Se il ministro dei Trasporti fa l'elogio della lentezza...

Delrio: "Bisogna pensare a chi vuole muoversi con lentezza per godersi le meraviglie del nostro paesaggio". E cita il treno Bari-Matera

Se il ministro dei Trasporti fa l'elogio della lentezza...

È un elogio della lentezza quello che arriva dal ministro dei Trasporti, Graziano Delrio, intervenuto oggi agli Stati generali sui cambiamenti climatici in corso alla Camera. Non curante dei ritardi, delle odissee quotidiane che migliaia di pendolari si trovano a ad affrontare quotidianamente, Delrio afferma: "È giusto discutere di un potenziamento dell’alta velocità, ma bisogna soprattutto pensare a chi vuole muoversi meglio in città e anche a chi vuole muoversi con lentezza, seppur in tempi certi, per godersi le meraviglie del nostro paesaggio. Citando come esempio "la Bari-Matera sulla quale forse non c’è bisogno di viaggiare a 250 km/h ma si può andare più lenti ammirando il paesaggio", il ministro ha osservato che "la sobrietà non è detto che sia una rinuncia, perché spesso può essere una conquista".

Il ministro poi ha rincarato la dose: "Bene l'alta velocità, ma dobbiamo offrire opportunità anche a chi vuole muoversi lentamente e godersi il nostro paesaggio".

Commenti