Quell'aut aut di Conte a Salvini e a Di Maio: accordo o me ne vado

La parabola di Giuseppe Conte raggiunge l'apice nella notte

Quell'aut aut di Conte a Salvini e a Di Maio: accordo o me ne vado

Da anonimo avvocato del popolo dalla figura sbiadita dall'attivismo dei due vicepremier a presidente del Consiglio che detta le condizioni. La parabola di Giuseppe Conte raggiunge l'apice nella notte. La lunga notte che ha portato dopo oltre quattro ore all'approvazione della manovra con nuovi numeri e nuove coperture è stata piena di tensione. Come riporta il Corriere della Sera, il premier ha posto una sorta di aut aut a Salvini e Di Maio. Se non fate entrambi un passo indietro e se non trovate un accordo la mia fiducia viene meno. Questo il senso dell'avvertimento. In altre parole: senza accordo me ne vado a casa.

Insomma, secondo il Corriere della Sera, Conte ha "messo la fiducia sulla propria persona", esercitando un ruolo di forza che in passato non aveva mai avuto.

Commenti