Black Widow svela il passato di Vedova Nera

Con Black Widow si apre la quarta fase dell'universo Marvel Cinematic. Una pellicola che svelerà l'oscuro passato di uno degli Avengers più amati: Vedova Nera. Tra incredibili combattimenti ed effetti speciali, chi ama gli action movie non rimarrà deluso

Black Widow svela il passato di Vedova Nera

La fratellanza salverà il mondo. Nel caso di Black Widow (Vedova Nera), il film Marvel Studio in tutti i cinema dal 7 luglio e dal 9 luglio su Disney + con accesso Vip, forse bisogna parlare di sorellanza. Ventiquattresimo film dell’universo Marvel Cinematic e il primo della Fase 4, segna il gol vincente della ripresa cinematografica, dopo il periodo della pandemia che ha fatto slittare l’uscita per ben tre volte. Finalmente però gli appassionati Marvel avranno la possibilità di conoscere l’oscuro passato di Natasha Romanoff (Scarlett Johansson, che del film è anche uno dei produttori) che i fan hanno cercato di intravedere dal lontano 2010 quando il suo personaggio di Vedova Nera apparve per la prima volta in Iron Man 2.

Questo passato sarà una grande sorpresa per tutti, perché neanche gli spoiler e gli accenni sparsi qua e là in tutte le pellicole dove Vedova Nera è comparsa hanno svelato la realtà raccontata dalla pellicola. Per capire il suo universo e la fitta trama che l’ha fatta diventare una killer vendicatrice e poi un’eroina Avengers, la ritroveremo 12enne e da lì in poi verranno svelate le sue oscure origini.

Un thriller d’azione estremamente adrenalinico diretto da Cate Shortland, con una sottotrama dove a combattere non sono i supereroi dai grandi poteri, piuttosto gli uomini o meglio le donne, vere protagoniste delle 2 ore e 40 minuti in cui la storia si dipana. Ambientato poco dopo gli eventi di Capitan America: Civil War, Black Widow mostra forse i migliori combattimenti mai visti fino ad ora nei film Marvel. Inseguimenti e colpi di scena in giro per fantastiche location, dalla Norvegia a Budapest dal Marocco ad Atlanta per finire nel Regno Unito dove sono stati montati anche vari set. Sia nei Pinewood che nei Cardington Studios, per ricostruire soprattutto la Stanza Rossa, nodo centrale dell’intera storia.

La trama

Quando viene alla luce un pericoloso complotto, Natasha Romanoff alias Black Widow (Vedova Nera) si trova ad affrontare il lato più oscuro del suo passato. Inseguita da una forza che non si fermerà di fronte a nulla per distruggerla, Natasha dovrà fare i conti con il suo passato da spia e con le relazioni che ha lasciato dietro di sé molto prima di diventare un Avenger. Oltre a Scarlett Johansson sul set anche Florence Pugh nei panni di Yelena sorella minore di Natasha e Rachel Weisz che interpreta Melina, una spia che si ritroverà a scegliere tra il bene e il male. Ben nutrito anche il cast maschile con David Harbour che interpreta Red Guardian, un super soldato che anche in età avanzata rivendica la sua supremazia e soprattutto la fama, che pensa le sia stata sottratta ingiustamente da Capitan America. Oltre a lui un quasi irriconoscibile William Hurt nei panni del Generale Thunderbolt Ross, alle calcagna di Vedova Nera, considerata una fuggiasca dopo lo scioglimento degli Avengers.

Il cattivo

Non esiste eroe senza un cattivo e questa volta Vedova Nera si ritroverà a combattere contro Taskaster un misterioso assassino capace di replicare ogni mossa dei suoi nemici, per questo impossibile da battere. Dal terrificante aspetto scheletrico dato da una maschera di ferro, arriverà all’estremo sacrificio pur di compiere la sua opera, regalando però risvolti tutt’altro che scontati.

La lotta tra bene e male

Se a livello visivo Black Window mette in campo spettacolari tecniche di combattimento e strabilianti effetti speciali, sono soprattutto gli esseri umani ad essere dotati di sentimenti da supereroi. Il dolore è più quello dei ricordi che fisico, e la speranza, seppur pesantemente messa alla prova, così come il perdono e i legami affettivi, rimangono l’unico punto d’arrivo, facendo di Vedova Nera un’eroina con umani superpoteri.

Dove eravamo rimasti?

Con Avenger Endgame la Marvel ha concluso la prima fase dell’ambizioso progetto che per 10 anni consecutivi ha portato sullo schermo ben 23 pellicole. Il viaggio iniziato nel 2008 con Iron Man è andato avanti di pellicola in pellicola indagando in ognuno dei supereroi dei fumetti Marvel. Ha portato sullo schermo anche nuovi personaggi e dato ad ogni pellicola un sapore e un’impronta diversa pur rimanendo fedele all’idea dei supereroi dei fumetti. Con Spiderman: Far from Home del 2019, si è conclusa la terza fase del Marvel Cinematic Universe. Il 2020 avrebbe dovuto segnare l’inizio della quarta fase della produzione dei titoli, che però a causa della pandemia è stata rinviata al 2021e arriverà fino al 2023.

