"Hanno chiamato la polizia". Brutta disavventura a LA per Valentina Ferragni:

Di rientro dalle Hawaii l'influecer ha avuto una serie di inconvenienti all'aeroporto di Los Angeles e si è scagliata contro la compagnia aerea rea di averle perso i bagagli

Brutta disavventura a Los Angeles per Valentina Ferragni: "Hanno chiamato la polizia"

La vacanza sotto il sole delle isole Hawaii si è conclusa nel peggiore dei modi per Valentina Ferragni. L'influencer è rimasta bloccata in California per colpa di una serie di ritardi collezionati dalla compagnia aerea Delta, che le hanno fatto perdere coincidenze e bagagli. E lei furiosa si è sfogata sui social network.

"Abbiamo perso tutte le coincidenze. Abbiamo lasciato Lanai da 24 ore e abbiamo perso due volte i nostri quattro maledetti aerei. Non ho parole", ha scritto Valentina Ferragni nelle storie del suo profilo Instagram. La sorella di Chiara Ferragni ha raccontato di essersi imbarcata su un volo Delta da Lanai, alle Hawaii, e di essere arrivata a Los Angeles con alcune ore di ritardo, che le hanno fatto perdere la coincidenza per l'Europa. Lei, il fidanzato Luca Vezil e gli altri passeggeri del volo dalle Hawaii sono stati trattenuti a bordo senza spiegazioni, facendogli perdere il successivo volo: "Delta non ci ha aspettato a Los Angeles anche se il capitano gli ha detto di attenderci che c'erano problemi con l'aereo. Così siamo bloccati qui".

In assenza di ulteriori voli per l'Europa, l'influencer e il compagno sono stati costretti a dormire in aeroporto in attesa di un nuovo volo la mattina seguente. Ma i problemi sono proseguiti. La Ferragni ha raccontato che la compagnia Delta non è stata in grado di ritrovare i loro bagagli dispersi nell'aeroporto, nonostante lei sapesse la loro esatta collocazione grazie a un'applicazione di localizzazione: "Con Airtag so che le mie valigie sono qui, ma non possiamo prenderle. Sono contrariata. Mai più con Delta".

Secondo quanto raccontato da Valentina Ferragni gli assistenti della compagnia aerea si sarebbero rifiutati di cercare i bagagli in aereoporto. Così, in segno di protesta la sorella di Chiara Ferragni e il fidanzato si sono seduti per terra davanti al check-in in attesa delle valigie, ma gli operatori Delta hanno allertato la sicurezza: "Hanno chiamato la polizia perché dicono non possiamo stare seduti per terra, dicono perché siamo pericolosi. La peggiore esperienza in vita mia". Nonostante la rabbia e la frustrazione la situazione non si è risolta positivamente. Dopo due ore i bagagli non sono stati rintracciati e la coppia è dovuta partire per Amsterdam con un nuovo volo senza i propri effetti personali.

Commenti