Piedi e mani gonfie in estate, cause e rimedi

Piedi emani gonfie sono un disturbo molto frequente in estate e che cela problemi di circolazione da non sottovalutare

Piedi e mani gonfie in estate, cause e rimedi

Durante la stagione estiva, a causa delle temperature alte e il caldo umido e afoso, molte persone si ritrovano con piedi e mani gonfie.

Le cause

Questo è un disturbo molto diffuso che però cela dei problemi di salute che con l’estate emergono diventando sempre più acuti. Quest’ultimi sono da rintracciare nel proprio stile di vita e nelle abitudini quotidiane a tavola. Piedi e mani possono inevitabilmente risentire di uno stile di vita sedentario che ci costringe a stare troppe ore seduti alla scrivania. Oppure se complici i giorni di ferie, siamo in viaggio, le ore in cui siamo al volante o seduti in aereo o in treno diventano notevoli rispetto ai giorni ordinari. Lo stare in auto non fa altro che rallentare il flusso del sangue che dai piedi e dalle mani va verso il cuore.

Un’altra causa di piedi e mani gonfie risiede nella scorretta abitudine di utilizzare troppo sale per condire le pietanze. Un eccesso di sale nell’organismo tende a rendere i fluidi corporei più densi provocando un accumulo di liquidi con conseguente ritenzione idrica che si condensa all’altezza di mani e piedi.

I rimedi

Per alleviare questo problema o almeno ridurlo, il consiglio degli esperti è quello di cercare di indossare il più possibile indumenti larghi che non stringono tanto. Evitare anche di indossare orologi o bracciali. Inoltre non bisogna stare troppo tempo seduti. Se si viaggia e si è costretti a stare per tante ore al volante è opportuno programmare delle soste per sgranchirsi il più possibile gli arti. Questo problema può essere prevenuto con un costante esercizio fisico quotidiano. Basta anche solo una passeggiata di circa venti minuti al giorno per trarne un giovamento.

Nei momenti in cui si percepisce di più il senso di pesantezza e gonfiore, un effetto immediato si può trarre dal bagnarsi polsi, mani e piedi con dell’acqua fredda. Il getto dell’acqua aiuta a riattivare in poco tempo la circolazione sanguigna. Anche camminare nell’acqua salata può dare giovamento. Il beneficio è tratto sia dalla temperatura dell’acqua del mare che risulta inferiore rispetto a quella dell’ambiente ma anche dal massaggio drenante che è in grado di donare.

Chi soffre di vene varicose e capillari fragili è più predisposto a questo disturbo. In tal caso a queste persone si consiglia di indossare calze elastiche contenitive. In questa stagione un regime alimentare sano può essere utile. Nei giorni di caldo afoso si consiglia di consumare cibi ricchi dall’azione drenante. Via libera a frutta di stagione e verdura ricca di acqua e fibre in grado di combattere efficacemente la ritenzione idrica. Ottime sono anche le tisane drenanti a base di betulla, zenzero, limone betulla e bardana.

Commenti