"Un tumore maligno della pelle. Mi hanno augurato di morire"

Nei giorni scorsi l'influencer si è sottoposta a un intervento per rimuovere quella che sembrava una cisti, ma l'esito della biopsia ha svelato tutt'altro: "Carcinoma basocellulare. Fortunatamente l'ho preso in tempo"

Valentina Ferragni choc: "Avevo un tumore maligno della pelle. Mi hanno augurato di morire"

"La prevenzione è fondamentale, salva la vita. Fatevi controllare". Con queste parole Valentina Ferragni ha scelto di cominciare il suo racconto. Quello che ha voluto condividere con i suoi seguaci sui social network e che riguarda il tumore maligno che l'ha colpita.

Una settimana fa l'influencer si è sottoposta a un delicato intervento chirurgico al viso per rimuovere quella che inizialmente sembrava essere solo una cisti. Un'operazione della quale aveva parlato apertamente su Instagram, dove si era mostrata con un'evidente cicatrice sulla fronte. Ma mai avrebbe pensato che il responso della biopsia fosse così duro: carcinoma basocellulare. Un tumore maligno della pelle, ha specificato Valentina Ferragni attraverso il suo profilo ufficiale.

La sorella di Chiara Ferragni ha scelto i social network, dove ogni giorno mostra la sua vita privata e professionale a oltre 4 milioni di follower, per raccontare la sua storia: "I dottori mi hanno detto che è stata la prima volta che hanno visto questo carcinoma su una persona della mia età, 28 anni, solitamente viene a persone sui 50/60 anni in su, per cui è raro è molto difficile la diagnosi. Questo cancro è raro su persone della mia età ma fortunatamente l'ho preso in tempo".

Quello che sembrava solo un innocuo brufolo si è trasformato con il tempo, spingendola a sottoporsi a ulteriori controlli che hanno portato all'intervento e alla scoperta del tumore: "In questo anno il carcinoma ha cambiato 'faccia' molte volte, per alcuni mesi sembrava scomparso, per poi tornare piano, ma ha iniziato a sanguinare intorno a settembre 2021, poi si è finto guarito ad ottobre. Questo fottuto carcinoma è così, rimane silente per mesi, poi sanguina per 2 giorni, poi torna normale ma continua a crescere sotto pelle giorno per giorno".

L'avere condiviso pubblicamente la sua esperienza l'ha però messa nel mirino delle solite critiche. Valentina Ferragni è stata travolta da messaggi di affetto e supporto, ma anche da commenti di odio. "Mi hanno augurato di morire", ha rivelato in un altro post condiviso nelle storie del suo account. Ma a chi l'ha accusata di avere cercato visibilità con la sua storia e di essersi inventata tutto per un pugno di follower in più, Valentina Ferragni ha risposto a tono: "Fare prevenzione non è fare pubblicità. Vedete il marcio dove non c'è. Prevenzione e condivisione sono questo: poter aiutare qualcuno che ha il mio stesso problema". Per questo la Ferragni ha scelto di continuare a condividere contenuti legati al tema, sensibilizzando i suoi follower su una problematica poco affrontata sui social.

Commenti