"Basta con la dittatura sui talk no vax"

Adriano Celentano contro i talk show e la tv generalista, a suo parere colpevoli di non dare voce ai no vax. Così "l'inesistente" lancia un monito a tutti i conduttori

Celentano: "Basta con la dittatura sui talk no vax"

È di nuovo sceso in campo Adriano Celentano, questa volta per “riequilibrare” la decisione di molti talk show, che bandiscono i no vax e le loro idee. Lo ha fatto nel suo modo particolare, con un video lanciato sui social in cui monta in pochi minuti, pezzi di talk che parlano dell’argomento, ma a suo parere non mostrano una controparte. Nei giorni scorsi sempre su questa diatriba, si era scagliato contro Enrico Mentana, per la sua decisione o meglio battaglia, di non avere più no vax e complottisti invitati a parlare nei programmi d'informazione televisiva.

Mentana aveva sottolineato di non aver mai dato voce a queste categorie nel suo telegiornale, anche andando contro ad alcuni programmi della sua stessa rete, che al contrario invitano spesso questo genere di ospiti. “Caro Mentana – aveva detto in quel caso Celentano – bisogna essere amici con quelli che hanno paura, non puoi lasciarli fuori dalla porta. Anche tu hai paura altrimenti non ti saresti vaccinato. È assurdo instaurare una guerra tra paurosi, ognuno dovrebbe comprendere l’altro”. A questo aveva aggiunto sempre un video con parti di varie trasmissioni tv, proponendo ad esempio la lite tra Scanzi e Contri a Cartabianca. “Forse è questo il giornalismo che vi piace – aveva concluso “l’inesistente” (il nome con cui si presenta sui social Celentano, ndr) – cioè quello confuso con le voci che si sovrappongono in modo che la gente a casa non capisca. Con i conduttori che troncano l’audio a chi non la pensa come loro”.

Dopo qualche giorno continua la sua personale battaglia per l’imparzialità della tv, tra chi è a favore del vaccino e i no vax, questa volta non puntando il dito contro qualcuno, ma parlando in generale della tv generalista, schierata solo dalla parte dei vax. Nel video pubblicato ha esaltato l’operato della giornalista Maria Giovanna Maglie, che ospite in varie trasmissioni, ha sempre portato avanti il suo personale credo di terapie alternative al vaccino. "Cari conduttori di talk show - dice poi concludendo - avete il compito di essere amorevolmente imparziali tra chi si vaccina e chi non si vaccina".

Commenti