"Sia più cauto", "Parlo con Tria". È lite tra Conte e Moscovici

Scontro tra Roma e Bruxelles sulla manovra. Il premier: "Moscovici non partecipi al dibattito politico". E lui lo snobba

Moscovici torna all'attacco e il governo risponde a stretto giro. Continua lo scontro tra Roma e Bruxelles sul fronte della manovra economica licenziata dall'esecutivo ebocciata dalla Commissione Ue. "Gli italiani non possono fare quello che vogliono", ha detto il commissario scatenando la reazione piccata del premier Conte.

Oggi il presidente del Consiglio italiano era occupato nella conferenza stampa congiunta col primo ministro della Repubblica Algerina Democratica e Popolare, Ahmed Ouyahia. E nell'occasione non ha mancato di toccare tutti i temi caldi dell'attualità politica. Si va dall'emergenza mantempo alla fiducia sul dl Sicurezza, passando - ovviamente - per il botta e risposta con Bruxelles.

Partiamo da qui. "Nelle sedi appropriate ribadirò la nostra posizione" sulla manovra, ha detto il premier. Che poi ha lanciato un avvertimento agli alti burocrati europei: "Non voglio nemmeno pensare - è il ragionamento - che la Commissione si lasci condizionare da argomenti di carattere politico". In molti infatti hanno visto nei ripetuti affondi dei vari Juncker e Moscovici una certa avversione per l'esecutivo gialloverde. Dai più definito populista. Le parole del primo ministro d'Italia sembrano aver provocato l'immediata reazione della Commissione. Che per voce di Moscovici ha "liquidato" Conte affermando che l'interlocutore privilegiato è Tria e non il capo del governo. "Il mio interlocutore si chiama Giovanni Tria - ha detto il commissario - sono persuaso che Tria abbia compreso che è necessario che l'Italia resti nelle regole e agisca nel quadro di queste regole, anche se sta a lui dirlo".

Intanto però è anche la pioggia a impensierire il presidente del Consiglio. A Palermo "ho trovato una situazione molto critica" - ha detto Conte - "la Sicilia sarà tra le regioni per le quali delibereremo lo stato d'emergenza in cdm, un cdm che si terrà in settimana e che non era prefissato ma che si terrà in via straordinaria". Intanto ha confermato il miliardo di euro stanziato per il "riassetto idrogeologico", già deliberati "in un quadro pluriennale di intervento". Ma lo stato di emergenza scatterà "per più urgenti interventi nelle regioni funestate da maltempo - ha spiegato il premier - Sulle somme da destinare non mi fate domande: stiamo cercando di ampliare il plafond a disposizione. Nel prossimo cdm ci saranno le prime somme, non saranno sufficienti ma utili per avviare gli interventi in urgenza, poi le altre le stiamo reperendo".

Altra grana arriva invece dal dl Sicurezza in queste ore in discussione alla Camera. La maggioranza traballa sotto i colpi dei dissidenti del M5S che non vogliono votare il decreto salviniano. La fiducia? Probabilmente ci sarà, ma per ora Conte fa melina e rinvia a domani la decisione. "Porre la fiducia è una decisione da non prendere mai a cuor leggero, vengono valutate tutte le circostanze - ha detto - Sino all'ultimo aspetteremo la decisione definitiva. Domani scioglieremo la riserva. Se c'è una particolare situazione parlamentare, per richiamare alla responsabilità tutte le forze di maggioranza, niente di drammatico ma fino all'ultimo ci riserveremo la decisione finale".

Decisione difficile, come quella sulla prescizione con i malumori della Lega. "Scioglieremo i dubbi tra stasera e domattina", dice il premier, ma "essendo anche nel contratto di Governo manterremo il punto. Ci sarà un vertice con Lega e M5S per sciogliere il nodo.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

ESILIATO

Lun, 05/11/2018 - 16:25

Qualcuno vuole ricordargli che Hollande lo ha buttato fuori dal suo governo.

agosvac

Lun, 05/11/2018 - 16:26

Incredibile che un burocrate dell'UE sostenga che il suo interlocutore sia un ministro del Governo e non il capo del Governo! Questa UE è una ciofeca, meno male che ha ancora poca vita.

JoBanana

Lun, 05/11/2018 - 16:37

"Il mio interlocutore si chiama Giovanni Tria..." Povero Conte. Voleva incominciare a fare il galletto e si ritrova brutto anatroccolo. E com`è di passaggio -l'ha detto lui - non sarà mai il cigno della fiaba. Un politico italiano deve avere una forte dose di cinismo e nessuna autostima.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/11/2018 - 16:41

La prescrizione nel contratto di governo è citata, ma non è scritto da nessuna parte in quale modo dovrebbe essere modificata. I grillini sono in tutte le tv a ribadire che in nessun paese del mondo esiste l'istituto della prescrizione... e già questa è una balla... ma dimenticano di dire che nel diritto anglosassone nessuno può essere processato due volte per lo stesso reato, mentre la loro proposta abolirebbe la prescrizione non solo per i condannati, ma anche per quelli assolti in primo grado, dando la possibilità al primo pm che passa di lì di riaprire qualsiasi processo. Questo è un vero e proprio ergastolo, perché significa che puoi essere perseguito a vita per qualsiasi reato.

