Gambe gonfie? Ecco i rimedi naturali

Le gambe gonfie possono essere una conseguenza diretta del caldo, della fatica o di lunghe ore in piedi, senza dimenticare le patologie che incidono sul loro benessere. Quali sono gli esercizi da praticare facilmente in casa e i rimedi naturali più adatti

Gambe gonfie? Ecco i rimedi naturali

Gambe gonfie, stanche, affaticate: una problematica molto comune e spesso agevolata da lunghe ore di lavoro trascorse in piedi, oppure da una predisposizione personale che potrebbe suggerire la presenza di patologie pregresse, e anche da una circolazione affaticata. Non meno importante è l’azione della stanchezza, del caldo, delle abitudini sbagliate e dei chili di troppo.

Prendersi cura delle gambe e del loro benessere è una scelta necessaria, sia per agevolare una buona ricarica energetica personale che per preservare il benessere del corpo e del cuore stesso. Quali sono le cause di questa problematica e i rimedi naturali e gli esercizi più utili?

Gambe gonfie, cause e sintomi

Il gonfiore agli arti inferiori, meglio noto come problematica delle gambe gonfie, spesso è la conseguenza diretta di un accumulo di fluidi, conosciuta anche come ritenzione idrica. Oppure può essere causata da un'infiammazione della parte interessata, conseguenza diretta di traumi o malattie delle articolazioni. La sensazione ricorrente è quella di gambe pesanti, gonfie, difficili da muovere tanto da condizionare anche la deambulazione, con sintomi pari a prurito, formicolii, eccessivo calore fino a vero e proprio dolore, magari con anomalie cromatiche cutenee, lividi, tensione, crampi e fastidio.

Le cause, come anticipato, possono essere tante. Si va dall’accumulo di liquidi alle problematiche di tipo circolatorio, come l’ostruzione venosa, le vene varicose ma anche le flebiti. Anche la sindrome premestruale può incidere, come patologie più gravi e invalidanti alle quali si aggiungono i problemi di peso, l’abitudine a lavorare a lungo in piedi fino alle problematiche del fegato e del cuore stesso. Se la condizione risulta persistente, tanto da peggiorare, è bene consultare un esperto che potrà effettuare tutte le verifiche e gli esami del caso. Un modo sicuro per individuare la causa e suggerire la cura più adatta.

Gambe gonfie, rimedi naturali

In presenza di gonfiore blando o consueto, dato dall’affaticamento, dal caldo e dalla ritenzione idrica si può agire con il supporto di alcuni rimedi naturali e di esercizi mirati. Tra le soluzioni immediate possiamo annoverare uno stile di vita più dinamico, ovvero passeggiare magari la sera con il fresco per migliorare la circolazione oppure fare un po’ di sport. Utile anche l'introduzione di un’alimentazione meno grassa, maggiormente idratante, sgonfiante e accantonando le pessime abitudini, come l’abuso di alcolici e fumo. Tra i prodotti naturali, perfetti per la circolazione delle gambe, troviamo il gambo d’ananas, un integratore utile per prevenire gli edemi grazie alla presenza della bromelina.

Anche l’integratore naturale alla centella asiatica è un toccasana per le gambe perché favorisce la microcircolazione, al pari di un infuso di tarassaco oppure di peduncoli di ciliegio che possono aiutare il naturale drenaggio. Non bisogna poi dimenticare l’importanza benefica della vite rossa e del mirtillo: la prima previene la fragilità capillare e il secondo ne aumenta l’elasticità. I massaggi sono un toccasana per le gambe gonfie perché riattivano una sana circolazione aiutando a drenare i liquidi. Vanno praticati ogni sera per alleggerire le gambe stesse, magari utilizzando creme alla radice di rusco, gel all’aloe vera, alla linfa di betulla oppure oli essenziali al cipresso o al ginepro, fino a un evergreen di sempre: il pediluvio con sale grosso. Per non sbagliare, è sempre bene affidarsi agli esperti di settore che potranno suggerire il prodotto più adatto per ogni esigenza.

Esercizi per sgonfiare e alleggerire le gambe

Per combattere la classica pesantezza da gambe gonfie si possono praticare una serie di esercizi mirati, da eseguire sia la mattina che la sera. Ecco quali sono i più efficaci:

  • sollevare e flettere le gambe: sdraiati a terra sopra un tappetino, con le braccia lungo i fianchi, si sollevano le gambe verso l’alto, piegandone una per volta fino a portare il ginocchio verso il petto. Si alterna con l’altra, per poi distenderle a terra, ripetendo la sequenza più volte.
  • caviglie e piedi: con la schiena appoggiata a terra sopra un tappetino, si stendono le gambe sollevandole poi a pochi centimetri dal pavimento; alternativamente, si flettono le caviglie. Si muove la prima, spingendo il tallone in fuori e la punta verso il corpo, quindi si piega in avanti il piede così che la pianta risulti parallela al pavimento. In alternativa, si piegano le dita dei piedi prima in basso, come per arricciarli e, successivamente, verso l’alto alternando il movimento.
  • rotazioni e sollevamenti: in piedi sul tappetino ci si solleva sulle punte, alternando i piedi. Dopo, ci si sdraia a terra ruotando le caviglie in senso orario e antiorario.
  • gambe in aria: un classico del relax, con la schiena appoggiata a terra sopra il tappetino, si appoggiano le gambe a diretto contatto con il muro, creando così un angolo retto con il corpo. Si puntano, poi, i piedi verso l’alto per piegarli a martello, alternando così il movimento.

Commenti

Grazie per il tuo commento