Politica

"Il 25 aprile....", "No, ecco cosa farà". Crosetto zittisce Bersani in tv

Pier Luigi Bersani rilancia il tema dell'antifascismo a Cartabianca ma viene zittito da Guido Crosetto che sgombra il campo dalle insinuazioni

"Il 25 aprile....", "No, ecco cosa farà". Crosetto zittisce Bersani in tv

Ritorno a Cartabianca per Pier Luigi Bersani, esponente di punta di Articolo Uno, che nell'ultima puntata del programma condotto da Bianca Berlinguer si è scontrato con Guido Crosetto, fondatore di Fratelli d'Italia, che però al momento non ha ruoli politici nel partito. L'imprenditore è uno dei consiglieri più vicini a Giorgia Meloni ed è anche nel grande calderone del toto-ministri ma anche nelle liste di ipotetici ruoli istituzionali. La discussione tra i due si è aperta sulla possibilità che il prossimo governo a trazione Fratelli d'Italia riconosca la data del 25 aprile. Un tema che nessuno aveva mai affrontato fino a questo momento, anche perché si tratta di un argomento che non ha margini di discussione, vista la sua connotazione.

"Un governo che si insedia e giura sulla Costituzione antifascista nata dal 25 aprile vuole riconoscere il 25 aprile così come i francesi riconoscono il 14 aprile? Io non chiedo abiure verbali, serve una presa d’atto", ha detto Pier Luigi Bersani. Seppure sia finita la campagna elettorale e ormai gli italiani hanno votato, scegliendo di dare la loro preferenza a Fratelli d'Italia nonostante l'opposizione del centrosinistra che ha cercato in tutti i modi di screditare il centrodestra e che continua a farlo, come dimostra l'insinuazione di Pier Luigi Bersani, che continua a premere sul tasto del presunto fascismo. Davanti alle parole di Pier Luigi Bersani, Guido Crosetto ha replicato piccato: "Il centrodestra difenderà la Costituzione, rispetterà la democrazia e le leggi dello Stato. È nello spirito della destra rispettare le istituzioni".

L'esponente di Articolo Uno, dopo essere stato zittito dal consigliere di Giorgia Meloni, ha puntato i fari su quello che dovrà fare il governo di Giorgia Meloni: "Avremo un inverno difficile. Ci vorranno dei soldi: si possono ottenere col debito, con dei condoni o si vanno a prendere dove sono con un criterio di solidarietà ed equità. Aspetto la destra davanti a questa sfida". Il pensiero di Bersani è allineato con quello di Enrico Letta e la solidarietà ha un solo sinonimo: patrimoniale: "La Meloni si sta avvicinando al politicamente corretto. Dobbiamo trovare dei soldi e non siamo la Germania. Parliamo di extra-profitti. Tra Covid, guerra ed energia c’è tanta gente che ha fatto un sacco di soldi". Secca la replica di Guido Crosetto, che ancora una volta ha zittito Bersani: "Dobbiamo riscoprire un senso di comunità nel momento in cui affrontiamo la più grande crisi economica e sociale dal Dopoguerra. La priorità del governo è mettere in sicurezza il Paese e anche la sua parte più povera".

Commenti