I film Marvel della fase 4

Si apre appunto il 7 luglio con Black Widow (Vedova nera) per proseguire il 1° settembre con Shan-Chi e la leggenda dei dieci cerchi. Questa pellicola introdurrà nuovi personaggi mai visti prima d’ora, con il primo supereroe orientale Shang-Chi maestro di arti marziali. Il 5 novembre uscirà Gli Eterni. Anche qui verranno introdotti una nuova serie di superoi extraterrestri che arrivano sulla terra richiamati dallo scontro degli Avengers contro Thanos. Nel nutrito cast la presenza di due superstar: Angelina Jolie e Salma Hayek.

A ridosso delle festività natalizie del 2021 arriverà sugli schermi il terzo capitolo di Spiderman, dal titolo di Spiderman: No Way Home. Su questo che è uno dei titoli più attesi del 2021, ci sono ancora molti punti interrogativi ma una assoluta certezza: l’introduzione dell’attesissimo Multiuniverso Marvel (le realtà alternative ndr). Merito di Doctor Stranger che farà parte del cast film, (la cui pellicola: Doctor Strange and the Multivers of Madness uscirà a marzo e sarà la prima del 2022 per la Marvel ndr). Grande aspettativa quindi per l’ipotesi che in Spiderman: No Way Home, oltre a Tom Holland protagonista delle precedenti tre pellicole potrebbero affiancarsi Tobey Maguire e Andrew Garfield, interpreti dell’Uomo Ragno nelle precedenti saghe.

Come anticipato, a marzo 2022 (la data prevista dovrebbe essere il 25) uscirà il secondo capitolo del Doctor Stranger, nel cui cast vedremo anche Wanda, della serie Wanda Vision in onda su Disney +, nelle vesti di co-protagonista. A maggio arriva l’altra attesissima pellicola Marvell, Thor: Love and Thunder, sempre impersonato da Chris Hemsworth che vedrà il ritorno di Natalie Portman, nei panni di Jane Foster. Dopo la scomparsa del compianto attore Chadwick Boseman che aveva interpretato Black Panther nel primo capitolo della pellicola nel 2018, a luglio 2022 torna il sequel: Black Panther -Wakanda forever. Per onorare la memoria del giovane attore scomparso, la Marvel ha deciso che nessuno interpreterà il suo personaggio e la storia si baserà principalmente sul regno di Wakanda.

A novembre 2022 torna il sequel di Capitan Marvel in The Marvels interpretato sempre da Brie Larson. Il cast si arricchirà anche di nuovi personaggi e attori presi in prestito dalla serie Wanda Vision di Disney +. Presumibilmente a febbraio, ma in questo caso siamo nelle ipotesi, ritorna Ant-Man con la sua terza pellicola dal titolo: Ant-man and the Wasp: Quantumania. Confermato il cast con qualche novità inaspettata. Terzo capitolo anche per I Guardiani della Galassia che con questo titolo (I Guardiani della Galassia Vol 3) concluderanno la trilogia. Nessuna indiscrezione sulla storia, solo ipotesi legate alla ricerca del personaggio di Gamora dopo gli accadimenti di Avengers:Endgame.

Il 2023 vedrà il ritorno anche dei Fantastici 4 la cui prima pellicola fu girata nel 2005 e a seguire nel 2007 con il titolo di I Fantastici 4 e Silver Surfer. Dopo una deludente terza pellicola del 2015, torneranno nel 2023 con un nuovo logo e una nuova avventura diretta dallo stesso regista di Spiderman. Sempre nel 2023 è previsto un’inaspettato remake, quello di Blade il film interpretato per ben tre volte da Wesley Snipes tra il 1998 e il 2004. Non sarà però il suo di volto del nuovo cacciatore di vampiri, ma quello del premio oscar Mahershala Ali. Per concludere, ma anche qui siamo sulle ipotesi, a fine 2023 dovrebbe tornare il quarto capitolo di Capitan America. Vista la fine del capitano Steven Rogers in Avengers:Endgame, a prendere la sua eredità sarà Falcon a cui uno dei più amati Avengers aveva lasciato il suo iconico scudo.

La rivoluzione

Seminati qua e là nella pellicola importanti indizi per il futuro, che gli amanti dell’universo Marvel coglieranno sicuramente con grande entusiasmo. Per chi invece non è avvezzo ma semplicemente un amante di questi action movie, importante rimanere incollati alla poltrona fin dopo i titoli di coda quando in una scena futura verranno rivelate importanti e imprevedibili informazioni che metteranno in discussione non soltanto la pellicola stessa, ma l’intero universo Avenger come avevamo imparato a conoscerlo.

Commenti