"Così ho conquistato i più piccoli e fatto ballare anche i loro genitori"

L'attrice recita in una nuova serie: "Mi pongo come un'amica più grande"

"Così ho conquistato i più piccoli e fatto ballare anche i loro genitori"

È una star della tv dei ragazzi, influencer e imprenditrice, «controllo tutto ciò che porta il mio marchio nel minimo dettaglio». Carolina Benvenga, 31 anni, è amatissima dai più piccoli. È la Mary Poppins della tv dei ragazzi e sui social ha numeri da capogiro. In poco più di due anni il suo canale Youtube ha raggiunto 450 milioni di visualizzazioni e circa 500 mila iscritti.

Attualmente conduce su Rai Yoyo La posta di Yoyo e il 24 dicembre sarà protagonista di una puntata speciale a tema natalizio. A fine gennaio la vedremo anche nella nuova serie televisiva Carolina e Topo Tip: Raccontastorie, di cui è anche autrice. Ma non si ferma qui. È appena uscito il disco Un Natale Favoloso (pubblicato daSony Music), con inediti e classici natalizi, accompagnati da un libro di favole da lei ideato.

Ci racconti com'è arrivata a questi numeri.

«Dai miei otto anni ai venti ho sempre lavorato come attrice per fiction di reti ammiraglie, tipo Anna e i cinque con Sabrina Ferilli o I Liceali. Nel 2012 sono entrata a far parte di Rai Ragazzi e la mia passione per i bambini è aumentata, ho una sorta di predisposizione. Negli anni ho affinato l'arte della comunicazione rivolta ai più piccoli».

E come si approccia a loro?

«Ci vuole intuito sulle loro necessità, mi pongo come una sorta di riferimento, un'amica più grande. Al mio fianco c'è questo personaggio immaginario, Topo Tip, che si trova a vivere dinamiche compatibili con quelle che vivono i bimbi stessi sulla loro pelle. Dalla paura del medico, a quella del buio, al non voler mangiare le verdure. In pratica parlo dei loro piccoli ostacoli e offro soluzioni in allegria. I piccoli sono spugne che emulano qualsiasi movimento o atteggiamento, bisogna stare attenti a tutto. Nulla nei miei lavori su Youtube, né in tv, è lasciato al caso».

Nei suoi video ci sono balletti da milioni di views.

«I bimbi ballano davanti allo schermo, ma anche i genitori. Via social ricevo tanti video che mi mostrano quanto contribuisca con il mio lavoro in modo positivo all'armonia famigliare. L'avvento del web ha portato anche molta solitudine nei più piccoli, che spesso si isolano davanti a un tablet. Cerco nei miei contenuti, invece, di raccontare il valore del divertirsi insieme e della condivisione».

Anche per questo lei è molto amata dai genitori.

«Per loro sono una grande baby sitter gratuita, oltre che una loro coetanea. Cerco di creare dei contenuti didattici, educativi e divertenti. Mi rivolgo a bimbi in età prescolare, un target che va protetto e maneggiato con cura. È una responsabilità a cui tengo molto. E mantengo sui social un rapporto diretto con i genitori.

Ultimamente ha cambiato anche immagine, sui social racconta di sé.

«Per i bimbi sono una specie di insegnante, questo ruolo lo puoi rivendicare solo se mostri l'adulta che sei, senza mascherarti. Infatti sui social sono me stessa, una trentenne come tante che racconta la sua vita».

Qual è il suo sogno non ancora realizzato?

A un certo punto la mia estetica mi imporrà di cambiare registro. A quel punto mi sentirò più pronta per tornare a fare l'attrice o magari per condurre qualche programma in televisione. Ma stavolta per adulti, non più per bambini.

Commenti