Donne rinchiuse nel "recinto". Ecco la fine choc del Ramadan

A Roma le cerimonie pubbliche per la fine del Ramadan sono andate in scena nonostante il divieto di assembramento. E fanno discutere le foto del "recinto" per le donne musulmane scattate a piazza Re di Roma

Dall’Aurelio a Centocelle, passando per San Giovanni, ieri i musulmani della Capitale si sono dati appuntamento nelle piazze di diversi quartieri della città per celebrare l’Eid al Fitr, la festa per la fine del Ramadan.

Mentre in molte città d'Italia, come Gorizia, le cerimonie pubbliche sono state vietate per evitare raggruppamenti pericolosi, Roma fa eccezione. E così le manifestazioni autorizzate dalla prefettura, nonostante il divieto di assembramenti e l’appello della stessa Grande Moschea ad effettuare la preghiera per la festa della rottura del digiuno presso la propria abitazione, hanno fatto discutere.

Se in alcuni quartieri, infatti, come l’Aurelio, le celebrazioni sono andate in scena in modo ordinato, con file, gel igienizzanti, dispositivi di protezione individuali e turni per pregare senza creare assembramenti, in altre zone i residenti hanno denunciato come centinaia di persone si siano ammassate violando le misure restrittive. Le immagini che arrivano da Conca d’Oro, ad esempio, mostrano l’imam che parla ad un folto gruppo di fedeli, riuniti senza rispettare la distanza di un metro tra loro.

Non tutti, inoltre, indossano la mascherina, come dimostra una foto pubblicata sul blog Roma fa Schifo. Lo stesso è accaduto anche a Centocelle, alla periferia Est della Capitale, dove la preghiera è stata ancora più partecipata. "Nulla contro la libertà di culto, ma le regole valgono per tutti, non erano vietati gli assembramenti?", ha commentato ieri la consigliera regionale della Lega, Laura Corrotti.

A piazza Re Di Roma, nel quartiere San Giovanni, invece, le donne, che per tradizione islamica non possono pregare assieme agli uomini, sono state "rinchiuse" in un "recinto". A denunciarlo, con un post su Facebook, è il vicepresidente della Camera, Fabio Rampelli. Le fotografie scattate domenica mattina dal deputato di Fratelli d’Italia mostrano decine di fedeli musulmane con i propri figli chiuse all’interno di un’area delimitata da una rete verde.

"Gli uomini pregano ignorando le regole del distanziamento sociale, ma hanno almeno la mascherina – si legge nel post del deputato di Fratelli d’Italia - a pochi metri di distanza si vede un recinto, non è una porcilaia ma lo spazio riservato alle donne rinchiuse dietro una rete oscurante, come fossero animali". "Non possono partecipare alla preghiera né vedere i fedeli e l’imam, la polizia osserva senza eccepire", continua Rampelli citando gli articoli della Costituzione che garantiscono le pari opportunità tra uomini e donne.

Regole che secondo il vicepresidente della Camera, sarebbero state violate sotto gli occhi delle autorità. "Non si può accettare di essere discriminati a casa propria, di vedere stravolti i nostri principi ordinatori per i quali generazioni si sono battute con coraggio, di subire divieti e sanzioni, mentre i cittadini stranieri violano indisturbati la legge", conclude il deputato del partito di Giorgia Meloni, determinato a portare il caso in Parlamento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di navajo

navajo

Lun, 25/05/2020 - 10:49

PROVE GENERALI DI SOTTOMISSIONE!!!

Santorredisantarosa

Lun, 25/05/2020 - 11:18

SE LA POLIZIA CARABINIERI CARABINIERI FORESTALI GUARDIA DI FINANZA E MILITARI NON SONO INTERVENUTI NON E' PROVE DI SOTTOMISSIONE, MA E' PROVA DI ACCORDO NON PIU' SILENTE O TACITO, MA PUBBLICO, TRA QUESTO GOVERNO NOMINATO DA MATTARELLA, IN QUANTO E' COLPA DELL'IMPIEGATA DI CORSO MONFORTE.INOLTRE, QUESTI ATTEGGIAMENTI NON FANNO ALTRO CHE INORGOGLIRE SEMPRE DI PIU' QUESTI VENUTI DAL DESERTO CHE GIA' SANNO CON PROVE CHE IL GOVERNO ITALIANO E' LORO SUCCUBE E COMPLICE. NON SIAMO NOI MAGGIORANZA SILENZIOSA CHE NON VOGLIAMO TUTTO CIO'. RIGUARDO CHE SONO DENTRO IL RECINTO AL SOTTOSCRITTO NON SE NE FREGA, ANZI E' CONTENTISSIMO, POTREBBERO RIBELLARSI, NON LO FANNO PERCHE' GLI PIACE, VEDASI QUELLA CHE SI E'CONVERTITA. PEGGIO PER LORO BOLDRINIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII PARLA FATTI SENTIRE. CHI TACE ACCONSENTE.

jekill

Lun, 25/05/2020 - 11:21

Lasciamoli fare...anzi incentiviamoli: tra poco parleremo tutti arabo

ITA_Chris

Lun, 25/05/2020 - 11:22

Come può questa religione integrarsi con i diritti umani (delle donne) dello stato italiano.

