Violentata alla festa di Capodanno: presi i due aguzzini

Il 2 gennaio 2021 la ragazza, allora 17enne, denunciò gli abusi sessuali subiti in una villetta alla periferia di Roma

Violentata alla festa di Capodanno: presi i due aguzzini

L’accusa nei loro confronti è pesante: violenza sessuale e violenza sessuale di gruppo aggravata. Due giovani, di età compresa tra i 19 e i 21 anni, sono stati arrestati dai carabinieri della compagnia di Cassia perché sospettati di aver violentato una minorenne nel corso di un veglione di Capodanno del 2021 che si è svolto in una villa di Primavalle, quartiere periferico di Roma. I due ragazzi sono finiti ai domiciliari, mentre per un terzo indiziato è stato disposto l’impegno di presentarsi alla polizia giudiziaria, oltre all’obbligo di dimora a Roma.

Le indagini, che vanno ancora avanti, sono partite un anno fa. Il 2 gennaio 2021 la ragazza, allora 17enne, denunciò la violenza subita ai carabinieri. Come riporta la Repubblica, fu la madre a convincere la giovane a recarsi dalle forze dell’ordine. Ai militari raccontò di essere stata aggredita e violentata da un gruppo di ragazzi nella notte tra il 31 dicembre 2020 e il primo gennaio 2021. La giovane si era recata a una festa clandestina in una villetta a schiera nella zona di Primavalle con la speranza di trascorrere in maniera allegra e spensierata le ultime ore dell’anno. In quel periodo c’erano le restrizioni Covid e i festeggiamenti erano vietati. In seguito all’aggressione fisica la minorenne fu trasportata all’ospedale San Pietro di Roma, dove le vennero riscontrate lesioni guaribili in trenta giorni.

Dagli esami del sangue, i medici riscontrarono che la 17enne aveva assunto sostanze stupefacenti, forse la droga dello stupro. Quindi, nel momento della violenza, la giovane era in condizioni di inferiorità psico-fisica. Le indagini, condotte avvalendosi di intercettazioni telefoniche e ambientali, unite a un’attività di osservazione a distanza, si sono concluse nell'aprile 2021 e hanno consentito di identificare le persone gravemente indiziate della violenza. Alla fine, i partecipanti alla festa sono stati identificati e i carabinieri sono riusciti a risalire agli stupratori.

Commenti