"Dopo 39 edizioni sogno di intervistare Papa Bergoglio"

Il "Costanzo Show" riparte su Canale 5. "L'ospite che avrei voluto avere? Fidel Castro. Ma dopo 39 anni sogno di 'confessare' Papa Bergoglio"

"Dopo 39 edizioni sogno di intervistare Papa Bergoglio"

Non a caso è il più longevo di tutti: stasera il Maurizio Costanzo Show compie 39 anni, dicesi 39, praticamente un record, non a caso è il padre di tutti i talk anche perché è stato il primo qui dalle nostre parti. «Stavolta all'inizio mi sono anche emozionato, ho sentito gli occhi velarsi di commozione», ha detto Maurizio Costanzo (82 anni) ieri dopo aver registrato la puntata in onda stasera in seconda serata su Canale 5. Per quattro decenni al Costanzo Show si è fatta e disfatta l'Italia mostrando gli italiani e l'italianità, vincendo scommesse (quanti personaggi nuovi) e scoperchiando scandali o magagne che altrimenti se ne sarebbero rimasti al buio ancora chissà quanto. Insomma, la cronaca della nostra vita in ben 4500 puntate, praticamente una enciclopedia.

Cosa accade quando si alza il sipario del Maurizio Costanzo Show?

«Me lo sono chiesto tante volte anche io. Non so, è come se si creasse una atmosfera magica, qualcosa di impalpabile ma positivo. Forse non sta a me dirlo, ma è come se fosse un effetto magico».

Stasera si riparte da Ornella Muti, Katia Ricciarelli, Eva Grimaldi e un altro plotone di ospiti.

«In tutti questi anni su queste poltroncine abbiamo avuto circa 45mila ospiti, mettiamo molta attenzione nello sceglierli».

Uno dei cardini del Costanzo Show è l'«Uno contro tutti». Stasera è un «Uno contro tutti» di nome e di fatto visto che c'è Giorgia Meloni che appunto rappresenta l'unico partito all'opposizione.

«Una grande ospite, molto chiara, davvero tosta».

Qual è un «Uno contro tutti» che per lei è davvero simbolico?

«Non dimenticherò mai quello con Carmelo Bene».

Della prima puntata chi l'ha impressionata?

«Tommaso Zorzi».

Attuale opinionista dell'Isola dei Famosi.

«È uno che potrebbe davvero andare lontano. La gente lo ama, lo percepisce come se fosse il figlio o il fratello. Una sorta di semi parente che attira fiducia».

E lei su questo se ne intende.

«In effetti al Costanzo Show sono nati tanti personaggi poi diventati famosi, talvolta si sono trasformati in opinion leader oppure hanno trovato la loro strada definitiva».

Quello cui è più affezionato?

«Beh direi senza dubbio Vittorio Sgarbi».

E poi?

«Ce ne sono tanti, da Enzo Iacchetti a Giampiero Mughini, che ho voluto anche in questo inizio della 39esima stagione».

A proposito di interviste, si parla moltissimo di quella fatta da Oprah Winfrey a Meghan Markle e al principe Harry.

«Beh Oprah è molto abile, si sa. E Meghan ha dimostrato di avere un carattere estremamente forte. Harry ha preso la debolezza di sua mamma Lady Diana mentre suo fratello, forse, ha preso altre caratteristiche più dure. Non sono un grande conoscitore della Casa Reale inglese. Di certo, tra tutti, la mia più grande simpatia va al principe Filippo che è stato capace di rimanere sempre tre passi dietro sua moglie, la Regina».

Quante puntate di Costanzo Show in questa stagione?

«Adesso sei. Poi ne faremo altre sei in autunno per la quarantesima stagione».

Chi avrebbe voluto intervistare?

«Fidel Castro, sarebbe stato un gran bell'incontro, ne sono sicuro. Invece è rimasto un sogno che non ho realizzato».

Quale invece vorrebbe realizzare adesso?

«Avere Papa Bergoglio al Costanzo Show. Se lei ha aderenze in Vaticano, glielo faccia sapere (sorride - ndr). Sarebbe un gran bel modo per chiudere la carriera».

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento