Sicurezza, fuoco incrociato tra il Carroccio e De Corato

Scatta l’operazione sicurezza a parco Strozzi, da tempo bivacco dei sudamericani che ci passano interi week-end tra birre e musica ad alto volume. Stasera la Lega Nord si riunirà in presidio per protestare «contro il degrado e le condizioni di inciviltà» in cui viene ridotto il parco «da centinaia di persone che lo occupano il fine settimana a danno dei residenti della zona». Una richiesta di maggior sicurezza, quella lanciata dal Carroccio, ma il vicesindaco Riccardo De Corato aveva già annunciato proprio per questo fine settimana controlli della polizia locale e della polizia di Stato.
«In particolare - spiega in una nota - il servizio si svolgerà sabato dalle 14 alle 24 e domenica dalle 13 alle 24 e impegnerà una ventina di agenti tra Polizia di Stato e Polizia Locale». Il piano sicurezza è nato a seguito delle numerose lamentele dei cittadini residenti in viale Caterina da Forlì e vicino al parco. «Milano - sottolinea De Corato - dispone di 14 milioni di metri quadri circa di aree verdi distribuiti in 54 parchi e 21 giardini. Una risorsa di cui i milanesi e i turisti devono riappropriarsi e che con l’approssimarsi della bella stagione vogliamo sia sempre più vissuta e frequentata, in sicurezza, soprattutto da famiglie, bambini e anziani». «L’avvio di questi controlli interforze - conclude il vicesindaco - sono pertanto un anticipo della consueta operazione Verde Sicuro, a tutela dei parchi milanesi oggetto di atti di inciviltà e vandalismi». Lo scorso anno, in tre mesi, grazie a questo servizio, sono stati effettuati circa mille monitoraggi di 153 aree verdi, sono state controllate 1.288 persone e allontanati 700 extracomunitari. Un controllo costante che ha portato all’emissione di oltre 400 sanzioni per infrazioni al codice della strada e ai regolamenti comunali, e alla realizzazione di 67 sequestri amministrativi e penali.

Commenti