Coronavirus, Piero Chiambretti resta in ospedale: stabili le sue condizioni

Continua la degenza di Piero Chiambretti nell'ospedale Mauriziano di Torino a causa del coronavirus; i medici riferiscono di condizioni stabili per il popolare conduttore di Rete 4

Piero Chiambretti è stabile e continua a essere ricoverato presso l'ospedale Mauriziano di Torino. Il popolare conduttore di Rete 4 si trova nel nosocomio del capoluogo piemontese da quasi 10 giorni, quando è stato portato in ambulanza con lievi sintomi da coronavirus. Sua madre Felicita, anche lei ricoverata nello stesso ospedale, purtroppo non ce l'ha fatta a superare la malattia. È deceduta sabato in serata, una settimana dopo l'arrivo nella struttura sanitaria.

Stando a quanto riportato da Repubblica, i medici che hanno in cura Piero Chiambretti riferiscono che le sue condizioni non si sono mai aggravate da quando è stato ricoverato ma che per lui è necessario proseguire la permanenza in ospedale, dove si sta sottoponendo a tutte le cure del caso. Piero Chiambretti si trova ricoverato nell'area del Mauriziano che è stata dedicata interamente ai malati di coronavirus. Il conduttore è, ovviamente, posto in condizione di isolamento e non ha collegamenti con nessuno se non con i medici e gli operatori che si prendono cura della sua salute.

Il padrone di CR4-La Repubblica delle donne è arrivato all'ospedale Mauriziano nella giornata di domenica con alcuni sintomi da coronavirus. Il suo tampone, contrariamente a quello di sua madre, non aveva dato immediata evidenza della presenza del Covid-19. Dato l'esito incerto, i sanitari hanno deciso per lui la permanenza in ospedale con relativa ripetizione del tampone. Nel corso del ricovero sono sopraggiunti nel conduttore alcuni sintomi determinanti della malattia, come l'insufficienza respiratoria. Nonostante questi, i medici rassicurano che l'insorgenza di una lieve difficoltà a respirare non ha aggravato in maniera considerevole il suo quadro clinico.

Republica riferisce che i medici parlano di situazione stabile per Piero Chiambretti, per il quale è tuttavia al momento esclusa la possibilità di tornare a casa per proseguire le cure in isolamento domiciliare. La morte della signora Felicità, di 83 anni, ha colpito duramente il conduttore, che a causa delle restrizioni dovute alla sua malattia e al decreto, che impedisce i funerali, non ha potuto dare l'ultimo saluto a sua madre. Mediaset al momento si trincera dietro il silenzio e non commenta la situazione di Piero Chiambretti. Il suo programma era già stato sospeso nelle settimane precedenti per lasciare spazio all'informazione. Il suo ricovero, quindi, non ha portato ulteriori modifiche ai palinsesti dell'azienda.

I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.