ROUTE66

Lun, 25/05/2020 - 11:27

E NATURALMENTE NEMMENO UN PIO PIO DALLE NOSTRE FEMMINISTE. A già sono MUSSULMANI perciò meglio un lugubre silenzio,NON SI SA MAI.

Tom758

Lun, 25/05/2020 - 11:34

perché mettere ancora questi articoli sui giornali, si sa', che tanto comandano loro a casa degli altri. Rassegnamoci per il bene dei falsi buonisti e politici di sinistra.

D2015

Lun, 25/05/2020 - 11:45

Femministe a corrente alternata, dove siete?

aldoroma

Lun, 25/05/2020 - 12:11

E la Boldrini che fa?

killkoms

Lun, 25/05/2020 - 12:12

le sinistre progressiste cosa dicono?

ossola

Lun, 25/05/2020 - 12:15

Proporrei l'istituzione delle prime riserve per italiani, meglio anticipare i tempi, ormai quesyo il futuro ci riserva, Sic!

Enne58

Lun, 25/05/2020 - 12:25

Solito sistema dei buonisti. c'è chi deve rispettare le regole pena severissime sanzioni, e chi può fare tutto. Se poi ci sono contagi la colpa è degli altri. Volete fermare il virus? Fate rispettare le regole a tutti sbarchi compresi

Enne58

Lun, 25/05/2020 - 12:46

Per chi si fa queste domande: La Boldrini non dice niente? Ma la sinistra cosa cosa fa? Ma il sindaco di Roma non si accorge? LA SINISTRA È INCOERENZA ALLO STATO PURO, DAVANTI ALLE VERITÀ SCOMODE NEGANO E FANNO COME GLI STRUZZI

Malacappa

Lun, 25/05/2020 - 12:52

Ah si loro lo possono fare loro sono immuni il covid infetta solo ed eclusivamente gli italiani

Nicola48ino

Lun, 25/05/2020 - 13:41

Non è l'assembramento che gli italiani facciamo peggio, è il recinto dove sono state chiuse le impure. Dove sono le femministe le lgbt le associazioni sovversive quando si dice che la ministra vestiva come una bambola o giù di li s'è alzata la voce delle valchirie x le offese ad una donna. Invece le odalische possono essere recindate e usate al bisogno. Compagni e compagne vergognateeeeeeeevi.

ziobeppe1951

Lun, 25/05/2020 - 14:03

Le femministe, come le sardine, sono il braccio putrido della sinistra

maurizio50

Lun, 25/05/2020 - 14:04

Sono le scene che le donne progressiste d'Italia, inquadrate nella Sinistra "democratica", sperano di poter ammirare nel futuro prossimo in tutto il Paese!!!!

Ritratto di bandog

bandog

Lun, 25/05/2020 - 14:12

è la nuova cultura e tradizione che tanto piace ai sinistroidi ed alla ex presidenta!INSHALLAH!!

Pinoilsaggio

Lun, 25/05/2020 - 15:49

Vorrei fare arrivare questo messaggio solo a tutti gli IMAM presenti sul territorio italiano: VOGLIO far capire loro (e soltanto a chi professa L'ISLAM) che in occidente viene prima il rispetto per lo STATO e per le sue regole. In ITALIA oltre voi, vi sono numerose religioni che non creano problemi e che hanno tutto il nostro rispetto: Buddisti, Induisti, Religioni Etniche, Indigene e Tradizionali Africane, Taoismo, Confucianesimo, e Culti Cinesi Tradizionali,SIKK, Spiritismo,Ebraismo, Religioni Baha'i, Laici Agnostici, Atei e non religiosi in genere. Quindi è inutile che create problemi nel mondo e in Italia occupando le nostre piazze, marciapiedi e quant'altro, particolarmente ora che vi è L'ALLARME VIRUS. SE NON VI VA BENE, NEL MONDO CI SONO TANTISSIMI STATI ISLAMICI, DOVE PERALTRO ESISTE LA PENA DI MORTE, CHE POTRANNO OSPITARE ADEGUATAMENTE. GRAZIE. PINO

Ritratto di Adespota

Adespota

Lun, 25/05/2020 - 15:54

Donne chiuse in recinti ? Dov'è il problema ? Che si chiama recinto e non recinta ! presuppongo che questa sia la risposta che potrà dare la innominabile ex presidenta e attuale parlamentara.

