Scrub corpo, perché farlo in inverno fa bene alla pelle

Scrub corpo anche in inverno: una scelta ottimale per il benessere della cute e la sua rigenerazione e una buona abitudine da estendere anche durante i primi freddi

Scrub per il corpo anche in inverno: una scelta importante per il benessere della pelle e una pratica da non sottovalutare anche durante la stagione più fredda. Lo scrub è un vero alleato della bellezza della cute, utilizzato in particolare durante la stagione estiva quando abiti corti e tessuti leggeri permettono alla stessa di risultare più esposta.

E se durante l’inverno la pelle è più coperta e protetta dalle intemperie grazie agli abiti, non bisogna trascurare questo rituale importante. È un’abitudine che andrebbe affrontata con costanza per eliminare lo strato di cute superficiale, così da garantire una buona idratazione e una costante rigenerazione.

Scrub corpo, in cosa consiste e come funziona

Una pratica regolare del rituale dello scrub corpo permette una costante rigenerazione cellulare, grazie all’eliminazione dello strato superficiale di cellule morte. L’epitelio così ha maggiore facilità di rigenerarsi e respirare, assorbendo velocemente le proprietà di creme, oli e unguenti e diventando una vera barriera contro l’azione degli agenti atmosferici e gli sbalzi termici.

In commercio sono presenti molteplici prodotti che possono assolvere degnamente a questo compito, adattandosi a ogni tipologia di pelle. Lo scrub solitamente è costituito da due elementi: una parte mediamente cremosa e una composta da granuli o cristalli. L’azione dello scrub è dato dalla grandezza di questi ultimi, un formato che può variare in base all’azione da mettere in atto e alla parte da trattare.

L’effetto esfoliante si pratica sulla pelle umida ma non bagnata, per evitare che il composto si sciolga a contatto con l’acqua. Si passa lo scrub con l’ausilio di una spugna o di un guanto di crine con movimenti circolari e ripetuti, esfoliando tutte le parti del corpo così da eliminare la pelle morta e riattivare al contempo la circolazione. Si risciacqua a fine operazione, si tampona il corpo e lo si nutre con una crema, oppure con un olio per il corpo. L'operazione di benessere si può ripetere una volta alla settimana oppure ogni dieci giorni,

Scrub invernale, consigli e prodotti

Uno scrub invernale? Perché no, è proprio durante questo periodo dell’anno che la cute richiede maggiore idratazione e attenzione, perché sottoposta all’azione degli agenti atmosferici. Lo stesso vale per il contatto diretto con tessuti di varia tipologia che possono favorire arrossamenti e irritazioni. Lo scrub entra in gioco come supporto per il benessere della pelle permettendo l’eliminazione dello strato superficiale, una pratica che inoltre consente di prevenire arrossamenti, irritazioni e macchie cutanee.

E se il freddo invernale provoca una maggiore disidratazione con relativa desquamazione, ecco che lo scrub può migliorare lo stato di salute della pelle, migliorandola anche dal punto di vista cromatico. Ciò avviene attraverso un rallentamento dell’effetto degenerativo causato dal passare del tempo e dall’inevitabile avanzare dell’età, con relativo inspessimento. Per ogni pelle esiste uno scrub perfetto:

  • Aloe vera: indicato per dissetare e idratare la cute ma anche per curare e lenire eventuali arrossamenti causati dal freddo e dal gelo.
  • Miele: morbido e nutriente è l’ideale per ammorbidire la pelle rendendola più liscia e vellutata, oltre a prevenire infiammazioni e arrossamenti.
  • Oli naturali: un toccasana per la cute che può così assorbirli ottenendo un effetto tonificante e rinfrescante, l’ideale per ammorbidire le rughe e i segni del tempo. I più gettonati sono l’olio di argan, jojoba, avocado e cocco vegetale.

Per prolungare la durata dello scrub e l’assorbimento dei prodotti contenuti è meglio effettuarlo sulla pelle umida, magari dopo un buon bagno caldo o una sauna. L'epidermide non deve risultare bagnata o asciutta, così da ottenere un effetto contrario, ma umida così da permettere allo scrub di operare la sua azione abrasiva senza irritare la cure.

Scrub corpo, qualche rimedio fai da te

L’effetto finale è garantito dalla tipologia di cristalli e granuli contenuti: più sono piccoli e meglio agiranno sulle parti più delicate del corpo quali inguine e ascelle. Per le zone più ruvide è meglio utilizzare uno scrub con granuli più spessi, così da rimuovere le parti morte senza difficoltà, riportando la cute al suo originario splendore.

Lo scurb si può acquistare facilmente oppure preparare anche in casa mescolando ingredienti come sale grosso o farina di grano turco con un cucchiaino di miele e uno di olio. Oppure si possono scegliere olio di mandorle e caffè in polvere da utilizzare sulle gambe, per sgonfiarle e renderle più toniche. Si possono anche mescolare sale fino, olio di argan e qualche goccia di olio essenziale alla lavanda o al limone. E proprio qualche goccia di olio essenziale può rendere maggiormente piacevole la pratica.

È importante ricordare che lo scrub per il corpo non va esteso al viso, visto che potrebbe risultare troppo aggressivo. A fine operazione si procede con un risciacquo accurato, asciugando la pelle con molta cura e nutrendola con creme e oli idratanti.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.