Sicral 2: un nuovo sistema satellitare per le Forze armate italiane

Sarà costruito in collaborazione con la Francia
e sarà operativo dal 2013

Firmato oggi, presso il 6° Reparto del Segretariato generale della Difesa, il contratto relativo al programma Sicral 2, in cooperazione con la Francia. Il programma comprende un satellite geostazionario operante nelle bande Uhf ed Shf e andrà a potenziare le capacità di comunicazioni satellitari militari già offerte dai satelliti Sicral 1 e Sicral 1 B e dai sistemi Syracuse francesi. Il lancio è previsto per il 2013. Per il sottosegretario alla Difesa, Guido Crosetto, si tratta di «un traguardo importante che ci permette di mantenere fede agli accordi assunti lo scorso nove aprile dai rappresentati governativi italiani e francesi, a margine del Comitato di Difesa e Sicurezza italo-francese». «Un impegno per il nostro Paese come per quello transalpino -ha proseguito Crosetto- che ci consente di guardare al futuro con ottimismo e con occhi sempre protesi alla tecnologia. La missione del sistema Sicral 2 sarà quella di fornire il necessario supporto alle Forze Armate nel settore delle comunicazioni satellitari per le esigenze attuali e per quelle previste nei prossimi dieci anni, in particolare per impieghi militari ed operazioni contingenti»

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti