Come perdere chili con la dieta del bebè

Si chiama dieta del bebè ed è un regime alimentare basato sul consumo giornaliero di omogeneizzati al posto dei pasti canonici e degli spuntini. Consente di perdere nove chili in sei settimane

La dieta chiamata “Baby Food Diet” è attualmente il regime alimentare più amato tra le star di Hollywood.

È infatti la dieta preferita di Angelina Jolie. È un regime alimentare alimentare abbastanza strano e insolito. Di fatti tende a sostituire i pasti canonici con gli omogeneizzati utilizzati solitamente per l’alimentazione dei neonati. In Italia è stata battezzata come “la dieta del bebè”. Con essa si arriva addirittura a perdere circa 9 chili in sole 6 settimane.

Il segreto sta nel mangiare piccoli ma più pasti durante l’arco della giornata. Durante le 24 ore infatti si arriva persino a consumare un numero di massimo 14 omogeneizzati. Questi prodotti confezionati e indicati per la prima infanzia vanno a sostituire completamente i pasti ordinari e gli spuntini. Ideata dalla personal trainer Tracy Anderson che negli Stati Uniti è ritenuta un vero e proprio guru del fitness, questa dieta è stata progettata proprio per chi desidera perdere i chili di troppo in maniera restrittiva, rigida ed estrema. Questo tipo di alimentazione presenta come vantaggio la possibilità di tenere sotto controllo il numero di calorie apportate quotidianamente al proprio organismo. Infatti il valore di ogni vasetto di omogeneizzato si aggira intorno ai 100-150 kcal. Se assunto in maniera costante nell’arco della giornata permette di gestire al meglio il senso della fame.

Essendo ideati proprio per i neonati, gli omogeneizzati sono estremamente leggeri, quindi ideali per perdere peso. Consumando delle porzioni già pronte e confezionate, infatti, si può tenere sotto controllo sia la quantità che la qualità dei singoli ingredienti. Secondo i nutrizionisti un altro vantaggio nel consumare gli omogeneizzati è la loro qualità. Di fatti questi prodotti essendo prepararti e creati proprio per i bambini piccoli hanno alla base degli ingredienti altamente selezionati, freschi e genuini. Grazie alla sua struttura, la Baby Food Diet tiene lontano dalle tentazioni degli spuntini calorici e ricchi di conservanti e grassi idrogenati.

La dieta del bebè però ha suscitato in tutto il mondo numerose critiche perché secondo molti esperti di nutrizione e benessere risulta diseducativa. Non permette di insegnare alle nuove generazioni come nutrirsi con consapevolezza e come perdere peso in maniera corretta e sana senza restrizioni e regole ferree. In realtà questo regime alimentare comporta dei rischi non indifferenti per l’organismo. Nonostante la quantità e la qualità degli omogeneizzati siano equilibrati, il loro apporto calorico è troppo ridotto. Qualsiasi adulto, infatti, deve raggiungere un fabbisogno energetico ben più sostanzioso.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.