. Di cosa si tratta? Come spiegato sul Giornale.it, il regolamento europeo ha delle norme ben chiare per i casi di respingimento verso un Paese di primo approdo (come l'Italia). Lo straniero che, sbarcato in Sicilia, tenta di arrivare a Parigi può essere rimandato nel Belpaese. Lo prevede Dublino III. Ma per farlo l'Eliseo dovrebbe seguire una lunga procedura che va dalle indagini sull'approdo in Europa del migrante fino al via libera da parte delle autorità italiane.

Per aggirare la burocrazia, il governo francese da tempo attua dei respingimenti al confine basandosi sulla sospensione degli accordi di Schengen (a seguito degli attacchi terroristici del 2015) e sull'accordo di Chambery del 1997 (firmato da Prodi). Questo patto bilaterale permette a Francia e Italia di "restituire all’altro Stato gli extracomunitari clandestini provenienti da quest’ultimo, intercettati all’atto di oltrepassare la frontiera". Ma entrambi possono farlo solo informando la controparte e non scaricando immigrati nei boschi. Il trattato di Chambery prevede infatti che gli Stati consegnino "le persone in situazione irregolare, nel rispetto degli accordi vigenti" solo nei "Centri di cooperazione". Dunque a Ventimiglia e Mentone, non altrove.

Lo sconfinamento di Calviere ha aperto una ferita nei rapporti bilaterali proprio perché non sembrerebbe rientrare nei patti di Chambery. La domanda dunque sorge spontanea: quante altre volte l'Eliseo ha utilizzato lo stesso trucchetto? Per questo il ministro nei giorni scorsi ha deciso di inviare degli esperti a Claviere per approfondire i casi di sconfinamento e ha disposto la presenza fissa di una pattuglia della polizia al confine. L'intenzione è quella di incontrare il ministro dell'Interno francese per trovare un (nuovo) accordo. E magari per fare chiarezza sulla facilità con cui, chi ci accusava di essere "vomitevoli", respinge i migranti alla frontiera. Anche bambini e adolescenti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di bandog

bandog

Mar, 23/10/2018 - 11:51

Lo straniero può essere rimandato nel Belpaese. Lo prevede Dublino III...Chi sono i 00 che hanno firmato e ratificato Dublino III???,ahh uno sgoverno pdiota,che altro!!!

titina

Mar, 23/10/2018 - 12:01

Perchè lui preferisce le anziane.

Paolo17

Mar, 23/10/2018 - 12:06

Invece di "giocare" a far la guerra all'Europa, a distruggere gli imprenditori con il Decreto Dignità, a insultare la Fornero e a firmare decreti come il Reddito di Cittadinanza per mandare in rovina i risparmi degli italiani al fine di regalare i soldi agli sfaticati, il nostro bravo Ministro dell'Interno facesse il suo mestiere e mandasse le Forze dell'Ordine al confine di Claviere. Incapace.

Ritratto di MIKI59

MIKI59

Mar, 23/10/2018 - 12:06

Perché ancora meravigliarsi? Non è ancora chiaro che è un'Europa a diverse velocità?

agosvac

Mar, 23/10/2018 - 12:07

Macron è in grossi guai, dubito che arriverà alla fine del suo mandato presidenziale. La Francia da lui mal gestita può scoppiare da un momento all'altro sia per i cittadini francesi come cittadinanza ma islamici sia per quelli francesi a tutti gli effetti ma scontenti della sua gestione. Al contrario di quel che vorrebbe fare capire la Francia, economicamente, non è messa troppo bene: produce poco, esporta ancora di meno ed i suoi conti non sono in ordine.

sergio_mig

Mar, 23/10/2018 - 12:18

Macron? Un pervertito con deviazioni sessuali e disturbi mentali gravi, falso, questo è un pericolo per la Francia e per l’Europa. Mi stupisco che i francesi non lo abbiano ancora cacciato.

kallen1

Mar, 23/10/2018 - 12:23

E poi vengono a fare la morale a noi! vomitevolissimevolmente VOMITEVOLI

Ritratto di bimbo

bimbo

Mar, 23/10/2018 - 13:02

Più che vomitevole il che da il senso della stima che ha acquisito, lo definirei un travet in carriera e come tanti rovinati dallo stupidismo popolare d'ufficio.

Ritratto di risorgimento2015

risorgimento2015

Mar, 23/10/2018 - 13:06

Facci lo stesso L'ITALIA ! E` emergenza !? Rintrudurere filo spinato elet./ cani feroci/ moschetto con baionetta.....almeno sul quel versante.( meglio su tutto il confine d'italia)

il corsaro nero

Mar, 23/10/2018 - 13:10

@Paolo17: Infatti ha provveduto!

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 23/10/2018 - 13:18

Sono certo che la strada dell'insulto personale, perseguita da questo governo ed assecondata da questo giornale, sia quella giusta per una rapida e corretta definizione di ogni controversia internazionale.

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Mar, 23/10/2018 - 13:18

Sono certo che la strada dell'insulto personale, perseguita da questo governo ed assecondata da questo giornale, sia quella giusta per una rapida e corretta definizione di ogni controversia internazionale.

Ritratto di kuFu'.

kuFu'.

Mar, 23/10/2018 - 13:53

fanno bene i francesi, dovrebbero farlo anche gli italioti

Ritratto di ellebor0

ellebor0

Mar, 23/10/2018 - 13:59

Che il PresFra soffra di disturbi comportamentali ormai sembra evidente. L'unico rimedio al suo disastro saranno gli elettori francesi SOVRANI, che manderanno a casa lui così come i suoi predecessori. Il TEMPO medica tutto, è un botulino infallibile.

schiacciarayban

Mar, 23/10/2018 - 14:30

Almeno Macron non sbava quando parla, per il resto è una bella lotta!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 23/10/2018 - 15:36

(1si) Bisogna necessariamente essere in totale disaccordo col titolo e il contenuto di questo articoletto. Si ribadisce, per l’ennesima volta, che Macron, dal punto di vista della gestione ‘invasori’, è un grande statista. Evidentemente non tanto da potere giustificare per lui l’utilizzo scientifico e sistematico di aggettivi come ‘titanico’, ‘incommensurabile’, ‘immenso’ et similia. Aggettivi il cui eventuale utilizzo sarebbe stato e tuttora sarebbe giustificato solo da atti di brutale concretezza effettuati spietatamente nel reale. Per capirci: in questo caso si starebbe al livello superiore del ‘Pragmatismo Visionario’.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mar, 23/10/2018 - 16:06

#Paolo17- 12:06 Sicuro d'aver letto per intero l'articolo o , quantomeno, d'averlo compreso?

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mar, 23/10/2018 - 16:10

(2ti) Ma non è il caso di Macron che rimane solo un grande statista. Colpire i cuccioli di animale, quali inevitabilmente sono e vanno considerati i bambini, è una garanzia che il subdolo pretesto ‘umanitario’ giustamente non sarà mai applicato alla dimensione reale delle cose o quanto meno si farà riferimento ad esso in una maniera saltuaria tale da non essere comunque in grado di inficiare il pratico risultato o esito finale. Fondamento necessario, quest’ultimo della eventuale non applicazione del concetto di ‘umanità’, affinché si possa confidare in una sicura soluzione di qualsivoglia problema che abbia gli umani come protagonisti o fastidiosi comprimari.