Salvini gela Conte: "Recovery Fund? I soldi arriveranno fra un anno"

Al termine della prima giornata di Stati generali, il premier Conte si è nuovamente rivolto alle opposizioni, invitandole a collaborare, specialmente per quanto riguarda il Recovery Fund. Secca la risposta di Matteo Salvini: "I soldi arriveranno fra un anno, pensi a emettere Buoni del Tesoro"

Salvini gela Conte: "Recovery Fund? I soldi arriveranno fra un anno"

Dopo il secco "no" all'invito di Conte a partecipare agli Stati generali, il centrodestra continua ad incalzare il premier, chiedendo risposte concrete al posto di quelle che sono state definite come "inutili passerelle".

Quest'oggi si è tenuta la prima giornata di assemblea a Villa Pamphilj, ed al termine di essa il presidente del Consiglio si è rivolto alle opposizioni, chiedendo il loro appoggio almeno per quanto riguarda il Recovery Fund, un fondo garantito dal bilancio dell'Unione europea e studiato per aiutare i paesi in difficoltà dopo l'emergenza Coronavirus.

"Coinvolgere le opposizioni sul piano di rilancio è d'obbligo. Sul Recovery Fund, poi, c'è ancora da lavorare, chiedo di lavorare per darci una mano nell'interesse nazionale, vi prego, vi riconoscerò pubblicamente questo aiuto intervendo anche con i partiti con cui avete rapporti in Ue", ha dichiarato il premier Conte, come riportato da Adnkronos.

Secca la risposta del leader della Lega Matteo Salvini, che ha immediatamente respinto la richiesta al mittente. "Ambiente, lavoro e infrastrutture, tra cui Ponte sullo Stretto e Statale 106, problemi dei pescatori e degli agricoltori. Ho preferito essere oggi qui a Reggio Calabria piuttosto che in una villa romana con i Vip di Conte. Le nostre proposte le abbiamo presentate e le presenteremo nella sede appropriata, di cui il governo in questi mesi si è quasi dimenticato: il Parlamento", ha scritto nel corso della giornata di oggi sulla propria pagina Facebook, mentre stava partecipando all'inaugurazione della nuova sede della Lega in Calabria. Poi la frecciata sul Recovery Fund: "Invece di pensare a soldi che forse arriveranno fra più di un anno, il governo emetta Buoni del Tesoro per risparmiatori e investitori italiani subito, garantiti dalla Bce: basta aspettare i comodi di Bruxelles e di Berlino!", ha affermato, come riportato da Adnkronos.

L'opinione dell'ex vicepremier in merito al denaro promesso dall'Europa è ormai nota. Ospite mercoledì scorso nella trasmissione "L'Aria che tira" ed invitato dalla conduttrice Myrta Merlino a dare la propria opinione in merito ad un intervento di Mario Monti, il leader del Carroccio aveva risposto: "Monti gongola perché forse l'anno prossimo arriveranno dei soldi. Come se io stessi male adesso e tu mi dicessi 'Tranquillo arriva il medico più bravo di Roma, arriva a gennaio'. Si ma io sto male oggi. Che Monti il 28 maggio con gli italiani che non hanno ricevuto cassa integrazione e prestiti esulti perché forse da Bruxelles l'anno prossimo arriveranno dei soldi mi sembra totalmente surreale".

Gelo anche da parte di Giorgia Meloni: "Mentre il governo è riunito a Villa Doria Pamphili per raccogliere proposte e idee, molti italiani aspettano ancora la Cassa integrazione di marzo", ha postato il presidente di Fratelli d'Italia su Facebook.

"Il Recovery fund è un progetto voluto e sostenuto prima di tutti dal Partito popolare europeo e da Forza Italia quando il governo pensava agli irrealizzabili eurobond", ha cinguettato invece su Twitter il vicepresidente di Forza Italia Antonio Tajani. "Collaborare significa lavorare insieme. Le nostre proposte per riformare fisco, burocrazia, giustizia civile e penale, sanità e appalti sono pronte insieme ai piani casa e per il rilancio dell'industria. Il governo le respingerà ancora una volta?".

Commenti