Buckingham Palace si prepara ad annullare i Garden Parties della regina per motivi di sicurezza

Anche la famiglia reale sta seguendo le indicazioni di governo ed esperti per limitare il diffondersi del virus e sarebbe pronta a cancellare alcuni eventi mondani in programma nei prossimi mesi

Ai tempi del coronavirus anche la famiglia reale è costretta a rivedere protocolli e occasioni mondane per evitare il diffondersi dei contagi. Mentre nel Regno Unito si moltiplicano i casi, i tabloid britannici hanno fatto sapere che la regina Elisabetta II sta rivendendo alcuni impegni dei prossimi mesi. Secondo quanto riportato dal Daily Mail, sarebbe stato consigliato a sua Maestà di annullare le famose feste annuali in giardino per ridurre la diffusione del coronavirus.

Che i tempi stessero cambiando lo si era intuito alcuni giorni fa. Durante una cerimonia ufficiale a Buckingham Palace la regina Elisabetta ha indossato, in via straordinaria, i guanti. Una precauzione sensata e dovuta, vista l'età della reggente che tra poche settimane compirà 94 anni, per limitare la sua esposizione a un possibile contagio. Si è trattato di un evento inconsueto, visto che mai la regina aveva indossato guanti durante una cerimonia di investitura. Alla luce dell'emergenza sanitaria in atto in tutto il mondo, gli esperti avrebbero consigliato alla famiglia reale di ridimensionare il calendario degli appuntamenti mondani che li vedono protagonisti. In particolare quelli dove potrebbero esserci maggiori concentrazioni di persone.

Buckingham Palace si starebbe dunque preparando ad annullare le feste del Queen's Garden previste per il mese di maggio, dopo che gli esperti e i medici del governo inglese hanno avvertito che potrebbe essere necessario un ridimensionamento degli impegni pubblici. Le feste di primavera in giardino organizzate dalla regina Elisabetta radunano, ogni anno, oltre 30mila persone di ogni estrazione sociale tra la dimora di Buckingham Palace e quella di Holyroodhouse. Una tradizione, portata avanti dal lontano 1860, che rischia di interrompersi proprio per colpa del coronavirus. La preoccupazione maggiore è infatti legata al raduno di massa che queste feste comportano, eventi dove si consumano migliaia di bevande e pasti che potrebbero veicolare con maggiore forza i contagi. Secondo i tabloid britannici, infatti, il picco epidemico sarebbe previsto per maggio, mese nel quale si svolgono le famose feste nei giardini reali.

I party reali sono "probabilmente vulnerabili alla cancellazione", dicono fonti vicine al portale inglese Daily Mail, visto che il governo "sta valutando misure di emergenza per vietare e limitare le riunioni di massa". Da Buckingham Palace però arrivano anche notizie di rassicurazioni da parte della famiglia reale e della sovrana che sarebbe determinata a dare l'esempio "mantenendo la calma e proseguendo fino a quando possibile con gli impegni programmati". La Regina Elisabetta e gli altri esponenti della royal family non rinunceranno dunque, per il momento, ai loro impegni istituzionali in giro per il paese e per il mondo, almeno fino a quando il governo inglese non varerà misure drastiche di contenimento.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.