La dieta contro il caldo: come combattere l'afa

L'afa si può combattere scegliendo pasti leggeri a base di frutta e verdura, fonte di preziose vitamine e sali minerali. Ecco i consigli dei nutrizionisti per una dieta anti- caldo

Il caldo rovente di questi giorni lo si può combatter a tavola con la giusta alimentazione.

Essa comprende cibi leggeri ma al tempo stesso nutrienti senza rinunciare al sapore gustoso. I nutrizionisti consigliano in questo periodo di mangiare tante insalate, pasta fredda, carni magre e pesce, passati di legumi, yogurt, frullati, macedonie e soprattutto tanta frutta e verdura di stagione. Bisogna fare il pieno di tanta acqua ma anche di particolari sostanze chiamate carotenoidi. Servono per proteggere la pelle durante l’esposizione ai raggi solari. Contrastano infatti il suo invecchiamento e la preservano da eventuali scottature.

Ecco quali sono gli alimenti che non devono mancare nella nostra dieta quotidiana quando fa troppo caldo:

- Anguria: chiamata comunemente cocomero, è il frutto anti- afa per eccellenza. Ricca di antiossidanti. È costituita per oltre il 90 per cento di acqua ma è fonte anche di una grande varietà di vitamine A, C, B e B6 e di sali minerali come potassio e magnesio. Ottimi alleati per chi soffre di pressione bassa. Utile per combattere la ritenzione idrica e dimagrire;

- Cetriolo: costituito per il 96 per cento di acqua è ricco di vitamina C, aminoacidi e sali minerali importanti come potassio, calcio, fosforo e sodio. È rinfrescante e ha un effetto diuretico;

- Pesca: fonte di potassio e ferro. È ricca di vitamina C. Leggermente lassativa e diuretica, ha proprietà rinfrescanti. Grazie alla presenza di calcio e potassio è anche mineralizzante, tonificante e ricostituente:

- Pollo: è una carne magra dall’ottimo contenuto proteico. Presente in molte diete dimagranti Contiene anche sodio, potassio, fosforo, magnesio, ferro, selenio e vitamine B1, B2 e PP. Risulta leggera e facilmente digeribile anche quando fa caldo;

- Sogliola: pesce magro e ricco di proteine. Ha un sapore molto delicato. Proprio per queste caratteristiche è indicata anche per l’alimentazione dei bambini.

Infine i nutrizionisti consigliano di evitare pasti completi con primo, secondo, contorno e frutta. Meglio preferire i piatti unici. L’ideale è mangiare poco e spesso. Condire i piatti con olio extravergine a crudo. Evitare la frittura e i condimenti troppo elaborati e ricchi di grassi. Consumare poco sale perché tende a trattenere i liquidi. Sostituirlo con quello iodato.

Per mantenere l’organismo idratato bisogna bere almeno due litri di acqua al giorno. Evitare gli alcolici e superalcolici che stimolano la sudorazione. Rallentano l’assorbimento delle vitamine. Inoltre tendono a disidratare. Non esagerare con le bevande gassate e zuccherate. Cercare di bere meno caffè e bevande a base di tè che tendono ad aumentare la vasocostrizione e la diuresi provocando la disidratazione.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.