Salvini smaschera il Pd: la verità sul sondaggio-bufala

Pd primo nel gradimento politico degli italiani? Matteo Salvini rivela un retroscena inedito sul sondaggio Ipsos col quale ha esultato Letta

Salvini smaschera il Pd: la verità sul sondaggio-bufala

Da mesi i sondaggi realizzati da diverse agenzie danno la Lega primo partito del Paese, seguita da Fratelli d'Italia che nelle ultime settimane ha superato anche il Partito democratico di Enrico Letta, diventando la seconda forza politica nelle preferenze degli italiani. Eppure, nei giorni scorsi è stato reso noto un nuovo sondaggio Ipsos che, contrariamente a quanto certificato da tutte le altre agenzie, dà il Pd in testa alla classifica, seguito dal partito di Giorgia Meloni, che quindi mantiene la sua seconda posizione. Solo terza la Lega ma i tre partiti sono racchiusi in pochi decimi percentuali nel sondaggio Ipsos. Ora Matteo Salvini punzecchia chi ha effettuato questa rilevazione, anomala rispetto alle altre.

"Ipsos lavora per il Pd e, miracolosamente, sforna l'unico sondaggio italiano che vede il Pd primo partito davanti alla Lega. Mentre tutti gli altri vedono la Lega nettamente primo partito. I casi della vita… . Noi andiamo avanti, per il bene dell'Italia, con lavoro, pazienza e sorriso", ha scritto Matteo Salvini su Facebook a sottolineare la stranezza. A Radio Immagine la replica di Enrico Letta: "Salvini se l'è presa con Ipsos, mi sembra di cattivo gusto. È come il malato che rompe termometro perchè gli dice che ha la febbre. Da Salvini oggi un atteggiamento infantile".

L'unico a non sembrare sorpreso da questi numeri è stato proprio Enrico Letta, che anzi ha esultato per l'insperata leadership attribuita al Partito democratico dal sondaggio Ipsos. "Non mi sento isolato, vedo che i risultati arrivano e che stare al governo con Draghi ci fa bene", ha dichiarato tronfio il segretario del Partito democratico al Corriere della sera. Non pago, Enrico Letta ha proseguito: "Erano quattro anni che non ci davano prima forza del Paese. Noi lo lasciamo da parte, ma santo cielo questi numeri dicono che noi ci siamo. Trasformeremo i sondaggi in voti e vinceremo le elezioni". In ogni caso, anche dai sondaggi Ipsos, la coalizione di centrodestra avrebbe il 50,1% delle preferenze, quella giallorossa il 45,3%.

Enrico Letta ha già disegnato il futuro del suo partito su un sondaggio anomalo dal punto di vista delle percentuali se confrontate con gli altri ma, anche prendendo per buona la rilevazione sul gradimento politico, non ha fatto i conti con l'aritmetica, che è stata comunque ben spiegata dallo stesso istituto Ipsos: "I tre partiti (Lega, FdI e Pd, ndr) si posizionano nell'arco di meno di un punto percentuale, una distanza ampiamente compensabile dal margine di errore statistico. È quindi del tutto ragionevole considerarli di fatto sugli stessi livelli di consenso elettorale e attendersi anzi nuovi cambi di posizione nelle prossime settimane".