Ritratto di moshe

moshe

Lun, 25/05/2020 - 16:57

IL FALLIMENTO DI QUESTO GOVERNO SI ESPRIME IN MILIONI DI MODI, QUANTO SUCCESSO E' SOLO UNO DI QUESTI CASI

Calmapiatta

Lun, 25/05/2020 - 17:23

@Pinoilsaggio Perdonami, ma il presupposto è sbagliato. Prima di farlo capire a loro, devi farlo capire ai rappresentanti della sx progressista, sempre pronti a piegarsi all'Islam. Devi farlo capire alle post femministe, che da una parte si strappano i capelli per i femminicidi, poi indossano piamente un velo quando vanno in un paese islamico. Il problema siamo noi, non loro.

HappyFuture

Lun, 25/05/2020 - 17:27

MA cosa frega a voi COME vogliono vivere loro?

ilrompiballe

Lun, 25/05/2020 - 17:31

La migliore dimostrazione di come l'Islam sia perfettamente integrato e compatibile con la Costituzione italiana. D'altra parte con i vari DPCM abbiamo avuto dimostrazione che la Costituzione è "adattabile". Robe mai viste!

ilrompiballe

Lun, 25/05/2020 - 18:15

HappyFuture: sbagliato, in Italia c'è una Costituzione e relative leggi da rispettare, indipendentemente dal credo religioso.

ItaliaSvegliati

Lun, 25/05/2020 - 18:41

Ma non bisogna integrarli? Suvvia sono ben inseriti....

maxfan74

Lun, 25/05/2020 - 18:41

LA DONNA NASCE LIBERA E DEVE VIVERE LIBERA NEL MASSIMO RISPETTO DELLA SUA PERSONA E DELLA SUA VITA. UN RECINTO NEL 2020, NON POSSO INTEGRAMI E NON MI INTEGRERO' MAI CON CHI TRATTA COSI' UNA DONNA. MA LE DONNE POLITICHE ITALIANE DI QUALUNQUE SCHIERAMENTO DOVE SONO???

Italia_libera

Lun, 25/05/2020 - 18:45

La nostra patria,i nostri spazi,messi a disposizione per legge a un popolo ostile alla nostra cultura! Infedeli siamo per loro, e con queste liberta', sono, saranno sempre dei colonizzatori e grandi opportunisti per legge comunistiche italiane,sempre ostili al popolo italico.Controllo del territorio e dei cittadini...dove? Avete controllato i documenti di ognuno di loro che si adagiava sul suolo pubblico nelle nostre vie e parchi e giardini!

kayak65

Lun, 25/05/2020 - 18:49

gli animali so tengono nei recinti. Ecco come i mussulmani considerano le donne. Femministe me too dove siete?nel recinto del politically correct ecco dove vi nascondete

Scirocco

Lun, 25/05/2020 - 18:52

Mettono le mogli nelle gabbie come le galline! Mi chiedo per quale motivo un povero sacerdote con in chiesa tre vecchiette è stato minacciato da una persona in divisa mentre questi stranieri possono fare quello che vogliono per strada senza che NATURALMENTE non intervenga nessuno! Se non ci possono essere assembramenti per strada questo deve valere per gli Italiani, per i Cristiani e per gli Islamici e come dico sempre se a questi ultimi non va bene come ci si comporta in Italia possono tornare alla terra natia con mogli e bagagli e pure di corsa.

ROUTE66

Lun, 25/05/2020 - 19:07

hAPPYfUTURE: Che grande idea, ma Lei sa che in ITALIA vige una LEGGE che impedisce la descriminazione o no. E perchè un ITALIANO rischia la galera se si comportasse così con la propria donna,mentre ha loro è concesso di agire diversamente. SE VALE PER LORO VALE PER TUTTI,O NO

Ritratto di llull

llull

Lun, 25/05/2020 - 19:16

Mi chiedo dove sia andato a finire quel Carabiniere-Eroe che con grande atto di coraggio lo scorso 19 Aprile era andato ad interrompere la celebrazione della Santa Messa a Gallignano, frazione di Soncino (Cremona). Lo vorrei vedere ora all'opera insieme ai suoi colleghi delle Forze dell'Ordine nel far rispettare le Leggi e le Ordinanze in vigore. Siccome stavolta si tratta di musulmani evidentemente la codardia prevale sul coraggio.

HappyFuture

Mer, 27/05/2020 - 10:12

@ilrompiballe Infatti non sta scritto da nessuna parte di andare a rompere le balle... A chi non vuole vivere "come" noi; anzi la Costituzione tutela la libertà!

HappyFuture

Mer, 27/05/2020 - 10:14

Tanto per chiarire: la legge impone che la faccia delle persone sia sempre riconoscimento scibile: niente caschi integrali e niente mascherine... entrambe necessarie ai banditi.