Via i chili di troppo (senza rischi) con il running estivo

Con le alte temperature ci sono alcuni accorgimenti da non sottovalutare quando si fa la corsetta. Seguirli, aiuta a raggiungere ottimi risultati

Running in estate: come comportarsi per evitare malesseri

L’estate è sinonimo di vacanza, riposo e, soprattutto, voglia di mantenere il fisico nella miglior forma possibile dal momento che ci si veste più leggeri e attillati. Questo fa sì che aumentano le attenzioni verso quei chili di troppo che potrebbero subentrare con qualche cena in più in buona compagnia.

Ed ecco che proprio in questo periodo si vedono molte persone dedicarsi al running per mantenere la forma di fronte ai peccati di gola. Attenzione però: fare la corsetta in estate necessita di alcuni accorgimenti fondamentali per non andare incontro a malesseri dovuti alle alte temperature.

Running in estate: gli orari consigliati

Correre in estate è un’attività che va assolutamente programmata perché non tutti gli orari sono quelli adatti. Vanno infatti esclusi quelli in cui il sole picchia di più, cioè dalle 11 fino alle 18.

Meglio praticare questa attività fisica o di prima mattina o al tramonto e, se si ha la possibilità, anche di sera. Tra l’altro, correre nelle ore serali consente di scaricare lo stress e la tensione accumulate durante un’intensa giornata lavorativa favorendo una migliore dormita.

Quale abbigliamento usare per la corsa

Comodità e leggerezza sono le parole d’ordine. Cerchiamo di capire come. Innanzitutto meglio evitare indumenti troppo aderenti perché non agevolano la traspirazione. È preferibile puntare su tessuti tecnici al cotone. I primi favoriscono l’evaporazione del sudore, il cotone no.

È opportuno dire di no ai colori scuri che attirano i raggi solari se si corre di giorno, dando preferenza al bianco e ad altri colori chiari. Indossare i pantaloncini è preferibile rispetto alla tuta: più le parti del corpo sono scoperte e meglio è. Per i calzini, meglio quelli in cotone che di spugna. Un cappello che ripari il capo dal sole potrebbe essere inoltre un elemento di aiuto ulteriore.

Prima di correre occorre bere e alimentarsi bene

Prima di iniziare a fare running occorre bere, anche se non si ha sete. È opportuno, secondo gli esperti, bere almeno mezzo litro di acqua un’ora prima di iniziare l’attività. Poi, si consiglia di bere mezzo litro di acqua per ogni ora di corsa. Per quanto riguarda l’alimentazione, bisogna fare delle distinzioni in base al tempo che si dedica all’attività sportiva e all’orario in cui viene praticata.

Se si fa sport al mattino e si ha a disposizione meno di un’ora, si può optare per un succo di frutta o un tè. Se si ha più tempo, allora è meglio prendere un frullato o una spremuta che danno più energia. Dopo l’allenamento, invece, si potranno mangiare fette biscottate o pane integrale con marmellata, yogurt e cereali. Si può anche aggiungere della frutta secca.

Per correre nel pomeriggio, la scelta può ricadere su uno spuntino leggero per affrontare il tutto con una buona dose di energia. Ad esempio, una banana ricca di magnesio e potassio, uno yogurt con un po’ di frutta secca o un panino con bresaola possono rivelarsi di grande aiuto.

Commenti

Grazie per il tuo commento