Insetti: più antiossidanti del succo d'arancia

Nel nostro futuro gli insetti rivestiranno un ruolo alimentare fondamentale per la salute: sono più antiossidanti rispetto al succo d'arancia

Da tempo l'interesse alimentare si sta spostando verso scelte culinarie aternative, a volte un po' azzardate per quella che è la quotidianità occidentale, ma ormai sdoganate nei Paesi orientali. Non solo carne e pesce, ma anche insetti che, come dimostrano alcuni studi, garantirebbero proprietà salutari davvero impagabili. Lo studio condotto presso la Facoltà di Bioscienze e Tecnologie per l'agricoltura, l'alimentazione e l'ambiente dell'Università di Teramo avrebbe messo in luce le proprietà antiossidanti degli insetti, in particolare degli estratti idrosolubili di cavallette, del baco da seta e dei grilli, con effetti benefici cinque volte più alti rispetto al succo d'arancia fresco. Una serie di qualità salutari riscontrate anche nei bruchi africani che, in tandem con i bachi da seta, risultano maggiormente antiossidanti rispetto all'olio d'oliva.

L'entomofagia è una scelta alimentare che accompagna l'uomo sin dalla storia dei tempi e, ancora oggi, è parte integrante della dieta quotidiana di almeno due miliardi di abitanti della Terra, che si nutrono con coleotteri, lepidotteri e imenotteri. L'alto valore nutrizionale e antiossidante li rende fondamentali contro i radicali liberi, svolgendo al contempo un ruolo protettivo nei riguardi del cuore e preventivo contro le forme tumorali. Gli insetti sono un'ottima fonte di proteine, acidi grassi polinsaturi, minerali, vitamine e fibre: potrebbero trasformarsi in una forma alimentare alternativa anche per le popolazioni occidentali, ancora restie nei confronti di questa scelta considerata arcaica e disgustosa.

Negli ultimi anni è cresciuta la necessità di fornire una proposta alternativa al consumo di carne, una scelta che potrebbe abbattere l'impatto ambientale rappresentato dagli allevamenti. Una dieta più equilibrata potrebbe favorire una migliore redistribuzione e salvaguardia delle risorse ambientali ed agricole, rendendo gli insetti un alimento sostenibile e funzionale. Lo studio, senza finalità commerciali, accende la speranza nei confronti di un futuro maggiormente ecosostenibile, proprio grazie all'impiego degli insetti come parte attiva del menu quotidiano in tandem con frutta e verdura. Non solo una scelta ecologica ma anche salutare contro lo stress ossidativo, una fonte alimentare che richiederà ulteriori ricerche così da comprovare e confermare gli effetti benefici.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.