Sicurezza, a Cadorna torna il presidio fisso dei ghisa

Il servizio di sicurezza attivo dal 2000 nel piazzale della stazione era stato cancellato a inizio anno: il comando non riusciva più a garantire la presenza giornaliera degli agenti. Ma il Comune ha accolto la richiesta di Ferrovie Nord e da oggi i vigili tornano a Cadorna

I ghisa tornano a Cadorna. Controlli dentro e fuori la stazione ferroviaria non erano mai venuti meno, ma da oggi viene riattivato il presidio fisso della polizia municipale in prossimità della stazione, con la presenza giornaliera e garantita di personale del comando di zona 1. Il servizio era stato istituito nel 2000, finalizzato a monitorare la piazza e assicurare un punto di informazione per i cittadini. All'inizio del 2009 però, perla necessità di fronteggiare altre esigenze operative ritenute prioritarie, il comando di zona 1 non ha più potuto garantire in maniera permanente e continuativa il presidio fisso, che è stato chiuso.
Da qui, il «ponte» nei mesi scorsi tra la società Ferrovie Nord e il Comune. I gestori del servizio ferroviario hanno manifestato alla polizia municipale la necessità di ripristinare il controllo davanti alla stazione per garantire la sicurezza e la regolarità di accesso per i passeggeri. Fnm ha proposto di sottoscrivere un accordo in aggiunta a quello già firmato con la polizia ferroviaria, affinchè ciascuno nell'ambito delle proprie competenze possa garantire dei servizi mirati, e senza accavallare le attività di controllo. La giunta comunale venerdì scorso, su proposta del sindaco Letizia Moratti, ha assegnato l'incarico al settore Sicurezza di scrivere e firmare l'accordo. Avrà (a partire da oggi) la durata di un anno e ovviamente lascia aperta la possibilità di confermare il servizio anche per l'anno successivo.