Scontro sui candidati tra ex An

Mentre Marrazzo ha comunicato il rimpasto, il Pdl schiera le sue pedine in vista delle prossime elezioni regionali. Anche prima dell’audizione con Fini e Berlusconi. Nomi di probabili contendenti, nei giorni scorsi, ne sono trapelati. Ma il giro di volta lo ha dato l’intervista a Gianni Alemanno apparsa ieri sul Corriere della Sera nella quale il primo cittadino lancia la candidatura del senatore Andrea Augello, che dal canto suo ringrazia il sindaco. La presa di posizione del sindaco non è stata accolta bene da tutti: molti l’avrebbero tacciata di essere «correntizia» e «non super partes». Tanto da indurre anche il presidente dei senatori del Pdl Maurizio Gasparri a dare un altro nome, come contraltare ad Augello, ovvero quello del deputato Fabio Rampelli. D’accordo con Gasparri, il ministro della Gioventù Giorgia Meloni, che parla di Rampelli come di «un ottimo candidato», e al momento si tira fuori dall’agone: «Ora sono impegnata nel mio lavoro come ministro». Acque agitate dunque nel Pdl, e non solo a livello locale: parte dei dissaspori tra Fini e Berlusconi sarebbero derivanti anche dall’idea del premier di candidare l’imprenditrice Luisa Todini, cosa che avrebbe indotto il presidente della Camera a fare il nome di Renata Polverini.

Commenti

Grazie per il tuo commento