Libertà75

Lun, 05/11/2018 - 16:42

ma perché secondo lui, Tria cambierebbe la finanziaria per farlo contento? E' palese che questa gente viva distaccata dalla realtà, basta anche guardarli in faccia

Libero 38

Lun, 05/11/2018 - 17:01

Il governo 5 stalle-lega e l'Ue sembrano due bambini capricciosi che si sfidano a pizzicotti.Che poi l'avvocato delle cause perse conte voglia far credere che lui conti piu' di un fico secco al punto di mettere la museruola al volpone moscovici e soci fa ridere solo i polli.Quello ch'e' certo che ne vedremo delle belle.

giosafat

Lun, 05/11/2018 - 17:02

Al gran circo ue sono rimasti da proporre solo i pagliacci.

SeverinoCicerchia

Lun, 05/11/2018 - 17:03

il suo interlocutore è tria, ma è andato a far visita a Mattarella. Ma di che cosa stiamo parlando ..

dot-benito

Lun, 05/11/2018 - 17:08

QUESTO FALLITO COME SI PERMETTE DI DARE ORDINI SE FOSSI IO UN MINISTRO ITALIANO NEANCHE DA LONTANO CI PARLEREI SAPREI DOVE MANDARLO

Ritratto di ocampo

ocampo

Lun, 05/11/2018 - 17:12

non ci lascieremo intimidire da questo sporco parassita?...

wainer

Lun, 05/11/2018 - 17:35

MoscoWC, Junk_er e compagnia bella... il loro complesso di inferiorità nei confronti di noi italiani non si può guarire ne curare!!!

Ritratto di 02121940

02121940

Lun, 05/11/2018 - 17:41

Bravo Moscovici, mi piace perché dice quello che pensa, anche se è “francese”! Del resto, dopo alcuni precedenti indigeribili, quali l’infame Sarkozy o il “nulla ambiguo” rappresentato da Emmanuel Macron, è naturale non trovare mai la voglia di “condividere” quello che ci viene detto o preteso dalla Francia, oggi falsamente amica, ma storicamente nemica. Resta il fatto che un’accoppiata Macron - Moscovici a S. Elena, al posto di Napoleone, andrebbe bene, non solo a me, ma probabilmente anche a tanti Francesi, “nuovi”.

VittorioMar

Lun, 05/11/2018 - 17:43

..se veramente TRUMP lascia LIBERTA' ALL'ITALIA di COMMERCIARE CON L'IRAN....E' TUTTA LA UE NEI GUAI e...GUAI SERI !!...magari ci lasciasse anche libero scambio con la RUSSIA....!!!

Stormy

Lun, 05/11/2018 - 17:46

MoscoWC si deve essere intasato.

Ritratto di paràpadano

paràpadano

Lun, 05/11/2018 - 17:54

L'Europa è nelle mani di una banda di ubriaconi e non può durare se non cambia qualcosa.

Seawolf1

Mar, 06/11/2018 - 06:26

@Stormy. Era sicuramente colpa del bicchierino della staffa...

lillo44

Mar, 06/11/2018 - 08:27

..... è sicuramente una bellissima partita di poker fra Commissari Europei e Ministri Italiani e sarà sicuramente vinta dagli Italiani, visto che hanno tutti una tremenda paura che l'Italia possa uscire dall'Europa!!

vincenzo

Mar, 06/11/2018 - 09:08

E quel Papavero di Tagliola...Tegame...Taglia...ah!..Tajani che dice?Aspetta,per pronunciarsi, che si alzi lo spread?...in un bel coro con la geniessa Gelmini e la stilizzata Carfagna?

Abit

Mar, 06/11/2018 - 09:24

Inaccettabile che Moscovici usi questi termini impappinandosene di Conte, primo ministro. Tutti a casa, spero, alla prossime europee.

Langan

Mar, 06/11/2018 - 18:12

Certo, il moscone vuole parlare con tria perché è l'unico che lo ascolta. tria è un infiltrato nel governo Lega-M5S . matterello l'ha infilato lì al posto di Paolo Savona. Al diavolo il moscone, la ue , sciulz, dombroschis, la merchel, sciaubelelelele, giuncher e tutti stì soggetti con nomi impronunciabili.