Sardine in gita dai Benetton: "La foto con loro? Legittima..."

I quattro fondatori del movimento delle Sardine approdano a Treviso, presso “Fabrica” lo spazio culturale dei Benetton. Da una foto si scatena il finimondo

Sardine in gita dai Benetton: "La foto con loro? Legittima..."

La fase due delle Sardine è iniziata. Una delle prime uscite dei fondatori del movimento politico che ha favorito il candidato uscente dem, Stefano Bonaccini, alla sua riconferma in Emilia-Romagna, è a Treviso. Precisamente la destinazione è la “Fabrica” dei Benetton. I quattro leader dei “pesciolini” Mattia Santori, Andrea Garreffa, Roberto Morotti e Giulia Trappoloni hanno deciso di incontrare Luciano Benetton e Oliviero Toscani nei locali della “Fabrica”, il centro di “sovversione culturale” di Treviso.

Lo spazio, fondato proprio da Benetton e Toscani, è pensato per accogliere i ragazzi di talento che sperimentano la comunicazione. Ne è venuto giù il finimondo. La rete (e non solo) ha reagito a una foto di fine incontro. Uno scatto che ha fatto presto il giro del web, lasciando a molti un’impressione negativa. Da tempo la famiglia concessionaria di una parte della rete autostradale è nel mirino degli italiani. Troppo forte lo choc legato al crollo di ponte Morandi di Genova, da cui è partita una catena di polemiche che potrebbe sfociare nella revoca delle concessioni.

Neppure 48 ore di tempo e arrivano le precisazioni dal gruppo emiliano-romagnolo.“Una foto non fa primavera. Quando i ragazzi ci hanno chiesto di fare una fotografia di gruppo ci è sembrata una richiesta legittima. Non abbiamo pensato che quella foto sarebbe stata strumentalizzata per associare le Sardine ai poteri forti, alle concessioni autostradali, alle tematiche sociali e ambientali legate alla produzione industriale di abbigliamento nel mondo”, questa è la reazione dei 4 fondatori.

Replicano alle critiche seguite alla visita di Treviso dove, oltre ai ragazzi ospiti del centro, hanno incontrato come detto Oliviero Toscani e Luciano Benetton. “Deluderemo chi ci ritiene in grado di riaprire la trattativa tra governo e Autostrade per l’Italia in sole quattro ore”. “Deluderemo - hanno scritto le Sardine - chi pensa che incontrare dei ventenni interessati al legame tra creatività e tematiche politiche sia un endorsement a un modello di sviluppo che in tante occasioni ha dimostrato di essere non sostenibile. Ci dispiace per tutte le Sardine che in queste ore hanno dovuto rispondere ad attacchi che nulla hanno a che vedere con lo spirito di questo incontro”.

I fondatori del movimento anti-sovranista hanno poi spiegato che la visita è stata organizzata su invito di Oliviero Toscani per avviare un confronto con i ragazzi e ragionare su come innovazione e comunicazione politica possano dialogare e aiutarsi a vicenda. I protagonisti dell’incontro sono stati i ragazzi. “Alla fine del meeting è passato Luciano Benetton - hanno precisato i pesciolini - per salutare e ascoltare parte del dibattito”. Poi la foto. Con finimondo mediatico al seguito.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento