Interni

Rigassificatore di Piombino, la Toscana agevola Snam

Snam, proprietaria dell'infrastruttura galleggiante per il rigassificatore di Piombino, ha ottenuto dal commissario straordinario e presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, 100 giorni per studiare un "possibile riposizionamento offshore"

Rigassificatore di Piombino, la Toscana agevola Snam

Snam, proprietaria dell'infrastruttura galleggiante per il rigassificatore di Piombino, ha ottenuto dal commissario straordinario e presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, 100 giorni per studiare un «possibile riposizionamento offshore» dopo i tre anni nel porto di Piombino. Snam sta cercando «una soluzione che la porti fuori dalla Toscana», ha annunciato Giani aggiungendo che «la società mi ha chiesto una proroga del termine di 150 giorni, ma non è possibile e darò ulteriori 100 giorni per trovare una piattaforma al di fuori della costa Toscana». Polemico il sindaco di Piombino, Francesco Ferrari, secondo cui «il rischio è che la permanenza della nave nel nostro porto si dilati e questo è inaccettabile».

Snam, invece, infrastrutture per l'energia ha confermato il rispetto della tempistica. «L'arrivo della nave è atteso nella seconda metà di marzo e l'avvio della rigassificazione entro i primi di maggio», ha spiegato Elio Ruggeri, amministratore delegato Snam Fsru Italia, a proposito dell'impianto.

Sul rigassificatore è intervenuto anche il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi. «Tutta Europa sta soffrendo per il caro energia e l'Italia più degli altri per scelte scriteriate fatte in decenni di mancata politica energetica e quindi industriale», ha detto. «La Germania in 200 giorni, partendo da zero, ha realizzato il suo rigassificatore» ha sottolineato, mentre l'impianto di Piombino è «bloccato per il colore della nave: è l'aspetto peggiore della burocrazia italiana, l'esempio della burocrazia folle di un Paese». Invece «è importante che il rigassificatore di Piombino venga realizzato, perché andrebbe a incidere sul prezzo del gas del nostro Paese», ha detto ancora Bonomi. Sempre in tema di politica energetica, il presidente degli industriali italiano ha sottolineato che «l'Europa è completamente mancata».

Commenti