Sondaggio, il centrodestra oltre il 50% mentre il M5s affonda

Il "sondaggione" di YouTrend certifica la crisi nera del Movimento 5 Stelle, ormai fermo al 16%. Forza Italia, FdI e Pd crescono. Ecco tutti i dati

Sondaggio, il centrodestra oltre il 50% mentre il M5s affonda

Centrodestra al 50% dei voti, Movimento 5 Stelle sempre (più) in crisi e Partito Democratico che galleggia sul 20% scarso. Sono questi i tre dati, ormai consolidati, del panorama politico italiano, così come viene fotografato da ogni sondaggio. L'ultima cartina di tornasole degli orientamenti degli italiani la fornisce la "Supermedia" di YouTrend-Agi che mette insieme – realizzando una media ponderata dei numeri – i risultati delle rilevazioni demoscopiche di Emg Acqua, Euromedia Research, Demopolis, Ixè, Istituto Piepoli, Swg e Tecnè.

Il "sondaggione" racconta una realtà già nota. Il primo partito politico italiano – seppur in flessione dello 0,3% – è la Lega. Già, perché il Carroccio di Matteo Salvini si mantiene saldamente sopra il 30% dei consensi, attestandosi al 33,1%. Un volume elettorale che soddisfa, non poco, la compagine leghista.

Alle spalle della Lega, a distanza siderale, il Partito Democratico. Nicola Zingaretti, però, non può certo esultare, visto che il suo Pd annaspa sotto la soglia "psicologica" del 20%, fermandosi al 19,3% dei voti. I dem, peraltro, recuperano sei decimi di punto, visto che erano scesi fino al 18,7%.

Buio pesto per un Movimento 5 Stelle sempre più diviso. Il M5s di Beppe Grillo e Luigi Di Maio è in crisi nera e continua a perdere voti su voti. Nell'ultima settimana, secondo la "Supermedia", il calo è dell'1,1% e l'ulteriore flessione porta i pentastellati al 16,4% delle preferenze. Insomma, i grillini hanno dimezzato i consensi rispetto alle Politiche del 4 marzo 2018.

Continua a crescere, invece, Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni: FdI, infatti, guadagno lo 0,3% e si attesta al 9,5% ormai a un passo da quella doppia cifra tanto agognata. E torna a crescere anche Forza Italia. Gli azzurri di Silvio Berlusconi prendono lo 0,2% e si collocano al 7% tondo tondo. Non spicca il volo, invece, il "gabbiano" di Italia Viva, visto che il neonato partito di Matteo Renzi non va oltre il 5,1%. Rispetto la scorsa settimana, comunque, Iv è cresciuta dello 0,3%.

Per quanto concerne invece le formazioni politiche minori che si collocano nell'area di centrosinistra, ecco La Sinistra al 2,2%, +Europa all'1,8% e i Verdi all'1,7%. Nei prossimi giorni i sondaggisti dovranno verificare il bacino elettorale di Azione di Carlo Calenda.

Last but non least, per quanto concerne le coalizioni, ecco l'exploit del centrodestra unito, che mette insieme il 50,4% dei voti degli italiani.

Commenti