Roma, beccato uno "zozzone": tavole di legno accanto ai cassonetti

Virginia Raggi pubblica il video su Facebook: "Dovrà pagare una multa di 250 euro". Il sindaco si appella ai cittadini: "Aiutateci a tenere pulita Roma"

Un altro "zozzone" è stato beccato nella Capitale. A renderlo noto è stato il sindaco Virginia Raggi, che sul proprio profilo Facebook ha pubblicato un video mentre l'uomo in questione - dopo aver parcheggiato la propria auto accanto ai cassonetti - scarica tavole di legno che in realtà andrebbero smaltite all'isola ecologica.

La multa

Il primo cittadino ha poi annunciato che il responsabile dovrà pagare una sanzione: "Beccato in flagrante dovrà pagare una multa di 250 euro elevata dagli agenti di Polizia Locale di Roma Capitale che ogni giorno sono all’opera per scoraggiare quanti ancora proseguono ad inzozzare la città".

La pentastallata ha voluto ricordare che basta veramente poco per rispettare Roma e gettare correttamente i rifiuti: "Elettrodomestici, ingombranti e quant’altro possono essere smaltiti gratuitamente presso le isole ecologiche Ama oppure tramite il servizio Ama di ritiro a domicilio degli ingombranti". La Raggi ha infine rivolto un appello ai propri cittadini: "Stop all’abbandono dei rifiuti accanto ai cassonetti. Sporcano la città, peggiorano la vita dei cittadini e gravano sulle bollette di tutti noi. Aiutateci a tenere pulita Roma".

Si tratta dell'ennesimo "zozzone" beccato a Roma: già in passato si sono verificati casi simili, come persone che hanno gettato immondizia nei cassonetti sbagliati e sono stati colti in flagrante.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti

hallogram

Ven, 23/08/2019 - 07:12

È di oggi la notizia che sono stati multati cittadini per aver lasciato buste e rifiuti accanto ai secchioni stracolmi della spazzatura nel periodo di emergenza. Condannando il gesto descritto nell’articolo ritengo indecente multare cittadini che non sanno dove buttare la spazzatura per l’incapacità di gestire il problema da parte di questa Amministrazione. Oltre al danno anche la beffa. Mi auguro che questo giornale indaghi sulla attuale situazione di come viene gestito il problema che a settembre certamente si riproporrà.