«Puntura dissuasiva o ergastolo per loro»

Un’iniziativa parlamentare bipartisan per impegnare il governo a reperire le risorse necessarie a portare avanti i trattamenti sugli autori di reati sessuali e così combattere la recidiva. La stanno preparando la senatrice Ombrella Colli (Pdl) e il deputato Vinicio Peluffo (Pd), che ieri hanno fatto visita al carcere di Bollate incontrando l’unità di trattamento guidata dal professor Paolo Giulini. Nelle intenzioni dei due parlamentari un atto ispettivo per sondare le intenzioni del ministro della Giustizia e - se necessario - un documento di indirizzo che lo impegni a reperire i fondi per portare avanti l’esperimento di Bollate, estendendolo agli altri istituti che lo hanno chiesto (fra i quali Varbania e Pesaro). E la Colli ha fatto sapere che sta lavorando anche un progetto di legge: «Troppi condannati per abusi - ha detto l’ex presidente della Provincia - continuano a commettere reati brutali. Per mettere fine a tale pericolo esistono solo due soluzioni: ergastolo o dissuasione. La scelta dovrebbe toccare proprio al pedofilo».

Commenti