Dimagrire mangiando all'ora giusta? È possibile con la crono-dieta

La crono-dieta è un regime alimentare che focalizza la sua attenzione sulla fascia oraria in cui si consumano i principali pasti della giornata. Sfruttando le variazioni metaboliche dell’organismo, evita di far ingrassare

Crono-dieta, come dimagrire mangiando nell’ora giusta

La crono-dieta è un regime alimentare che non focalizza l’attenzione su quante calorie vengono assunte durante la giornata. Per questo tipo di dieta si presta molta attenzione all’orario in cui si consuma un determinato pasto. A seconda dell’orario in cui si pranza o si cena è possibile dimagrire con efficacia e più in fretta. Questo accade perché, in determinati orari, il nostro metabolismo risulta più attivo e capace di smaltire i grassi in eccesso.

Questo regime alimentare ha alla base i principi della crono-biologia. Secondo questa scienza, nel nostro organismo vi sono delle variazioni metaboliche che dipendono dagli ormoni. Queste influenzano l’assorbimento delle sostanze nutritive che apportiamo all’organismo tramite il cibo e lo smaltimento di carboidrati e zuccheri.

Come funziona la crono-dieta

I nutrizionisti a sostegno della crono-dieta affermano che, durante la prima parte della giornata, bisogna assumere carboidrati. Questo perché al mattino l’organismo necessita di molta energia per essere performante. Grazie all’insulina che in questa fase della giornata è al massimo livello non si deve temere di ingrassare. Quello che mangiamo al mattino viene smaltito in fretta.

Il consiglio è di non saltare mai la colazione per nessun motivo. Quest’ultima deve essere rigorosamente consumata tra le sette e le nove del mattino. In questa fascia oraria si possono consumare cibi ricchi di grassi, zuccheri e carboidrati. Consigliati sono latte, yogurt, caffè, cereali integrali, frutta di stagione.

La fascia oraria ideale per il pranzo è invece quella tra mezzogiorno e le quattordici. Infatti, in queste due ore gli ormoni della tiroide sono attivi e non si corre il rischio così di accumulare grasso adiposo. L’ideale è assumere carboidrati attraverso pasta, riso, pizza, da abbinare alle verdure che facilitano l’assorbimento di essi.

La cena, invece, va consumata tra le 19 e le 21. Per non ingrassare, la cena perfetta deve essere a base di proteine. I carboidrati invece vanno evitati perché sono difficili da smaltire durante la notte. Tendono infatti ad accumularsi soprattutto sottoforma di grasso adiposo. Quindi via libera a carne e pesce, accompagnati da contorni di verdure. Banditi sono gli alimenti ricchi di carboidrati come pasta, pane e pizza. Una regola fondamentale da seguire è quella di andare a letto solo a partire dalle due ore successive alla cena.

Quali sono i benefici della crono-dieta

Grazie alla crono-dieta, l’organismo assume cibo solo durante il giorno. Si concretizza così il digiuno intermittente per dodici ore di seguito durante la notte. Evitando di mangiare cibo durante le ore del sonno si tengono a bada i livelli di glicemia e non si accumulano i temuti grassi in eccesso.

Questo regime alimentare è consigliato sia a chi vuole liberarsi dei chili di troppo ma anche a chi soffre di diabete. Inoltre, può trarne vantaggio anche chi soffre di insonnia perché consumando di sera cibi come carne e pesce, ricchi di triptofano che regola il sonno, si beneficia di un sonno ristoratore e di un risveglio più energico.

Commenti

Grazie per il tuo commento