Salute

Cristalloterapia, la storia e i benefici preziosi

Questa pratica olistica ha origini molto antiche. Si pensi, ad esempio, agli Egizi che attribuivano alle pietre poteri curativi

Cristalloterapia: la storia e i benefici preziosi

La cristalloterapia è una disciplina della medicina olistica basata sull'utilizzo di pietre e di cristalli al fine di comprendere e di contrastare malesseri di origine fisica e psichica. Secondo i sostenitori di questa pratica, ogni pietra è dotata di un proprio campo energetico che sarebbe in grado di entrare in sintonia con le attività dell'organismo e di influenzarle in maniera benefica. Il contatto con i cristalli, che possono essere indossati o posizionati su determinati punti del corpo definiti "chakra", determina uno stato di equilibrio e di benessere duraturo. L'armonia che i minerali sono in grado di donare è strettamente connessa alle loro caratteristiche, ovvero:

  • Sistema cristallino: sono sette e a questi si aggiunge l'amorfo. La struttura della pietra dona ad essa una vibrazione precisa e costante;
  • Processo litogenetico: sono i tre processi di trasformazione delle rocce. Quello primario interessa le rocce magmatiche. Quello secondario riguarda le rocce sedimentarie. Quello terziario, invece, si riferisce alle rocce metamorfiche;
  • Sostanze minerali: la formazione chimica delle pietre è associata a determinate proprietà;
  • Classe minerale: le pietre appartengono a specifiche classi minerali che influenzano le loro virtù;
  • Colore: ciascuna cromia rappresenta una particolare vibrazione.

La cristalloterapia non può in alcun modo sostituire la medicina tradizionale dalla quale non è nemmeno riconosciuta. Scopriamo insieme i suoi principi e quali sono i minerali più utilizzati.

Cristalloterapia, un po' di storia

Cristalloterapia

Le origini della cristalloterapia sono molto antiche. Si pensi, ad esempio, agli Egizi che attribuivano alle pietre poteri curativi. Nel Libro dei Morti e nel cosiddetto papiro Ebers erano infatti presenti numerosi geroglifici che illustravano le virtù di cristalli e gemme. Questo popolo prediligeva in particolare la giada, lo smeraldo, l'ametista, l'ambra e l'occhio di tigre. Anche i Maya utilizzavano i minerali per diagnosticare e curare numerose patologie. Inoltre gli stessi impiegavano grandi cristalli di quarzo trasparente per vedere accadimenti futuri.

Spostandoci in Oriente, sono note le sculture in giada presenti in Cina e in Tibet che evocavano la potenza filosofica e il coraggio dell'uomo saggio, armi queste fondamentali contro l'ignoranza e l'insensatezza. Il buddhismo tibetano faceva largo uso del rubino rosso per contrastare i malanni e dell'ametista come simbolo di prosperità e felicità. Con l'avvento del Medioevo la cristalloterapia divenne una disciplina a tutti gli effetti.

Cristalloterapia, il ruolo essenziale dell'energia

Cristalloterapia

Come abbiamo già visto, la cristalloterapia attribuisce a ciascun minerale particolari energie che possono interagire con il fisico e con la mente degli esseri umani. Olisticamente parlando, l'energia o aura è la forza vitale, il perno attorno a cui ruota ogni aspetto dell'esistenza. Non la si può vedere ma essa circonda l'uomo e si concentra in punti fisicamente allineati con la colonna vertebrale per dar vita ai cosiddetti chakra. Nel momento in cui questi ultimi devono affrontare un blocco energetico, ecco che sopravviene il malessere.

Stress, traumi, alimentazione scorretta, respirazione superficiale, inquinamento ambientale sono tutti fattori che determinano un arresto nel flusso dell'energia. La cristalloterapia ha quindi il compito di ristabilire l'equilibrio, inviando informazioni positive all'aura mediante il contatto con le pietre. Gli effetti dei cristalli sono innumerevoli. Essi possiedono infatti:

  • Proprietà rilassanti: alleviano ansie, tensioni e contratture nervose;
  • Proprietà energizzanti: donano vigore all'organismo;
  • Proprietà eccitanti: migliorano la libido sessuale;
  • Proprietà lenitive: alleviano i dolori più frequenti come il mal di schiena e il mal di testa;
  • Proprietà preventive: prevengono molti disturbi sia fisici che di natura psicologica.

Cristalloterapia, le pietre più utilizzate

Cristalloterapia

La cristalloterapia contempla l'utilizzo di svariati minerali. Ricordiamo che ciascuno di essi possiede una particolare vibrazione che è in grado di donare specifici benefici all'organismo:

  • Quarzo: disponibile in tre colori (bianco, rosa, verde), decongestiona le energie stagnanti, trasformando ed equilibrando l'aura. Notevole il suo aiuto nella crescita personale. Favorisce, infatti, il contatto con il Sé Superiore, schiarisce la mente e aiuta a riordinare i pensieri;
  • Smeraldo: purifica l'energia allontanando dalle mente i pensieri che la prosciugano;
  • Corniola: oltre ad infondere maggiore sicurezza personale, risolve i blocchi energetici che impediscono al soggetto di affrontare determinate situazioni in ambito relazionale e lavorativo;
  • Topazio: sprona l'individuo ad esprimere i desideri più profondi. Inoltre migliora la performance sessuale degli uomini;
  • Ambra: dona benessere dopo un periodo di forte stress, spazzando via i rimuginii mentali;
  • Ossidiana: allevia i dolori fisici e quelli psichici derivanti da traumi ed emozioni quali rabbia e paura;
  • Agata: offre chiarezza interiore, infonde coraggio e favorisce il rilassamento.
Commenti