Mangiare grilli farebbe bene al nostro intestino

Almeno secondo uno studio americano condotto su 20 soggetti


Mangiare grilli farebbe bene all’intestino. Sarebbe questo il risultato emerso da uno studio condotto dalla Colorado State University. Questi insetti sarebbero infatti ottimi per bilanciare la nostra flora intestinale, in quanto ricchi di vitamine, proteine, minerali e grassi naturali.

La dottoressa Tiffany Weir, che ha condotto il recente studio, afferma che l’occidente dovrebbe prendere esempio dall’oriente, dove è normale e regola abituale cibarsi di questi insetti. “La nostra ricerca è importante perché gli insetti rappresentano una nuova componente nelle alimentazioni del mondo occidentale, e i loro effetti sulla salute dell’uomo non sono ancora stati documentati”, ha spiegato l’esperta.

"Per ciò che sappiamo del microbiota umano e della sua relazione con la salute nel nostro organismo, pensiamo sia importante esplorare la possibile influenza di un nuovo cibo sulla flora intestinale. Siamo convinti che il consumo di grilli potrebbe essere benefico a livello nutrizionale”.

L’esperimento è stato condotto su 20 soggetti in salute, donne e uomini con età compresa tra i 18 e i 48 anni. A 10 individui è stata somministrata per due settimane una colazione composta da un muffin arricchito da 25 grammi di polvere di grilli. Al termine del trattamento esame ematico per tutti i partecipanti.

Nonostante i livelli di infiammazione non siano particolarmente cambiati, gli scienziati hanno notato un maggior numero di batteri buoni nella flora intestinale dei soggetti che hanno fatto colazione con i simpatici insetti. Come il bifidobatterio, nome scientifico Bifidobacterium, della categoria Gram-positiva.

In effetti, come ricorda Valery Stull della University of Wisconsin-Madison Nelson Institute for Environmental Studies Il cibo è molto legato alla cultura di ognuno di noi, e per esempio 20 o 30 anni fa nessuno negli USA avrebbe pensato di mangiare sushi, perché lo trovava disgustoso. Ora invece si può ordinare anche dal benzinaio in Nebraska!”.

Ci vorrà forse ancora un po’ di tempo perché in Italia si entri nell’idea di spalmare sul pane, al posto di burro e marmellata, una crema di grilli e insetti simili.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.
Commenti
Ritratto di Suino_per_gli_ospiti

Suino_per_gli_ospiti

Sab, 18/08/2018 - 11:51

Professoressa Weir, ebrea che ha lavorato per l'ONU e il dipartimento della difesa, i grilli li faccia mangiare ai suoi amici in Rwanda. Oy vey!

ilpassatore

Sab, 18/08/2018 - 13:30

Professoressa (che parola lunga e faticosa da scrivere) cominci lei e tra un anno ci dira' come sta' il suo intestino. Io intanto continuero'a rovinarmi l'intestino con marmellate di frutti di bosco ruspanti perche' dove vivo di questi frutti e bacche ne abbiamo a bizeffe. Buona grillata.

Mokelembembe

Sab, 18/08/2018 - 15:24

Era di qualche giorno fà (9 agosto Elena Barlozzari) e Milano (marmellata 13/04/ Sergio Rame ), Hot dog (15/06/ Giorgia Baroncini) etc. etc. si diffonde la cucina da rospi a base di verminosi spuntini.... La gente non è mai contenta.....ma questa volta, invece di avere grilli per la testa, ascoltiamo l'esperta che i grilli (dice), sono ottimi spalmati nello stomaco.Aspettiamo i salti di salute, specie nella fase di evacuazione, spiccati dalla tazza del cesso.Attenzione a non dover pagare i danni all'inquilino di sopra che si potrebbe trovare in linea e nella medesima posizione,imitando in tal modo, l' Hancock della Marvel

pilandi

Sab, 18/08/2018 - 15:30

@ Suino_per_gli_ospiti a parte che è dottoressa, non capisco che c'entra il fatto che sia ebrea

pasquinomaicontento

Dom, 19/08/2018 - 11:27

Risponno a pilandi 15-30 de ieri :-a parte er fatto (poveracci i malati) che sta simpatica cuoca,professoressa per giumta, ebrea pe' ariggiunta, vorebbe in-cul-care...ma che avete capito,ahò,è un modo de dì,volevo dì spigne in bocca, un miscuglio de animaletti :-vermini e bacarozzetti da du' mesi in giù,quasi neonati inzomma...ecco quì ce sarebbe da discute, quer quasi me sona come 'na campana a morto...ma come se fà a sopprime 'sti pori infanti, appena venuti ar monno,senza prima faje conosce i risurtati de i Chicago Bulls contro i Boston Celtics...